Altro

“Progetto Lorenzo”: «Don Milani un insegnante sempre attuale»

“Progetto Lorenzo”: «Don Milani un insegnante sempre attuale»
Altro 06 Novembre 2015 ore 07:11

NOVARA - E’ stato presentato in Comune dall’assessore all’Istruzione Margherita Patti (nella foto), il progetto “Lorenzo”: “I care, mi interessa, mi sta a cuore”, la scuola secondo don Lorenzo Milani che prevede un percorso formativo e culturale. Tre le tappe in programma: sabato 7 novembre alle ore 10.30 alla sala Soci Coop del Centro commerciale San Martino si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica dedicata a don Lorenzo Milani con la partecipazione di Agostino “Gosto” Burberi, il primo allievo della scuola don Milani. Il 26 febbraio prossimo dalle ore 9 alle 13 sempre presso la sala Soci  Coop del Centro commerciale San Martino si terrà un momento di riflessione su scuola e attualità del pensiero di don Milani, una mattinata di studio dedicata agli studenti della terza media con la partecipazione di Sandra Gesualdi. Infine il prossimo 7 maggio al teatro Coccia alle ore 21 l’associazione teatrale Tavolo 69 presenterà “Lorenzo, il musical”, un musical ispirato alla vita e alle opere di don Lorenzo Milani con la partecipazione della omonima Fondazione.  

«Si tratta di un progetto molto articolato che prevede più tappe. Alcuni degli insegnamenti di don Milani - ha spiegato l’assessore Patti - sono sempre attuali e valgono ancora per i nostri piccoli: la consapevolezza che sono loro i protagonisti del loro futuro,  che devono imparare a distinguere il vero dal falso e ragionare con la propria testa. Continuiamo a seminare affinché la scuola non sia routine, che non sia piegata fra libri di testo, classi di concorso, orari rigidi. Inoltre i soldi raccolti con i biglietti dello spettacolo di maggio saranno interamente devoluti a Novacoop e a Caritas per progetti nelle scuole e per le scuole». L'intero progetto sarà realizzato grazie al contributo del Centro commerciale San Martino. Infine, all'inaugurazione della mostra, sabato 7 novembre saranno presenti il Sottosegretario Franca Biondelli e l'assessore regionale Augusto Ferrari.

cl.br.

NOVARA - E’ stato presentato in Comune dall’assessore all’Istruzione Margherita Patti (nella foto), il progetto “Lorenzo”: “I care, mi interessa, mi sta a cuore”, la scuola secondo don Lorenzo Milani che prevede un percorso formativo e culturale. Tre le tappe in programma: sabato 7 novembre alle ore 10.30 alla sala Soci Coop del Centro commerciale San Martino si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica dedicata a don Lorenzo Milani con la partecipazione di Agostino “Gosto” Burberi, il primo allievo della scuola don Milani. Il 26 febbraio prossimo dalle ore 9 alle 13 sempre presso la sala Soci  Coop del Centro commerciale San Martino si terrà un momento di riflessione su scuola e attualità del pensiero di don Milani, una mattinata di studio dedicata agli studenti della terza media con la partecipazione di Sandra Gesualdi. Infine il prossimo 7 maggio al teatro Coccia alle ore 21 l’associazione teatrale Tavolo 69 presenterà “Lorenzo, il musical”, un musical ispirato alla vita e alle opere di don Lorenzo Milani con la partecipazione della omonima Fondazione.  

«Si tratta di un progetto molto articolato che prevede più tappe. Alcuni degli insegnamenti di don Milani - ha spiegato l’assessore Patti - sono sempre attuali e valgono ancora per i nostri piccoli: la consapevolezza che sono loro i protagonisti del loro futuro,  che devono imparare a distinguere il vero dal falso e ragionare con la propria testa. Continuiamo a seminare affinché la scuola non sia routine, che non sia piegata fra libri di testo, classi di concorso, orari rigidi. Inoltre i soldi raccolti con i biglietti dello spettacolo di maggio saranno interamente devoluti a Novacoop e a Caritas per progetti nelle scuole e per le scuole». L'intero progetto sarà realizzato grazie al contributo del Centro commerciale San Martino. Infine, all'inaugurazione della mostra, sabato 7 novembre saranno presenti il Sottosegretario Franca Biondelli e l'assessore regionale Augusto Ferrari.

cl.br.