Tutto pronto (o quasi) per "My Sweet Moondeena 2015"

Tutto pronto (o quasi) per "My Sweet Moondeena 2015"
Altro 27 Aprile 2015 ore 16:19

NOVARA - Manca poco alla seconda edizione di "My Sweet Moondeena - Novara in Swing&Boogie", il festival dedicato ai balli, alla musica e alla cultura dagli anni Venti agli anni Cinquanta che lo scorso anno a Casa Bossi ha fatto registrare il tutto esaurito. Quest'anno la cornice della rassegna sarà il Broletto che, come ci spiega il responsabile organizzativo Massimo Dellavecchia, fu anche la cornice nel 1938 del raduno nazionale delle mondariso che lavoravano nei campi del Novarese e Vercellese: "Oggi come allora ci ritroveremo nel cuore della città per fare festa - dice Massimo - dal 15 al 17 maggio Novara sarà di nuovo catapultata indietro nel tempo. Alla sera ci saranno sempre i concerti dal vivo accompagnati dai dj set con anche vinili e 45 giri dell'epoca ed esibizioni di ballo. Il sabato pomeriggio ci sarà la sfilata danzante per le vie della città con band itineranti, e dopo il concerto della sera al Broletto si continuerà a ballare all'after party al Babilla. Domenica mattina sarà riproposta la pedalata vintage con la bici del nonno e a seguire aperitivo retrò. Al pomeriggio invece la sfilata di moda con abiti vintage realizzati da una sarta specializzata. In programma poi stage di approfondimento e lezioni di ballo, showcooking, trucco e parrucco con set fotografico per farsi immortalare dopo la trasformazione, a metà pomeriggio di sabato e domenica animazione per i bambini sempre a tema. Sarà attivo un punto bar con bibite "vintage" come la spuma e la speciale birra Moondeena realizzata dal birrificio novarese Hordeum. Insomma una festa che vuole coinvolgere persone di tutte le età con uno spirito di gioia, condivisione e divertimento". Tutto ciò è realizzato dai Boogiesti Anonimi, che si sono trasformati in Asd (Associazione sportiva dilettantistica) all'indomani del Moondeena 2014 e sono "capitanati" dalla grintosissima Alessandra Mazzanti. L'associazione ora conta ben 130 iscritti, organizza corsi di ballo di boogie woogie e lindy hop e anche stage e ritrovi per approfondire, sperimentare, ballare e divertirsi, oltre a serate come quella che si è tenuta il 17 aprile all'Eleven Black di Galliate "Waiting for My Sweet Moondeena" con l'esibizione dal vivo della band Howlin' Lou and his whip lovers. Le lezioni e gli stage si tengono all'Attico delle Arti e presso la palestra InFitness di viale Dante con maestri riconosciuti a livello nazionale e internazionale. 
Le risorse per realizzare il festival però nonostante il contributo di sponsor, sostenitori e il lavoro volontario di tante persone non bastano a coprire tutte le spese: in particolare per realizzare la pista da ballo da 150 m2 da installare al Broletto servono 3.000 euro. "Abbiamo pensato di ricorrere a un meccanismo di raccolta fondi ancora poco usato in Italia ma con molte potenzialità ovvero il crowdfunding - spiega ancora Massimo Dellavecchia - In pratica tramite la piattaforma eppela.com chiunque può fare una donazione per raggiungere l'obiettivo. Nel caso non si riuscisse a coprire tutta la somma i soldi vengono restituiti ma speriamo vivamente di farcela dato anche che ad oggi siamo a più di metà. Ad ogni tipo di donazione corrisponde un regalo: con 5 euro una birra, con 10 la shopper targata Moondeena, con 25 la maglietta, con 50 maglietta, yoyo e cappello, con 100 una birra magnum da 2 litri, e con 150 euro si può fare suonare dal vivo una serenata a chi si vuole durante una delle serate del festival. A questo proposito quella del venerdì è già stata presa". 
Insomma è quasi tutto pronto per My Sweet Moondeena 2015 ma già si pensa al dopo: "Ci piacerebbe che Moondeena diventasse un marchio per caratterizzare altri eventi vintage oltre il festival di maggio - conclude Massimo - Una serie di appuntamenti anche per riscoprire luoghi di Novara come il parcheggio della discoteca Ryan's dove un tempo sul palchetto che c'è ancora oggi suonavano band dal vivo e si ballava". 
Valentina Sarmenghi 

NOVARA - Manca poco alla seconda edizione di "My Sweet Moondeena - Novara in Swing&Boogie", il festival dedicato ai balli, alla musica e alla cultura dagli anni Venti agli anni Cinquanta che lo scorso anno a Casa Bossi ha fatto registrare il tutto esaurito. Quest'anno la cornice della rassegna sarà il Broletto che, come ci spiega il responsabile organizzativo Massimo Dellavecchia, fu anche la cornice nel 1938 del raduno nazionale delle mondariso che lavoravano nei campi del Novarese e Vercellese: "Oggi come allora ci ritroveremo nel cuore della città per fare festa - dice Massimo - dal 15 al 17 maggio Novara sarà di nuovo catapultata indietro nel tempo. Alla sera ci saranno sempre i concerti dal vivo accompagnati dai dj set con anche vinili e 45 giri dell'epoca ed esibizioni di ballo. Il sabato pomeriggio ci sarà la sfilata danzante per le vie della città con band itineranti, e dopo il concerto della sera al Broletto si continuerà a ballare all'after party al Babilla. Domenica mattina sarà riproposta la pedalata vintage con la bici del nonno e a seguire aperitivo retrò. Al pomeriggio invece la sfilata di moda con abiti vintage realizzati da una sarta specializzata. In programma poi stage di approfondimento e lezioni di ballo, showcooking, trucco e parrucco con set fotografico per farsi immortalare dopo la trasformazione, a metà pomeriggio di sabato e domenica animazione per i bambini sempre a tema. Sarà attivo un punto bar con bibite "vintage" come la spuma e la speciale birra Moondeena realizzata dal birrificio novarese Hordeum. Insomma una festa che vuole coinvolgere persone di tutte le età con uno spirito di gioia, condivisione e divertimento". Tutto ciò è realizzato dai Boogiesti Anonimi, che si sono trasformati in Asd (Associazione sportiva dilettantistica) all'indomani del Moondeena 2014 e sono "capitanati" dalla grintosissima Alessandra Mazzanti. L'associazione ora conta ben 130 iscritti, organizza corsi di ballo di boogie woogie e lindy hop e anche stage e ritrovi per approfondire, sperimentare, ballare e divertirsi, oltre a serate come quella che si è tenuta il 17 aprile all'Eleven Black di Galliate "Waiting for My Sweet Moondeena" con l'esibizione dal vivo della band Howlin' Lou and his whip lovers. Le lezioni e gli stage si tengono all'Attico delle Arti e presso la palestra InFitness di viale Dante con maestri riconosciuti a livello nazionale e internazionale. 
Le risorse per realizzare il festival però nonostante il contributo di sponsor, sostenitori e il lavoro volontario di tante persone non bastano a coprire tutte le spese: in particolare per realizzare la pista da ballo da 150 m2 da installare al Broletto servono 3.000 euro. "Abbiamo pensato di ricorrere a un meccanismo di raccolta fondi ancora poco usato in Italia ma con molte potenzialità ovvero il crowdfunding - spiega ancora Massimo Dellavecchia - In pratica tramite la piattaforma eppela.com chiunque può fare una donazione per raggiungere l'obiettivo. Nel caso non si riuscisse a coprire tutta la somma i soldi vengono restituiti ma speriamo vivamente di farcela dato anche che ad oggi siamo a più di metà. Ad ogni tipo di donazione corrisponde un regalo: con 5 euro una birra, con 10 la shopper targata Moondeena, con 25 la maglietta, con 50 maglietta, yoyo e cappello, con 100 una birra magnum da 2 litri, e con 150 euro si può fare suonare dal vivo una serenata a chi si vuole durante una delle serate del festival. A questo proposito quella del venerdì è già stata presa". 
Insomma è quasi tutto pronto per My Sweet Moondeena 2015 ma già si pensa al dopo: "Ci piacerebbe che Moondeena diventasse un marchio per caratterizzare altri eventi vintage oltre il festival di maggio - conclude Massimo - Una serie di appuntamenti anche per riscoprire luoghi di Novara come il parcheggio della discoteca Ryan's dove un tempo sul palchetto che c'è ancora oggi suonavano band dal vivo e si ballava". 
Valentina Sarmenghi