Altro

Troupe della Rai in Provincia per il ‘caso’ dell’ingegner Gambaro

Troupe della Rai in Provincia per il ‘caso’ dell’ingegner Gambaro
Altro 03 Novembre 2015 ore 10:11

NOVARA – La Provincia di Novara su Rai Due, oggi martedì 3 novembre, dalle 14, nella nuova puntata de “La Vita in Diretta”, trasmissione condotta dai giornalisti Cristina Parodi e Marco Liorni.
La puntata sarà dedicata alla riforma delle Province e al “caso” dell’ingegnere capo Giuseppe Gambaro, in pensione da ottobre, che lavorerà ancora un anno per l’Ente senza percepire alcun compenso. Le registrazioni della puntata sono avvenute lunedì mattina e sono consistite in una doppia intervista, a Gambaro e al presidente della Provincia, Matteo Besozzi. Il 62enne dirigente della Provincia ormai in pensione racconta che si è trattata di una proposta dell’Amministrazione, che aveva bisogno nello specifico di qualcuno con un ruolo dirigenziale. Gambaro, laureato in ingegneria civile, ha maturato nell’Ente di Palazzo Natta 33 anni di servizio, che salgono a 41 con riscatti e ricongiunzione.
Era dirigente dal 1988. Il presidente Besozzi guarda con favore a questa soluzione. “I dirigenti, al momento, sono solo sei – spiega il presidente e tutti hanno incarichi in più settori. La solerzia di Gambaro in Provincia ha permesso di assicurare continuità nella direzione degli uffici e ha dimostrato che i dipendenti pubblici non sono tutti disonesti”.

mo.c.

NOVARA – La Provincia di Novara su Rai Due, oggi martedì 3 novembre, dalle 14, nella nuova puntata de “La Vita in Diretta”, trasmissione condotta dai giornalisti Cristina Parodi e Marco Liorni.
La puntata sarà dedicata alla riforma delle Province e al “caso” dell’ingegnere capo Giuseppe Gambaro, in pensione da ottobre, che lavorerà ancora un anno per l’Ente senza percepire alcun compenso. Le registrazioni della puntata sono avvenute lunedì mattina e sono consistite in una doppia intervista, a Gambaro e al presidente della Provincia, Matteo Besozzi. Il 62enne dirigente della Provincia ormai in pensione racconta che si è trattata di una proposta dell’Amministrazione, che aveva bisogno nello specifico di qualcuno con un ruolo dirigenziale. Gambaro, laureato in ingegneria civile, ha maturato nell’Ente di Palazzo Natta 33 anni di servizio, che salgono a 41 con riscatti e ricongiunzione.
Era dirigente dal 1988. Il presidente Besozzi guarda con favore a questa soluzione. “I dirigenti, al momento, sono solo sei – spiega il presidente e tutti hanno incarichi in più settori. La solerzia di Gambaro in Provincia ha permesso di assicurare continuità nella direzione degli uffici e ha dimostrato che i dipendenti pubblici non sono tutti disonesti”.

mo.c.