San Gaudenzio: al Cantelli premiati i Novaresi dell’anno (FOTOGALLERY)

San Gaudenzio: al Cantelli premiati i Novaresi dell’anno (FOTOGALLERY)
22 Gennaio 2015 ore 10:21

NOVARA – Una figura proveniente dal variegato mondo del volontariato come quella di Eugenio Conti unita a quelle di due apprezzati manager, Maurizio Comoli e Gian Giacomo Ferraris. Sono questi i “Novaresi dell’anno 2015”, la cui cerimonia di consegna dei “sigilli” è avvenuta nel pomeriggio di ieri nell’auditorium “Fratelli Olivieri” del Conservatorio “Cantelli”. Una location, quella del teatro dell’Istituto musicale novarese, ritornata a fare capolino dopo la parentesi dello scorso anno, quando questo importante appuntamento si era tenuto nel Salone dell’Arengo del Broletto. La cerimonia è stata presentata dalla giornalista novarese volto noto televisivo di “7 Gold”, Simona Arrigoni.

NOVARA – Una figura proveniente dal variegato mondo del volontariato come quella di Eugenio Conti unita a quelle di due apprezzati manager, Maurizio Comoli e Gian Giacomo Ferraris. Sono questi i “Novaresi dell’anno 2015”, la cui cerimonia di consegna dei “sigilli” è avvenuta nel pomeriggio di ieri nell’auditorium “Fratelli Olivieri” del Conservatorio “Cantelli”. Una location, quella del teatro dell’Istituto musicale novarese, ritornata a fare capolino dopo la parentesi dello scorso anno, quando questo importante appuntamento si era tenuto nel Salone dell’Arengo del Broletto. La cerimonia è stata presentata dalla giornalista novarese volto noto televisivo di “7 Gold”, Simona Arrigoni.

«Ancora una volta la nostra Amministrazione – ha detto il sindaco Andrea Ballaré – ha voluto compiere una scelta guardando all’esterno e all’interno rispetto alla città e al tempo stesso quello che possono fare all’esterno. Noi vogliamo e dobbiamo che Novara riconosca tutti coloro che nell’ambito della comunità lavorano, si impegnano e ottengono dei risultati e rappresentano dei punti di riferimento».

Primo dei premiati Maurizio Comoli. Laureato in Economia aziendale alla “Bocconi” di Milano, Comoli, nato a Novara nel 1958, è dottore commercialista e revisore contabile. Docente ordinario nella stessa disciplina all’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”, è anche vicepresidente del “Banco Popolare” e presidente del “Cim”. Da qualche settimana ha inoltre assunto anche la presidenza della Camera di commercio.

Eugenio Conti, classe 1946, è stato da sempre attivo su più fronti. Quello dello sport (atleta prima, dirigente poi), dell’impegno politico (come consigliere di Quartiere) e del volontariato, come presidente dell’“Auser” e come sostenitore di progetti umanitari in Africa. Forse il più emozionato di tutti, con un filo di voce ha voluto «ringraziare le associazioni che hanno creduto in me», anticipando che il suo impegno continuerà con altri progetti.

Proviene invece dal mondo della moda Gian Giacomo Ferraris: una carriera intrapresa dopo aver conseguito una laurea in Ingegneria chimica. Ha lavorato in aziende come la “Zegna”, “Jil Sander” e il “Gruppo Gucci”, sino a diventare, poco meno di sei anni fa, amministratore delegato della “Gianni Versace Spa”, azienda che sotto la sua guida opera proprio all’ombra della Cupola.

Sempre al Cantelli si è svolta nel pomeriggio di ieri anche la consegna dei tradizionali riconoscimenti ai “Benemeriti della solidarietà”, da parte della “Fondazione della Comunità del Novarese”. Come in occasione della precedente edizione, il premio è stato un’acquaforte dell’artista Sergio Floriani dal titolo “Donare ti segna”. E come lo scorso anno si è voluto in qualche modo privilegiare i “progetti” (otto su nove riconoscimenti) piuttosto che le persone. Gli enti che hanno ricevuto il riconoscimento sono la Parrocchia di San Giovanni Battista di Alzo di Pella per il restauro della chiesa di San Filiberto di Prorio (la comunità ha saputo raccogliere 29.600 euro in donazioni); la Parrocchia dei Santi Nazario e Celso di San Nazzaro Sesia per il progetto di restauro conservativo del pavimento del chiostro della locale Abbazia (iniziativa che ha ottenuto il sostegno di più di 150 donazioni); il Comune di Briga Novarese per il progetto di restauro della Cappella della “Madonna del Motto” (10 mila euro la somma raccolta); l’Aps “Gazza Ladra” e Fondazione “Cecco Fornara – Gianni Barbaglia” per la riqualificazione e la ristrutturazione del centro “Gazza Ladra” di Invorio (l’iniziativa ha coinvolto oltre cento donatori per una cifra di oltre 35 mila euro); l’associazione “Simply Bikers – Semplicemente motociclisti” di Borgomanero, che nel corso del 2014 ha contribuito in maniera significativa al precedente progetto.

Altri progetti premiati sono quelli sostenuti dall’associazione “Noi del IV Circolo” di Novara per la riqualificazione dell’auditorium della scuola “Bottacchi” e per quello finalizzato all’acquisto di lavagne interattive multimediali (più di duecento i donatori che hanno aderito); l’Aps “Rete-Non di solo pane” di Arona e Borgomanero per un progetto di “Mensa sociale”; l’associazione “Avo” di Borgomanero per il progetto di riqualificazione del Reparto di Neonatologia e Pediatria del nosocomio borgomanerese; l’associazione “Liberazione e Speranza onlus” di Novara per l’impegno dimostrato a favore delle vittime dello sfruttamento sessuale e di violenza grazie al progetto “365VolteNo!”. L’associazione ha saputo coinvolgere oltre un centinaio di donazioni.

Luca Mattioli

>>> CLICCA PER VEDERE LE IMMAGINI

Leggi gli articoli integrali sul Corriere di Novara di giovedì 22 gennaio 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità