Altro

Torna la Giornata nazionale per la Sla

Torna la Giornata nazionale per la Sla
Altro Novara, 13 Settembre 2016 ore 11:43

NOVARA, Il 18 settembre Aisla, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, sarà presente in più di 150 piazze in tutta Italia in occasione della IX Giornata nazionale sulla SLA per raccogliere fondi da destinare all’assistenza dei malati (oltre 6mila le persone colpite in Italia).

La Giornata Nazionale sulla SLA è possibile grazie al sostegno di Regione Piemonte, del Consorzio Barbera d'Asti e vini del Monferrato e della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti.

In Piemonte saranno 10 le piazze coinvolte in 5 province: a Novara lo stand Aisla sarà per tutta la giornata sotto i portici di via Rosselli, di fronte all’ingresso al Broletto.

L’iniziativa nelle piazze prende il nome di “Un contributo versato con gusto”: con un’offerta di 10 euro sarà infatti possibile ricevere una bottiglia di vino Barbera d’Asti DOCG. Grazie al sostegno di Regione Piemonte, del Consorzio Barbera d'Asti e vini del Monferrato e della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, i volontari AISLA potranno portare nelle oltre 150 piazze coinvolte più di 12.000 bottiglie di vino.

Questa collaborazione conferma il forte legame che lega Aisla al Piemonte. L’associazione è nata infatti 33 anni fa a Novara e oggi sono già attive le sezioni locali di Torino, Biella, Cuneo, Asti e Novara che seguono complessivamente oltre 200 persone con SLA e le loro famiglie, con servizi gratuiti come il supporto psicologico, la fisioterapia a domicilio e la consulenza legale. In Piemonte i malati di SLA sono oltre 450.

Maggiori informazioni sono presenti sul sito: www.aisla.it

I fondi raccolti saranno utilizzati da AISLA, presente sul territorio italiano con 63 rappresentanze territoriali e 300 volontari distribuiti in 19 regioni, per sostenere “L’Operazione Sollievo” il progetto dell’associazione che prevede attività gratuite a sostegno delle persone con SLA, come consulenze psicologiche, legali e fiscali e contributi economici per le famiglie in difficoltà che hanno bisogno di una badante o di strumenti per l’assistenza (letti speciali, comunicatori). Sulla confezione di 1.500 bottiglie distribuite nelle piazze piemontesi sarà inserito quest’anno un QrCode in rilevo per i non vedenti. Una volta individuato il Qrcode in rilievo, le persone non vedenti potranno puntare il loro smarthpone sul codice e ricevere le informazioni vocali sull’iniziativa. Massimo Mauro, presidente di Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, ha commentato: “Siamo felici di avere al nostro fianco Regione Piemonte, Consorzio Barbera D’Asti e vini del Monferrato e Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, perché proprio grazie al gioco di squadra possiamo fare di più per le persone con SLA e le loro famiglie. Solo negli ultimi anni AISLA, grazie ai fondi raccolti con le donazioni, ha potuto destinare 5 milioni di euro all’assistenza delle persone con SLA e altri 5,5 milioni al sostegno della ricerca scientifica sulla SLA”. Giorgio Ferrero, assessore all'Agricoltura, caccia e pesca della Regione, ha commentato: “L’impegno a favore della solidarietà e del volontariato è uno dei fari che orienta questa Giunta. Per questo abbiamo sempre visto con favore l’attività di una associazione come AISLA, cui abbiamo sempre dato con enorme piacere il nostro sostegno. Ci riempie poi di soddisfazione il fatto che l’iniziativa AISLA abbia come occasione di solidarietà un vino straordinario come la Barbera, un frutto del nostro territorio che ci invidiano in molti”. Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d'Asti e vini del Monferrato ha detto:"Siamo lieti che la Barbera d'Asti sia parte attiva in questo importante momento. Un ringraziamento va dunque alle nostre aziende associate che, nell'aderire in modo convinto all'iniziativa, hanno voluto esprimere la propria vicinanza all'AISLA e alla mission che essa persegue”. Michele Maggiora, già presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, ha osservato: “La Fondazione ha sempre prestato attenzione alle problematiche sociali e da anni è impegnata nell’ organizzazione della giornata Nazionale sulla SLA”.

mo.c.

NOVARA, Il 18 settembre Aisla, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, sarà presente in più di 150 piazze in tutta Italia in occasione della IX Giornata nazionale sulla SLA per raccogliere fondi da destinare all’assistenza dei malati (oltre 6mila le persone colpite in Italia).

La Giornata Nazionale sulla SLA è possibile grazie al sostegno di Regione Piemonte, del Consorzio Barbera d'Asti e vini del Monferrato e della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti.

In Piemonte saranno 10 le piazze coinvolte in 5 province: a Novara lo stand Aisla sarà per tutta la giornata sotto i portici di via Rosselli, di fronte all’ingresso al Broletto.

L’iniziativa nelle piazze prende il nome di “Un contributo versato con gusto”: con un’offerta di 10 euro sarà infatti possibile ricevere una bottiglia di vino Barbera d’Asti DOCG. Grazie al sostegno di Regione Piemonte, del Consorzio Barbera d'Asti e vini del Monferrato e della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, i volontari AISLA potranno portare nelle oltre 150 piazze coinvolte più di 12.000 bottiglie di vino.

Questa collaborazione conferma il forte legame che lega Aisla al Piemonte. L’associazione è nata infatti 33 anni fa a Novara e oggi sono già attive le sezioni locali di Torino, Biella, Cuneo, Asti e Novara che seguono complessivamente oltre 200 persone con SLA e le loro famiglie, con servizi gratuiti come il supporto psicologico, la fisioterapia a domicilio e la consulenza legale. In Piemonte i malati di SLA sono oltre 450.

Maggiori informazioni sono presenti sul sito: www.aisla.it

I fondi raccolti saranno utilizzati da AISLA, presente sul territorio italiano con 63 rappresentanze territoriali e 300 volontari distribuiti in 19 regioni, per sostenere “L’Operazione Sollievo” il progetto dell’associazione che prevede attività gratuite a sostegno delle persone con SLA, come consulenze psicologiche, legali e fiscali e contributi economici per le famiglie in difficoltà che hanno bisogno di una badante o di strumenti per l’assistenza (letti speciali, comunicatori). Sulla confezione di 1.500 bottiglie distribuite nelle piazze piemontesi sarà inserito quest’anno un QrCode in rilevo per i non vedenti. Una volta individuato il Qrcode in rilievo, le persone non vedenti potranno puntare il loro smarthpone sul codice e ricevere le informazioni vocali sull’iniziativa. Massimo Mauro, presidente di Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, ha commentato: “Siamo felici di avere al nostro fianco Regione Piemonte, Consorzio Barbera D’Asti e vini del Monferrato e Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, perché proprio grazie al gioco di squadra possiamo fare di più per le persone con SLA e le loro famiglie. Solo negli ultimi anni AISLA, grazie ai fondi raccolti con le donazioni, ha potuto destinare 5 milioni di euro all’assistenza delle persone con SLA e altri 5,5 milioni al sostegno della ricerca scientifica sulla SLA”. Giorgio Ferrero, assessore all'Agricoltura, caccia e pesca della Regione, ha commentato: “L’impegno a favore della solidarietà e del volontariato è uno dei fari che orienta questa Giunta. Per questo abbiamo sempre visto con favore l’attività di una associazione come AISLA, cui abbiamo sempre dato con enorme piacere il nostro sostegno. Ci riempie poi di soddisfazione il fatto che l’iniziativa AISLA abbia come occasione di solidarietà un vino straordinario come la Barbera, un frutto del nostro territorio che ci invidiano in molti”. Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d'Asti e vini del Monferrato ha detto:"Siamo lieti che la Barbera d'Asti sia parte attiva in questo importante momento. Un ringraziamento va dunque alle nostre aziende associate che, nell'aderire in modo convinto all'iniziativa, hanno voluto esprimere la propria vicinanza all'AISLA e alla mission che essa persegue”. Michele Maggiora, già presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, ha osservato: “La Fondazione ha sempre prestato attenzione alle problematiche sociali e da anni è impegnata nell’ organizzazione della giornata Nazionale sulla SLA”.

mo.c.

Seguici sui nostri canali