Sacro Cuore, un anno di cineforum

Sacro Cuore, un anno di cineforum
Altro 15 Settembre 2015 ore 09:19

NOVARA - Luci spente e sipario alzato da giovedì 17 settembre al cine-teatro “Sacro Cuore” di Novara. Prenderà il via la stagione cinematografica e teatrale 2015-’16, edizione numero 59 di una rassegna divenuta ormai, con oltre mezzo secolo di storia alle sue spalle, uno degli appuntamenti più tradizionali della città. Correva l’anno 1956 quando, accanto alla chiesa di viale Roma, vide la luce un primo, quasi “sperimentale”, cineforum. Inizialmente pensato come attività specifica di sala parrocchiale, è cresciuto nel tempo, sino a diventare quello conosciuto da tanti. Un’offerta che, attraverso la gestione di un’associazione culturale, ha consentito di affiancare alla programmazione cinematografica un cartellone teatrale fuori abbonamento, ma proposto ai “tesserati” ad un presso simbolico di 2 euro. La parte del leone la recitano i film, con ben sedici pellicole proposte (cinque delle quali di produzione Usa), presentate nella “due giorni” del giovedì alle 21 e del venerdì, con proiezioni alle 17 e alle 21. Si comincia questo giovedì (l’ingresso per l’occasione è gratuito) con “The imitation game”, poi si proseguirà il 24-25 settembre con “Birdman” e l’8-9 ottobre con “St. Vincent”. Dopo queste prime tre produzioni americane il 15 -16 ottobre spazio a “Il racconto dei racconti”, coproduzione italo-francese firmata da Matteo Garrone, che precede “Torneranno i pirati”, pellicola di Ermanno Olmi in calendario il 22-23 ottobre. Il 5-6 novembre sarà la volta del belga “Due giorni, una notte”, il 19-20 dello stesso mese dello svedese “Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza”. Due film sono in cartellone a dicembre: il 3-4 “Il sale della terra” (coproduzione italo-franco-brasiliana); il 10-11 il cinese Il matrimonio di Tuya”. Il nuovo anno si apre il 14-15 gennaio con il francese “Non sposate le mie figlie”; a febbraio (4-5) torna l’America con “L’amore bugiardo - Gone girl”, prima dello spagnolo “Ghost Academy” (18-19). Il 3-4 marzo Cina ancora protagonista con “Lettere di uno sconosciuto”, poi sarà la volta del film di Laura Bispuri “Vergine giurata” (31 marzo-1° aprile). Chiuderanno la rassegna il franco-canadese “Mommy” (7-8 aprile) e lo statunitense “Still Alice” (21-22 dello stesso mese) prima delle proiezione su votazione previste per il 5-6 e 12-13 maggio.

All’interno di questa programmazione si inseriscono sei spettacoli teatrali (il sabato alle 21) e la serata speciale del 28 novembre con il film-teatro “My Sweet Moon Deena”. Il cartellone ha in programma “La pentola del tesoro” (3 ottobre, compagnia “Il Veliero”), “La storia è questa qua” (14 novembre, Gennarojazz & Triccheballaccheband), “Rumori fuori scena” (30 gennaio, “C’era l’Acca”), “Un palcoscenico da Napoli” (ancora Gennaro con il “Teatraccio” di Grosseto il 12 marzo), “Sul filo della memoria” (16 aprile, “Compagnia delle donne”) e “A come anonimi… A come amore: il nostro varietà” (30 aprile, “Gli anonimi”). Gli abbonamento al cineforum (proposti a 60 euro) sono in vendita da oggi a mercoledì dalle 18 alle 20 e nelle giornate e negli orari di proiezione. I biglietti per ogni singolo film costano 7 euro (ridotti “Over 65” e studenti 5 euro); gli spettacoli teatrali 10 euro (ridotti 5) e per gli abbonati ai film 2. Per lo spettacolo del 28 novembre biglietto unico a 10 euro. Per ulteriori informazioni si può telefonare allo 0321 465484.

Luca Mattioli

NOVARA - Luci spente e sipario alzato da giovedì 17 settembre al cine-teatro “Sacro Cuore” di Novara. Prenderà il via la stagione cinematografica e teatrale 2015-’16, edizione numero 59 di una rassegna divenuta ormai, con oltre mezzo secolo di storia alle sue spalle, uno degli appuntamenti più tradizionali della città. Correva l’anno 1956 quando, accanto alla chiesa di viale Roma, vide la luce un primo, quasi “sperimentale”, cineforum. Inizialmente pensato come attività specifica di sala parrocchiale, è cresciuto nel tempo, sino a diventare quello conosciuto da tanti. Un’offerta che, attraverso la gestione di un’associazione culturale, ha consentito di affiancare alla programmazione cinematografica un cartellone teatrale fuori abbonamento, ma proposto ai “tesserati” ad un presso simbolico di 2 euro. La parte del leone la recitano i film, con ben sedici pellicole proposte (cinque delle quali di produzione Usa), presentate nella “due giorni” del giovedì alle 21 e del venerdì, con proiezioni alle 17 e alle 21. Si comincia questo giovedì (l’ingresso per l’occasione è gratuito) con “The imitation game”, poi si proseguirà il 24-25 settembre con “Birdman” e l’8-9 ottobre con “St. Vincent”. Dopo queste prime tre produzioni americane il 15 -16 ottobre spazio a “Il racconto dei racconti”, coproduzione italo-francese firmata da Matteo Garrone, che precede “Torneranno i pirati”, pellicola di Ermanno Olmi in calendario il 22-23 ottobre. Il 5-6 novembre sarà la volta del belga “Due giorni, una notte”, il 19-20 dello stesso mese dello svedese “Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza”. Due film sono in cartellone a dicembre: il 3-4 “Il sale della terra” (coproduzione italo-franco-brasiliana); il 10-11 il cinese Il matrimonio di Tuya”. Il nuovo anno si apre il 14-15 gennaio con il francese “Non sposate le mie figlie”; a febbraio (4-5) torna l’America con “L’amore bugiardo - Gone girl”, prima dello spagnolo “Ghost Academy” (18-19). Il 3-4 marzo Cina ancora protagonista con “Lettere di uno sconosciuto”, poi sarà la volta del film di Laura Bispuri “Vergine giurata” (31 marzo-1° aprile). Chiuderanno la rassegna il franco-canadese “Mommy” (7-8 aprile) e lo statunitense “Still Alice” (21-22 dello stesso mese) prima delle proiezione su votazione previste per il 5-6 e 12-13 maggio.

All’interno di questa programmazione si inseriscono sei spettacoli teatrali (il sabato alle 21) e la serata speciale del 28 novembre con il film-teatro “My Sweet Moon Deena”. Il cartellone ha in programma “La pentola del tesoro” (3 ottobre, compagnia “Il Veliero”), “La storia è questa qua” (14 novembre, Gennarojazz & Triccheballaccheband), “Rumori fuori scena” (30 gennaio, “C’era l’Acca”), “Un palcoscenico da Napoli” (ancora Gennaro con il “Teatraccio” di Grosseto il 12 marzo), “Sul filo della memoria” (16 aprile, “Compagnia delle donne”) e “A come anonimi… A come amore: il nostro varietà” (30 aprile, “Gli anonimi”). Gli abbonamento al cineforum (proposti a 60 euro) sono in vendita da oggi a mercoledì dalle 18 alle 20 e nelle giornate e negli orari di proiezione. I biglietti per ogni singolo film costano 7 euro (ridotti “Over 65” e studenti 5 euro); gli spettacoli teatrali 10 euro (ridotti 5) e per gli abbonati ai film 2. Per lo spettacolo del 28 novembre biglietto unico a 10 euro. Per ulteriori informazioni si può telefonare allo 0321 465484.

Luca Mattioli