Per gestire il Teatro Faraggiana offerte entro il 30 settembre

Per gestire il Teatro Faraggiana offerte entro il 30 settembre
Altro 11 Agosto 2015 ore 09:32

NOVARA - Il bando di gestione del il Teatro “Faraggiana”  per “attività di spettacolo e culturali”, sembra aver rispettato quanto emerso nel dibattito tra gruppi di cittadini che mesi fa si erano impegnati a salvare lo storico locale  (destinato nella prima intenzione dell’amministrazione comunale  a diventare una multisala). 
Entro e non oltre le ore 12 del 30 settembre gli interessati dovranno far pervenire le offerte al Comune di Novara. Secondo il bando il  valore “presunto e meramente indicativo della concessione, comprensivo dei proventi ipotizzati della gestione dei servizi principali e accessori, nonché del contributo del Comune, viene stimato in 1.125.000 euro per tutta la durata della stessa”. La concessione avrà la durata di 9 (nove) anni.
L’edificazione dell’edifico risale agli anni 1902-1904, ma la struttura attuale risale  alla metà degli anni ’30 del Novecento, quando fu realizzato un intervento sull’impianto esistente al fine di ampliarlo, migliorarne le condizioni di visibilità, di acustica e di sicurezza, nonchè adeguarlo ai criteri tecnici e razionali ai quali era strettamente sottoposto un locale di pubblico ritrovo da destinarsi a spettacoli di prosa e cinematografici.
Dal  30 giugno 1999 il teatro/cinema è rimasto chiuso al pubblico a seguito di provvedimento della Commissione Tecnica Provinciale di Vigilanza, causa la mancanza dei requisiti di sicurezza indispensabili per ottenere l’agibilità sia della struttura architettonica sia della relativa parte impiantistica.
A partire dall’anno 2005, al fine di ripristinarne la funzionalità e restituirlo alla pubblica fruizione, l’immobile un tempo destinato a teatro/cinema è stato oggetto di interventi di recupero e ristrutturazione a cura dell’Amministrazione Comunale, che ne hanno dapprima interessato la copertura e le facciate esterne e, in un secondo momento, i locali interni e l’immobile nel suo complesso. Con il completamento delle ultime opere attualmente in corso di esecuzione, relative al nuovo impianto di raccolta e smaltimento delle acque reflue con il collegamento alla fognatura comunale, il complesso architettonico, rimesso a norma, potrà essere nuovamente aperto al pubblico. Attualmente gli spazi del teatro sono adeguati per il seguenti numero di persone: platea più palchetti: 378 persone; prima galleria: 85 persone; seconda galleria: attualmente non agibile al pubblico in quanto interamente ristrutturata ma priva di idonee rampe (due) aggiuntive alla scala esistente (che si ferma alla prima galleria) in modo da costituire una via di fuga alternativa in caso di incendio. Potenzialmente idonea ad ospitare 83 persone. 
La concessione in uso del Cinema Teatro Faraggiana “ha l’obiettivo di garantire una gestione stabile, con programmazioni artistiche nei vari settori dello spettacolo, e culturali di qualità, che si inseriscano nell’ambito del sistema culturale novarese”. Il Concessionario dovrà provvedere a propria cura e spese alle manutenzioni ordinarie e straordinarie della struttura, di tutti gli impianti fissi e mobili e di tutti gli arredi e attrezzature, incluse le manutenzioni programmate e cicliche obbligatorie degli impianti tecnologici e di palcoscenico. Il gestore potrà anche ottenere ricavi oltre che dagli incasssi degli spettacoli da servizi aggiuntivi ed integrativi: area di ristoro con servizio di bar, area espositiva, area eventi aziendali, area incontri e dibattiti, area commerciale con specializzazione merceologica pertinente alle attività culturali previste ovvero  libri, Dvd, Cd e materiali merceologici inerenti al teatro, alla cinematografia, alle arti visive e multimediali digitali.
I partecipanti  dovranno aver gestito, nel triennio precedente alla data di pubblicazione della gara (2012/2014), almeno un “teatro o cinema o sala di spettacolo o auditorium” con capienza minima per ciascun teatro, sala cinematografica, sala o auditorium superiore a 100 posti.
m.d.

NOVARA - Il bando di gestione del il Teatro “Faraggiana”  per “attività di spettacolo e culturali”, sembra aver rispettato quanto emerso nel dibattito tra gruppi di cittadini che mesi fa si erano impegnati a salvare lo storico locale  (destinato nella prima intenzione dell’amministrazione comunale  a diventare una multisala). 
Entro e non oltre le ore 12 del 30 settembre gli interessati dovranno far pervenire le offerte al Comune di Novara. Secondo il bando il  valore “presunto e meramente indicativo della concessione, comprensivo dei proventi ipotizzati della gestione dei servizi principali e accessori, nonché del contributo del Comune, viene stimato in 1.125.000 euro per tutta la durata della stessa”. La concessione avrà la durata di 9 (nove) anni.
L’edificazione dell’edifico risale agli anni 1902-1904, ma la struttura attuale risale  alla metà degli anni ’30 del Novecento, quando fu realizzato un intervento sull’impianto esistente al fine di ampliarlo, migliorarne le condizioni di visibilità, di acustica e di sicurezza, nonchè adeguarlo ai criteri tecnici e razionali ai quali era strettamente sottoposto un locale di pubblico ritrovo da destinarsi a spettacoli di prosa e cinematografici.
Dal  30 giugno 1999 il teatro/cinema è rimasto chiuso al pubblico a seguito di provvedimento della Commissione Tecnica Provinciale di Vigilanza, causa la mancanza dei requisiti di sicurezza indispensabili per ottenere l’agibilità sia della struttura architettonica sia della relativa parte impiantistica.
A partire dall’anno 2005, al fine di ripristinarne la funzionalità e restituirlo alla pubblica fruizione, l’immobile un tempo destinato a teatro/cinema è stato oggetto di interventi di recupero e ristrutturazione a cura dell’Amministrazione Comunale, che ne hanno dapprima interessato la copertura e le facciate esterne e, in un secondo momento, i locali interni e l’immobile nel suo complesso. Con il completamento delle ultime opere attualmente in corso di esecuzione, relative al nuovo impianto di raccolta e smaltimento delle acque reflue con il collegamento alla fognatura comunale, il complesso architettonico, rimesso a norma, potrà essere nuovamente aperto al pubblico. Attualmente gli spazi del teatro sono adeguati per il seguenti numero di persone: platea più palchetti: 378 persone; prima galleria: 85 persone; seconda galleria: attualmente non agibile al pubblico in quanto interamente ristrutturata ma priva di idonee rampe (due) aggiuntive alla scala esistente (che si ferma alla prima galleria) in modo da costituire una via di fuga alternativa in caso di incendio. Potenzialmente idonea ad ospitare 83 persone. 
La concessione in uso del Cinema Teatro Faraggiana “ha l’obiettivo di garantire una gestione stabile, con programmazioni artistiche nei vari settori dello spettacolo, e culturali di qualità, che si inseriscano nell’ambito del sistema culturale novarese”. Il Concessionario dovrà provvedere a propria cura e spese alle manutenzioni ordinarie e straordinarie della struttura, di tutti gli impianti fissi e mobili e di tutti gli arredi e attrezzature, incluse le manutenzioni programmate e cicliche obbligatorie degli impianti tecnologici e di palcoscenico. Il gestore potrà anche ottenere ricavi oltre che dagli incasssi degli spettacoli da servizi aggiuntivi ed integrativi: area di ristoro con servizio di bar, area espositiva, area eventi aziendali, area incontri e dibattiti, area commerciale con specializzazione merceologica pertinente alle attività culturali previste ovvero  libri, Dvd, Cd e materiali merceologici inerenti al teatro, alla cinematografia, alle arti visive e multimediali digitali.
I partecipanti  dovranno aver gestito, nel triennio precedente alla data di pubblicazione della gara (2012/2014), almeno un “teatro o cinema o sala di spettacolo o auditorium” con capienza minima per ciascun teatro, sala cinematografica, sala o auditorium superiore a 100 posti.
m.d.