Torna sabato a Novara la classica “Run for Parkinson’s”

Torna sabato a Novara la classica “Run for Parkinson’s”
Altro 06 Maggio 2015 ore 13:35

NOVARA - Torna il prossimo sabato  a Novara la “Run for Parkinson’s” organizzata dalla locale sezione dell’Associazione Parkinson Insubria. 

Molteplici gli obiettivi di questa corsa non competitiva che si svolge annualmente in tutto il mondo: ricordare il dottor Parkinson, da cui la malattia progressiva e invalidante ha preso il nome, sensibilizzare l’opinione  pubblica sui bisogni di malati e famiglie, raccogliere fondi per la ricerca su una malattia ancora inguaribile. 

Nutrito il “pool” di promotori ed organizzatori: l’Associazione Podistica “Novara Che Corre”  si occupa degli aspetti tecnici: si può partecipare alla “family run”, camminata di circa 1 km nel centro cittadino e alla corsa di 6 km  che seguirà il percorso Piazza del Duomo - Vicolo Canonica - Piazza Antonio Gramsci - Corso Giuseppe Mazzini - Corso XXIII Marzo - Viale Giulio Cesare - Viale Giuseppe Verdi - Largo Bellini - Via Francesco Dominioni - Piazza Antonio Gramsci - Vicolo Canonica - Piazza del Duomo curato dal Cai. I pettorali sono stati realizzati dai ragazzi del Motoclub Novara; il Comune di Novara e la Fondazione Comunità del Novarese Onlus (storica sostenitrice dell’Associazione Parkinson Insubria Novara) patrocineranno l’evento che  per tutta la giornata avrà come epicentro il “Run Village” in Piazza Duomo dove si terranno una “panisciata”, eventi di animazione e sorgeranno gazebo informativi. 

Le iscrizioni (5 euro) si effettueranno sul posto il giorno della corsa (ritrovo alle 9.30)  oppure dalle 16 alle 22 dell’8 maggio sempre in Piazza Duomo.  Si può prenotarsi  telefonando al numero 333-2136239 oppure inviando una e-mail agli indirizzi info@novaeventi.it, info@novarachecorre.it, novara.runforparkinson@gmail.com: «Il  morbo di Parkinson ha un grande impatto sulla vita dei malati e crea un particolare disagio alle loro famiglie - ha evidenziato Ezio Leonardi, presidente della Fondazione della Comunità del Novarese Onlus presso la cui sede  l’evento è stato presentato giovedì scorso - Interveniamo anche in campo sanitario per supportare le Associazioni di volontariato nell’alleviare le sofferenze di queste persone. Speriamo che la “Run for Parkinson’s”  contribuisca a dare loro coraggio e a mettere a disposizione nuove risorse per combattere la malattia». Adriana Rossi, presidente dell’Associazione Parkinsin Insubria - Sezione di Novara  intervenuta con il vicepresidente Alessandro Lomaglio ha aggiunto: «I malati tendono a richiudersi, a non uscire di casa: noi cerchiamo di supportarli proponendo attività di ginnastica adattata per i malati,  gruppi di sostegno psicologico per malati e familiari, momenti di incontro e di socializzazione periodici tutte le settimane. All’ospedale di Novara sono attualmente in cura circa 300-350 pazienti che provengono anche da fuori. Purtroppo questa malattia del movimento colpisce sempre più persone  anche sotto i 40 anni». 

L’assessore al Commercio del Comune di Novara, Sara Paladini, ha concluso: «Non lasciamo sole le famiglie e i malati. La “Run for Parkinson’s” simboleggia la corsa ad ostacoli e contro il tempo che queste persone  affrontano tutti i giorni. Servono passi verso le cure, la ricerca è fondamentale». 

L’Associazione Parkinson Insubria - Sezione di Novara ha comunicato di aver  eletto nell’ultima assemblea ordinaria il consiglio direttivo  per il triennio 2015-2017. Oltre ai già citati Rossi e Lomaglio, ne fanno parte l’altro vicepresidente Cesare Barino, il segretario Loredana Zago, il tesoriere Giuseppe Cavallo, i consiglieri Antonio Costanza e Maria Roda. Confermata Emma Festa come revisore dei conti.

Filippo Bezio

NOVARA - Torna il prossimo sabato  a Novara la “Run for Parkinson’s” organizzata dalla locale sezione dell’Associazione Parkinson Insubria. 

Molteplici gli obiettivi di questa corsa non competitiva che si svolge annualmente in tutto il mondo: ricordare il dottor Parkinson, da cui la malattia progressiva e invalidante ha preso il nome, sensibilizzare l’opinione  pubblica sui bisogni di malati e famiglie, raccogliere fondi per la ricerca su una malattia ancora inguaribile. 

Nutrito il “pool” di promotori ed organizzatori: l’Associazione Podistica “Novara Che Corre”  si occupa degli aspetti tecnici: si può partecipare alla “family run”, camminata di circa 1 km nel centro cittadino e alla corsa di 6 km  che seguirà il percorso Piazza del Duomo - Vicolo Canonica - Piazza Antonio Gramsci - Corso Giuseppe Mazzini - Corso XXIII Marzo - Viale Giulio Cesare - Viale Giuseppe Verdi - Largo Bellini - Via Francesco Dominioni - Piazza Antonio Gramsci - Vicolo Canonica - Piazza del Duomo curato dal Cai. I pettorali sono stati realizzati dai ragazzi del Motoclub Novara; il Comune di Novara e la Fondazione Comunità del Novarese Onlus (storica sostenitrice dell’Associazione Parkinson Insubria Novara) patrocineranno l’evento che  per tutta la giornata avrà come epicentro il “Run Village” in Piazza Duomo dove si terranno una “panisciata”, eventi di animazione e sorgeranno gazebo informativi. 

Le iscrizioni (5 euro) si effettueranno sul posto il giorno della corsa (ritrovo alle 9.30)  oppure dalle 16 alle 22 dell’8 maggio sempre in Piazza Duomo.  Si può prenotarsi  telefonando al numero 333-2136239 oppure inviando una e-mail agli indirizzi info@novaeventi.it, info@novarachecorre.it, novara.runforparkinson@gmail.com: «Il  morbo di Parkinson ha un grande impatto sulla vita dei malati e crea un particolare disagio alle loro famiglie - ha evidenziato Ezio Leonardi, presidente della Fondazione della Comunità del Novarese Onlus presso la cui sede  l’evento è stato presentato giovedì scorso - Interveniamo anche in campo sanitario per supportare le Associazioni di volontariato nell’alleviare le sofferenze di queste persone. Speriamo che la “Run for Parkinson’s”  contribuisca a dare loro coraggio e a mettere a disposizione nuove risorse per combattere la malattia». Adriana Rossi, presidente dell’Associazione Parkinsin Insubria - Sezione di Novara  intervenuta con il vicepresidente Alessandro Lomaglio ha aggiunto: «I malati tendono a richiudersi, a non uscire di casa: noi cerchiamo di supportarli proponendo attività di ginnastica adattata per i malati,  gruppi di sostegno psicologico per malati e familiari, momenti di incontro e di socializzazione periodici tutte le settimane. All’ospedale di Novara sono attualmente in cura circa 300-350 pazienti che provengono anche da fuori. Purtroppo questa malattia del movimento colpisce sempre più persone  anche sotto i 40 anni». 

L’assessore al Commercio del Comune di Novara, Sara Paladini, ha concluso: «Non lasciamo sole le famiglie e i malati. La “Run for Parkinson’s” simboleggia la corsa ad ostacoli e contro il tempo che queste persone  affrontano tutti i giorni. Servono passi verso le cure, la ricerca è fondamentale». 

L’Associazione Parkinson Insubria - Sezione di Novara ha comunicato di aver  eletto nell’ultima assemblea ordinaria il consiglio direttivo  per il triennio 2015-2017. Oltre ai già citati Rossi e Lomaglio, ne fanno parte l’altro vicepresidente Cesare Barino, il segretario Loredana Zago, il tesoriere Giuseppe Cavallo, i consiglieri Antonio Costanza e Maria Roda. Confermata Emma Festa come revisore dei conti.

Filippo Bezio