«Senza formazione non può esserci lavoro»

«Senza formazione non può esserci lavoro»
Altro 05 Giugno 2015 ore 08:59

NOVARA - La Scuola Edile Novara presieduta da Luigi Falabrino ha proseguito le iniziative per il proprio quarantennale venerdì scorso con un incontro all'Itis Omar emblematicamente intitolato “La Scuola Edile di Novara: ieri, oggi e domani”. Un momento di confronto e condivisione con Istituzioni politiche, ordini professionali, parti sociali, Spresal, Dtl, Inail e mondo della scuola con cui la Sen collabora, ma anche l'occasione per presentare il nuovo logo e premiare i primi 20 lavoratori storicamente formati.

Si tratta di Sebastiano Altomonte, Davide Bagnati, Mauro Carassotti, Claudio Carco, Renzo Chiantore, Salvatore Clausi, Claudio Crivellin, Salvatore Famà, Ignazio Frisari, Antonio Fulginiti, Giorgio Gennari, Orlando Lo Presti, Mario Monsù, Abramo Perotta, Pasquale Piccirilli, Viro Purri, Carmelo Scalise, Davide Temporelli, Domenico Vincenti e Umberto Zanellato.

Il nuovo logo della Sen è invece opera di Luca Ragazzoni, quarantacinquenne geometra di Invorio vincitore di un apposito bando. Secondo premio al geometra di Borgoticino Alessandro Marchese che si è avvalso della collaborazione di Elisabetta Ribolzi. Terzo premio al geometra di Grignasco Patrizia Barlassina.

Prima dei vari riconoscimenti, il benvenuto del dirigente scolastico dell'Iti Omar  Franco Ticozzi e voce ai rappresentanti degli Enti con cui la Sen interagisce nella sua attività formativa «professionale specifica per il settore delle costruzioni  - come ha spiegato il vicepresidente Sen, Maurizio Nieli  - Senza scuola, sicurezza, preparazione tecnico-professionale, conoscenza delle normative vigenti non può esserci lavoro. Il mancato ricambio generazionale di manodopera specializzata e la crisi economica hanno messo le imprese del settore in ginocchio. La Sen fa la sua parte, gli imprenditori devono chiudere il cerchio con la pratica e il reinserimento lavorativo». 
Il prefetto di Novara, Francesco Paolo Castaldo, ha ricordato: «La vera tutela dei diritti  passa dalla legalità anche morale. Va adottato il buonsenso insieme alle norme di legge». Oltre a lui sono intervenuti tra gli altri Emilio Brustia, presidente Ance Novara, il sindaco di Novara, Andrea Ballarè, la referente della Sen all'interno dell'Ente Provincia di Novara, Maria Teresa Graziosi, Roberta Grossi per lo Spresal dell'Asl No, Daniele Maria Bais per l'Inail, il presidente dell'Ordine provinciale degli ingegneri Maurizio Riboni e quello dell'Ordine provinciale dei Geometri Paolo Fizzotti. 
Filippo Bezio

NOVARA - La Scuola Edile Novara presieduta da Luigi Falabrino ha proseguito le iniziative per il proprio quarantennale venerdì scorso con un incontro all'Itis Omar emblematicamente intitolato “La Scuola Edile di Novara: ieri, oggi e domani”. Un momento di confronto e condivisione con Istituzioni politiche, ordini professionali, parti sociali, Spresal, Dtl, Inail e mondo della scuola con cui la Sen collabora, ma anche l'occasione per presentare il nuovo logo e premiare i primi 20 lavoratori storicamente formati.

Si tratta di Sebastiano Altomonte, Davide Bagnati, Mauro Carassotti, Claudio Carco, Renzo Chiantore, Salvatore Clausi, Claudio Crivellin, Salvatore Famà, Ignazio Frisari, Antonio Fulginiti, Giorgio Gennari, Orlando Lo Presti, Mario Monsù, Abramo Perotta, Pasquale Piccirilli, Viro Purri, Carmelo Scalise, Davide Temporelli, Domenico Vincenti e Umberto Zanellato.

Il nuovo logo della Sen è invece opera di Luca Ragazzoni, quarantacinquenne geometra di Invorio vincitore di un apposito bando. Secondo premio al geometra di Borgoticino Alessandro Marchese che si è avvalso della collaborazione di Elisabetta Ribolzi. Terzo premio al geometra di Grignasco Patrizia Barlassina.

Prima dei vari riconoscimenti, il benvenuto del dirigente scolastico dell'Iti Omar  Franco Ticozzi e voce ai rappresentanti degli Enti con cui la Sen interagisce nella sua attività formativa «professionale specifica per il settore delle costruzioni  - come ha spiegato il vicepresidente Sen, Maurizio Nieli  - Senza scuola, sicurezza, preparazione tecnico-professionale, conoscenza delle normative vigenti non può esserci lavoro. Il mancato ricambio generazionale di manodopera specializzata e la crisi economica hanno messo le imprese del settore in ginocchio. La Sen fa la sua parte, gli imprenditori devono chiudere il cerchio con la pratica e il reinserimento lavorativo».
Il prefetto di Novara, Francesco Paolo Castaldo, ha ricordato: «La vera tutela dei diritti  passa dalla legalità anche morale. Va adottato il buonsenso insieme alle norme di legge». Oltre a lui sono intervenuti tra gli altri Emilio Brustia, presidente Ance Novara, il sindaco di Novara, Andrea Ballarè, la referente della Sen all'interno dell'Ente Provincia di Novara, Maria Teresa Graziosi, Roberta Grossi per lo Spresal dell'Asl No, Daniele Maria Bais per l'Inail, il presidente dell'Ordine provinciale degli ingegneri Maurizio Riboni e quello dell'Ordine provinciale dei Geometri Paolo Fizzotti. 
Filippo Bezio