Altro

Tre i candidati al “Premio La Torre-Mattarella”: sabato a Novara la cerimonia

Tre i candidati al “Premio La Torre-Mattarella”: sabato a Novara la cerimonia
Altro 20 Novembre 2015 ore 12:28

NOVARA - Sabato 21, alle 18.30, allo Spazio Sciapò di corso Cavallotti, l’Associazione La Torre-Mattarella (intitolata ai due politici siciliani morti per mano della mafia, uno dei quali fratello dell’attuale presidente della Repubblica) presenterà il “1° Premio Pio La Torre e Piersanti Mattarella” per la migliore tesi di laurea magistrale sui temi della criminalità organizzata e delle mafie.  

In concorso tre tesi di laurea segnalate dall’Osservatorio sulla criminalità organizzata dell’Università degli studi di Milano diretto dal professor Nando Dalla Chiesa, che sarà presente alla cerimonia.

«Abbiamo volute questo premio - spiega il presidente di LTM  Roberto Leggero - per aggiungere un atto concreto all’impegno quotidiano dell’Associazione che è quello di monitorare la situazione novarese e intervenire nel dibattito pubblico attraverso prese di posizione e denunce». 

Candidati sono il comasco Marco Fortunato, 25 anni, laureatosi in Relazioni Internazionali, con la tesi tesi  “La criminalità organizzata nei Paesi baltici. Il caso della Lituania”; Roberto Nicolini, nato a Tradate 27 anni fa, laureato in Scienze politiche e di governo, con ”Crimine organizzato, democrazia e spazio metropolitano: le favelas di Rio de Janeiro”; e Carmela Racioppi, milanese d’adozione, con “Le organizzazioni criminali nell’area balcanica (1990-2013”)”. 

L’iniziativa dell’Associazione LTM e di Assopace (confinanziatrice del Premio) è completata dalla presentazione del libro di Franco La Torre Sulle ginocchia. Pio La Torre, una storia”  (sempre sabato, alle 16, alla Libreria Lazzarelli) e dalla cena di finanziamento che le due associazioni terranno domenica 22 novembre alla Casa del Popolo di Romentino.

 

p.v.


 

NOVARA - Sabato 21, alle 18.30, allo Spazio Sciapò di corso Cavallotti, l’Associazione La Torre-Mattarella (intitolata ai due politici siciliani morti per mano della mafia, uno dei quali fratello dell’attuale presidente della Repubblica) presenterà il “1° Premio Pio La Torre e Piersanti Mattarella” per la migliore tesi di laurea magistrale sui temi della criminalità organizzata e delle mafie.  

In concorso tre tesi di laurea segnalate dall’Osservatorio sulla criminalità organizzata dell’Università degli studi di Milano diretto dal professor Nando Dalla Chiesa, che sarà presente alla cerimonia.

«Abbiamo volute questo premio - spiega il presidente di LTM  Roberto Leggero - per aggiungere un atto concreto all’impegno quotidiano dell’Associazione che è quello di monitorare la situazione novarese e intervenire nel dibattito pubblico attraverso prese di posizione e denunce». 

Candidati sono il comasco Marco Fortunato, 25 anni, laureatosi in Relazioni Internazionali, con la tesi tesi  “La criminalità organizzata nei Paesi baltici. Il caso della Lituania”; Roberto Nicolini, nato a Tradate 27 anni fa, laureato in Scienze politiche e di governo, con ”Crimine organizzato, democrazia e spazio metropolitano: le favelas di Rio de Janeiro”; e Carmela Racioppi, milanese d’adozione, con “Le organizzazioni criminali nell’area balcanica (1990-2013”)”. 

L’iniziativa dell’Associazione LTM e di Assopace (confinanziatrice del Premio) è completata dalla presentazione del libro di Franco La Torre Sulle ginocchia. Pio La Torre, una storia”  (sempre sabato, alle 16, alla Libreria Lazzarelli) e dalla cena di finanziamento che le due associazioni terranno domenica 22 novembre alla Casa del Popolo di Romentino.

p.v.