Prende il via la "Settimana del cervello"

Prende il  via la "Settimana del cervello"
Altro 15 Marzo 2015 ore 14:40

NOVARA – Prenderà il via nei prossimi giorni la terza edizione della “Settimana del cervello”, iniziativa a cura della Fondazione della Comunità del Novarese onlus in collaborazione con l’Associazione malattia Alzheimer Novara onlus e la Struttura di Neurologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità” di Novara, con il patrocinio del Comune di Novara, di Novara Hub del Nord-Ovest, dell’Archivio di Stato e la sponsorizzazione di “Lord Byron”.

NOVARA – Prenderà il via nei prossimi giorni la terza edizione della “Settimana del cervello”, iniziativa a cura della Fondazione della Comunità del Novarese onlus in collaborazione con l’Associazione malattia Alzheimer Novara onlus e la Struttura di Neurologia dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità” di Novara, con il patrocinio del Comune di Novara, di Novara Hub del Nord-Ovest, dell’Archivio di Stato e la sponsorizzazione di “Lord Byron”.
L’evento novarese, presentato lo scorso 10 marzo «e che abbiamo conosciuto – come ha ricordato il direttore della Struttura di Neurochirurgia dell’Aou novarese Gabriele Panzarasa – grazie alla lungimiranza e alla sensibilità del neurologo Maurizio Leone, ex-responsabile del Centro Sclerosi Multipla dell’Aou novarese e oggi primario dell’Istituto di Ricovero e Cura con carattere scientifico “Casa sollievo della sofferenza” di San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia», è inserito nel “Brain awareness week” mondiale coordinato dalla “European Dana Alliance for the Brain” in Europa, dalla “Dana Alliance for the Brain Iniziatives” e dalla “Society for Neuroscience” negli Stati Uniti, la “Settimana Mondiale del Cervello” al quale partecipano società neuro scientifiche di tutto il mondo.
A livello locale, lo scorso anno, l’adesione del Novarese ha portato Anna Pan, studentessa di Bellinzago iscritta al liceo scientifico “Antonelli”, a classificarsi sesta assoluta nella fase mondiale delle “Olimpiadi mondiali delle Neuroscienze” di Washington.
Per il 2015 il tema è “Nutrire il cervello. Dieta e malattie neurologiche”, «ed è proprio all’interno di questo filone – come ha spiegato il presidente della Fondazione Ezio Leonardi – che si collocano alcuni degli appuntamenti promossi nella nostra città fino a fine mese: come sempre torneranno incontri nelle scuole, conferenze, momenti di pubblica sensibilizzazione per accendere l’attenzione su questo meraviglioso organo che ancora cela molti segreti, nonostante le importanti scoperte di questi ultimi anni».
Il primo appuntamento è per le 17.30 del 18 marzo all’Archivio di Stato con il convegno “Le 3 C: cervello – cibo – colore” del quale saranno relatori il dottor Federico D’Andrea, presidente dell’Ordine dei Medici di Novara e il dottor Aldo Biolcati (responsabile Malattie Neurodegenerative – sezione Aging della Societa? Europea e Italiana Salute Medicina di Genere e coordinatore scientifico di Ama Novara onlus). «Nei nostri interventi – ha spiegato Biolcati – “accompagneremo” il pubblico all’interno del curioso labirinto dei rapporti tra mente, alimentazione e impatto dei colori, sensibilizzando anche i giovani rispetto al problema della malattie neurodegenerative tipiche dell’anziano». Sarà presente anche l’insegnante di Scienze del liceo scientifico “Antonelli” Rita Trisoglio, che presenterà la nuova edizione delle “Olimpiadi delle Neuroscienze”, ed è prevista la partecipazione di Anna Pan, testimonial d’eccezione di questa esperienza. Durante l’incontro, l’emittente “SMSRadio” sarà? in diretta per realizzare interviste agli studenti.
Alle 18 del 19 marzo il Broletto ospitera? “L’apericena del cervello” con visita guidata alla mostra “In Principio” e alla Galleria Giannoni in una serata speciale dal titolo “Le connessioni tra neuroni e arte” (evento a numero chiuso con ottanta posti al costo di 30 euro e prenotazione obbligatoria telefonando alla Fondazione della Comunità novarese al numero 0321.611781 o scrivendo una mail info@fondazione.novara.it)). Gli ospiti, divisi in gruppi, visiteranno la mostra “In Principio” accompagnati da guide e si soffermeranno su alcune tele illustrate dalla critica d’arte Susanna Borlandelli e da Fabrizio Parachini, neurologo ed esperto d’arte. Alle 20 gli ospiti si sposteranno nella “Sala del Pittore” per un apericena. «L’iniziativa – hanno ricordato Leonardi, il vicepresidente della Fondazione Vittorio Minola e i consiglieri Aldo Martelli Stefano Nerviani e Andrea Pescio – ha lo scopo di raccogliere donazioni per i tre fondi attivi presso la nostra onlus: il “Fondo per la Ricerca sulle Malattie del Motoneurone e della Mielina” che promuove iniziative di ricerca, studio e attivita? clinica, il “Fondo Enrico Geuna per la Neurochirurgia”, promosso in memoria del professor Enrico Geuna, fondatore della Scuola novarese a tutt’oggi eccellenza nazionale, per promuovere le iniziative di ricerca, studio e attivita? clinica nel campo della Neurochirurgia e il “Fondo Alzheimer: Assistenza Formazione Ricerca” destinato alla promozione di progetti e iniziative, riguardanti l’assistenza, la formazione e la ricerca sulla malattia di Alzheimer, realizzati da Ama Novara onlus».
Come sempre i medici novaresi terranno conferenze di informazione e prevenzione in alcuni istituti di istruzione superiori del territorio: il 24 marzo Biolcati e il dirigente medico della Struttura di Neurochirurgia dell’Aou “Maggiore della Carità” Piergiorgio Car incontreranno gli studenti del liceo artistico “Felice Casorati”, il 30 marzo Car e la neurologa dell’istituto “Carlo Besta” di Milano saranno al liceo scientifico Pascal di Romentino e, in data da definirsi, neurochirurghi e neurologi saranno ospiti del liceo scientifico “Antonelli”.
«A questi eventi – hanno aggiunto il dottor Panzarasa e il dirigente medico della Struttura di Neurochirugia Paola Girardi – si aggiungerà un concerto del coro “L’Eco” di Varallo Sesia, organizzato in occasione del primo anniversario della scomparsa del dottor Carlo Bellotti, gia? Direttore della Struttura di Neurochirurgia novarese, promosso dall’associazione Amici della Neurochirurgia “Enrico Geuna”, in collaborazione con la Fondazione della Comunita? del Novarese e il patrocinio del Comune di Varallo Sesia. L’evento si terra? nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a Varallo Sesia Venerdi? alle 21 del 27 marzo, che è lo stesso mese in cui un anno fa è nata quest’associazione voluta da ex-medici e dipendenti ed ex-pazienti e che ha avuto il dottor Bellotti come primo presidente. Inoltre la nostra Struttura organizzerà il 19 maggio a Novara un importante convegno di respiro nazionale sul tema “Stato dell’arte e nuove prospettive terapeutiche del glioblastoma”, forma neoplastica maligna che per i neurochirurghi continua a rappresentare una sfida e al tempo stesso, purtroppo, una fonte di delusione».
Ultimo appuntamento l’11 aprile alle 21: al cine-teatro “Silvio Pellico” di Trecate andrà in scena lo spettacolo “Piu? forte del destino – Tra camici e paillettes la mia lotta alla sclerosi multipla”: sul palcoscenico la scrittrice e attrice Antonella Ferrari raccontera? la sua lotta contro la sclerosi multipla in settanta minuti colmi di emozione ma anche di ironia.

Lalla Negri