Menu
Cerca
La storia

Tarzan si è addormentato per sempre. La lettera della volontaria che lo ha adottato “Un anno con te è stata una vita intera”

Il cane era arrivato in Canile di Monza nel 2015, ritirato dal Nucleo Anti Maltrattamento da una ditta dove viveva praticamente abbandonato a se stesso.

Tarzan si è addormentato per sempre. La lettera della volontaria che lo ha adottato “Un anno con te è stata una vita intera”
Altro 20 Febbraio 2021 ore 09:53

La storia di Tarzan

Questa è una storia di riscatto, di rivincita. Di un amore nato quando tutto sembrava ormai perso. Tarzan era arrivato nel Canile di Monza, il 12 marzo del 2015, a circa 10 anni, ritirato dal Nucleo Anti Maltrattamento da una ditta dove viveva praticamente abbandonato a se stesso, senza mai uscire dal suo recinto dove c’era solo un ricovero fatiscente.

Appena arrivato, da buon pitbull aveva mostrato un carattere forte e deciso ed era molto selettivo nello scegliere le persone a cui dare fiducia.

Sapevamo che l’adozione di Tarzan non sarebbe stata facile – fanno sapere i volontari di Enpa: era stato anche inserito nel Progetto Famiglia a Distanza nella speranza che un po’ di visibilità in più potesse dargli più chances di adozione. Ma sembrava uno di quei cani destinati a restare per sempre in canile, mentre, nel frattempo, arrivavano i primi acciacchi e qualche problemino di salute.

Ma ecco aprirsi una speranza: tra le pochissime persone con cui Tarzan era capace di commoventi slanci di affetto, c’era Stella, volontaria Enpa che fa parte proprio del Nucleo Anti Maltrattamento. Mentre Tarzan invecchiava, nella testa di Stella – che in realtà non aveva mai pensato di prendere un cane – si è fatta sempre più concreta l’idea di adottarlo.

Un’idea che l’1 febbraio 2020 diventava una splendida realtà.

La lettera della volontaria che lo ha adottato “Un anno con te è stata una vita intera”

Dopo appena un anno insieme, Tarzan purtroppo si è addormentato per sempre e Stella ha voluto scrivergli una bellissima lettera in cui ripercorre con immenso slancio emotivo cosa ha significato per lei l’arrivo di Tarzan in casa, le passeggiate, le soddisfazioni, le mille coccole, un amore infinito.

Di seguito la lettera integrale della volontaria

“Sai Stella, Tarzan non sta bene…” è iniziata così la nostra storia. Ti amavo già da volontaria, mi ero trasferita da poco e avevo ancora molte cose da sistemare ma era il tuo momento di avere qualcosa dalla vita. L’1 febbraio 2020 sono venuta a prenderti per portarti a casa con me, era da tanto che non ti vedevo, il peso degli anni era invadente sul tuo corpo e nel tuo sguardo.

Continua la lettura sul portale di Monza.