Rinnovata la convenzione tra Provincia e “Le ali della vita”

Rinnovata la convenzione tra Provincia e “Le ali della vita”
Altro 27 Marzo 2015 ore 08:10

NOVARA – Rinnovata la convenzione tra la Provincia di Novara e l’associazione “Le ali della vita”, i cui volontari svolgeranno alcune preziose attività di supporto al Centro servizi pari opportunità di piazza Matteotti 1, che offre assistenza e sostegno, anche di natura legale e psicologica, a soggetti fragili come donne vittime di violenza, persone discriminate o che attraversano un periodo di fragilità temporanea.

L’accordo è stato firmato nei giorni scorsi alla presenza di Giovanna Roccolano, presidente dell’associazione, e di alcuni volontari che lo hanno sottoscritto alla presenza del vicepresidente Enrico Ruggerone e della consigliera alle Pari opportunità Laura Noro.

“L’apporto dei volontari è indispensabile per mantenere a pieno regime l’articolata offerta del Centro servizi pari opportunità – commenta Noro – che assiste gratuitamente centinaia di persone ogni anno, dai casi più gravi di violenza e abusi alla semplice assistenza e richiesta di informazioni”.

mo.c.


NOVARA – Rinnovata la convenzione tra la Provincia di Novara e l’associazione “Le ali della vita”, i cui volontari svolgeranno alcune preziose attività di supporto al Centro servizi pari opportunità di piazza Matteotti 1, che offre assistenza e sostegno, anche di natura legale e psicologica, a soggetti fragili come donne vittime di violenza, persone discriminate o che attraversano un periodo di fragilità temporanea.

L’accordo è stato firmato nei giorni scorsi alla presenza di Giovanna Roccolano, presidente dell’associazione, e di alcuni volontari che lo hanno sottoscritto alla presenza del vicepresidente Enrico Ruggerone e della consigliera alle Pari opportunità Laura Noro.

“L’apporto dei volontari è indispensabile per mantenere a pieno regime l’articolata offerta del Centro servizi pari opportunità – commenta Noro – che assiste gratuitamente centinaia di persone ogni anno, dai casi più gravi di violenza e abusi alla semplice assistenza e richiesta di informazioni”.

mo.c.


 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli