Torna la Fiera campionaria di Novara

Torna la Fiera campionaria di Novara
Altro 11 Settembre 2015 ore 10:10

NOVARA - Torna dal 26 settembre al 4 ottobre, in viale Kennedy nel piazzale nei pressi del Pala “Dal Lago”, la mostra campionaria di Novara. A rilanciarla il “papà” e “patron” Marco Faccioretti che  ha presentato l’iniziativa  martedì scorso, a Palazzo Cabrino, insieme ai rappresentanti del Comune di Novara che patrocina l’evento così come la Camera di Commercio: «La mostra rientra nel cartellone di manifestazioni cittadine “Fuori Expo” - ha spiegato l’assessore al Commercio del Comune di Novara, Sara Paladini  - Nella sua veste storica mancava dal 2005, oggi torna rinnovata con una dislocazione più estesa e conforme alle esigenze dei cittadini-consumatori. Ci saranno 120 espositori e oltre 200 stand, spazi per le attività commerciali, per realtà del mondo sociale e del volontariato». L’assessore Paladini ha anticipato: «E’ prevista anche una pista da ballo per favorire una maggiore partecipazione ed offrire intrattenimento, gratuito così come l’ingresso in fiera. In mostra ci saranno  poi le eccellenze enogastronomiche del territorio con una parte dedicata al food, al ristoro ed eventi di show cooking». 

Soddisfatto  Marco Faccioretti: «Per me è la trentaseiesima edizione di un’avventura partita nel 1975  - ha ricordato -  Dopo le prime due edizioni in viale delle Carrozze, ce ne sono state altrettante in viale Giulio Cesare. Dal 1980 la fiera si è spostata in viale Kennedy dove ho proseguito ad organizzarla in prima persona fino al 2005. Mi mancava, sentivo un vuoto nello stomaco. Con il Comune ci stavo lavorando da un anno». Entrando nel dettaglio, Faccioretti ha evidenziato: «I 240 stand programmati sono stati colmati. Il percorso di visita assicura a tutti la visibilità. Ci sarà uno spazio aperto, dedicato alle automobili, alla filiera del riso e ad un orto completo creato dall’Istituto Bonfantini.  Ogni pomeriggio si potrà ballare, alla sera saranno proposti eventi culturali teatrali, musicali, canori, di poesia dialettale. Ci sarà poi una caccia al tesoro:  in palio 750 euro per il vincitore. Ai visitatori, che avranno disposizione 4 metri per il passaggio (per gli stand  ci sono invece 3 metri) verrà distribuito  il “Corrierino della Campionaria” in formato tabloid con tutte le informazioni utili.  La struttura ospiterà anche la Fiera degli Sposi dal 9 all’11 ottobre: si monta e smonta in 20 giorni».  A progettarla è stato l’architetto Bogogna: «E’ modulare ed agile, con due capannoni coperti e zone scoperte  - ha detto l’architetto -  E’ stata seguita la normativa vigente in ambito di spettacoli, di impianti elettrici ed antincendio.  La costruzione inizierà il prossimo 15 settembre». Il sindaco di Novara, Andrea Ballarè, ha concluso: «La campionaria è nel Dna e nel cuore di Novara. Oggi contempera la tradizione  con la novità e la necessità delle imprese di avere un luogo dove riproporsi. Il fatto che la mostra abbia riscosso quest’anno adesioni significa che il tessuto economico locale ha reagito alla crisi, in città c’è fervore. Non so se Novara può reggere un sito fieristico tutto l’anno, questa soluzione è elastica». L’inaugurazione della mostra campionaria è prevista il 26 settembre alle ore 15.30.

Filippo Bezio

NOVARA - Torna dal 26 settembre al 4 ottobre, in viale Kennedy nel piazzale nei pressi del Pala “Dal Lago”, la mostra campionaria di Novara. A rilanciarla il “papà” e “patron” Marco Faccioretti che  ha presentato l’iniziativa  martedì scorso, a Palazzo Cabrino, insieme ai rappresentanti del Comune di Novara che patrocina l’evento così come la Camera di Commercio: «La mostra rientra nel cartellone di manifestazioni cittadine “Fuori Expo” - ha spiegato l’assessore al Commercio del Comune di Novara, Sara Paladini  - Nella sua veste storica mancava dal 2005, oggi torna rinnovata con una dislocazione più estesa e conforme alle esigenze dei cittadini-consumatori. Ci saranno 120 espositori e oltre 200 stand, spazi per le attività commerciali, per realtà del mondo sociale e del volontariato». L’assessore Paladini ha anticipato: «E’ prevista anche una pista da ballo per favorire una maggiore partecipazione ed offrire intrattenimento, gratuito così come l’ingresso in fiera. In mostra ci saranno  poi le eccellenze enogastronomiche del territorio con una parte dedicata al food, al ristoro ed eventi di show cooking». 

Soddisfatto  Marco Faccioretti: «Per me è la trentaseiesima edizione di un’avventura partita nel 1975  - ha ricordato -  Dopo le prime due edizioni in viale delle Carrozze, ce ne sono state altrettante in viale Giulio Cesare. Dal 1980 la fiera si è spostata in viale Kennedy dove ho proseguito ad organizzarla in prima persona fino al 2005. Mi mancava, sentivo un vuoto nello stomaco. Con il Comune ci stavo lavorando da un anno». Entrando nel dettaglio, Faccioretti ha evidenziato: «I 240 stand programmati sono stati colmati. Il percorso di visita assicura a tutti la visibilità. Ci sarà uno spazio aperto, dedicato alle automobili, alla filiera del riso e ad un orto completo creato dall’Istituto Bonfantini.  Ogni pomeriggio si potrà ballare, alla sera saranno proposti eventi culturali teatrali, musicali, canori, di poesia dialettale. Ci sarà poi una caccia al tesoro:  in palio 750 euro per il vincitore. Ai visitatori, che avranno disposizione 4 metri per il passaggio (per gli stand  ci sono invece 3 metri) verrà distribuito  il “Corrierino della Campionaria” in formato tabloid con tutte le informazioni utili.  La struttura ospiterà anche la Fiera degli Sposi dal 9 all’11 ottobre: si monta e smonta in 20 giorni».  A progettarla è stato l’architetto Bogogna: «E’ modulare ed agile, con due capannoni coperti e zone scoperte  - ha detto l’architetto -  E’ stata seguita la normativa vigente in ambito di spettacoli, di impianti elettrici ed antincendio.  La costruzione inizierà il prossimo 15 settembre». Il sindaco di Novara, Andrea Ballarè, ha concluso: «La campionaria è nel Dna e nel cuore di Novara. Oggi contempera la tradizione  con la novità e la necessità delle imprese di avere un luogo dove riproporsi. Il fatto che la mostra abbia riscosso quest’anno adesioni significa che il tessuto economico locale ha reagito alla crisi, in città c’è fervore. Non so se Novara può reggere un sito fieristico tutto l’anno, questa soluzione è elastica». L’inaugurazione della mostra campionaria è prevista il 26 settembre alle ore 15.30.

Filippo Bezio