Altro

Un’intera settimana per parlare di autismo con “One week for Angsa”

Un’intera settimana per parlare di autismo con “One week for Angsa”
Altro Novara, 29 Marzo 2016 ore 20:48

NOVARA – Tutto pronto per “One week for Angsa”, sette giorni completi che saranno dedicati alla sensibilizzazione e alla riflessione sull’autismo. Una settimana, dal 2 al 10 aprile, per aumentare la consapevolezza su tutto quello che riguarda la patologia. Anche perché parlare di autismo non è facile, anzi è decisamente complesso. Tutti i paesi del mondo, dal 2007, il 2 aprile di ogni anno si fermano e, illuminando i principali monumenti delle città di blu, si impegnano a promuovere la consapevolezza nei confronti dell’autismo.

Per non far durare questo impegno solo un giorno, l’Angsa, l’Associazione nazionale genitori soggetti autistici Novara-Vercelli onlus, realtà presieduta da Benedetta Demartis, già Novarese dell’Anno a gennaio 2014, ha pensato al progetto “One week for Angsa”. «Si tratta – spiega - di un innovativo progetto di elevato profilo scientifico per promuovere ancora di più la conoscenza di questa patologia attraverso iniziative culturali, ludiche, sportive e didattiche rivolte non solo ai bambini, ai ragazzi e alle loro famiglie, ma anche a tutti i cittadini che potranno avvicinarsi a questa realtà». L’iniziativa ha il patrocinio e la collaborazione della Provincia di Novara e del Comune di Novara ed è stata resa possibile grazie al sostegno di Fondazione Banca Popolare di Novara, Associazione Industriali di Novara, Igor Gorgonzola Novara, Croce Rossa Italiana–Comitato di Novara, Impresa Funebre Itof, Interact Club di Novara, Caffe Corsini 1950, Caffè Rossanigo di Novara, Gma srl di Novara, Cantine Guidetti di Boca, Farmacia Nigri di Novara, Il Circolo dei Lettori di Torino–sede di Novara, Il Broletto food and drink di Novara. Fondamentale, inoltre, l'apporto dei ragazzi che frequentano il Centro per l'Autismo “Enrico Micheli” di Novara, e degli studenti dell'IIS Pascal di Romentino, del Liceo Casorati di Novara e dell'ISSM “Guido Cantelli” di Novara. 

Gli eventi prendono il via sabato 2 aprile alle 15,30 nel cortile del Broletto, con attività ludiche per bambini e famiglie insieme alla DimiDimitri, iniziative che termineranno alle 17 con il lancio verso il cielo di tantissimi palloncini blu colorati. Alle 17,30 seguirà, sotto al porticato del Broletto, l'inaugurazione della mostra fotografica “Novara da un'altra prospettiva”, con esposizione di immagini dei ragazzi con autismo ad alto funzionamento del Centro di Novara. La mostra sarà visitabile tutti i giorni, negli orari di apertura dei cancelli del Broletto,  fino al 10 aprile. Nelle settimane successive, sarà allestita nelle scuole secondarie di II grado della provincia di Novara che ne faranno richiesta. Alle 18,30, al Circolo dei Lettori, presentazione del libro “Dentro l'Autismo. L'esperienza di un clinico, la testimonianza di un Asperger”. Segue aperitivo offerto da Angsa Novara-Vercelli onlus. Alle 20,30, l'intrattenimento musicale a cura dell'ISSM Cantelli farà da colonna sonora all'accensione della Cupola di San Gaudenzio in blu.

Domenica 3 aprile ritrovo alle 8.30 in piazza Duomo per una corsa benefica non competitiva con percorsi di 3 e 10 km. Le offerte raccolte saranno devolute ad Angsa Novara-Vercelli.

E poi ancora nella mattinata di mercoledì 6 aprile l'Auditorium della BpN ospiterà gli studenti degli istituti superiori di II grado che parteciperanno dalle 10 a un incontro di approfondimento curato dalla neuropsichiatra Chiara Pezzana del Centro per l'Autismo di Novara, cui seguirà la proiezione del film “The Black Baloon”. Alle 21, replica del film al Cinema Araldo di via Maestra, 6 (prevendita biglietti anche al Caffè Rossanigo).

Giovedì 7 aprile, infine, ancora protagonisti i giovani: i ragazzi del Centro per l'Autismo, insieme agli studenti di alcuni Istituti novaresi, dipingeranno di blu le pareti del sottopassaggio di viale Curtatone.

Monica Curino 


NOVARA – Tutto pronto per “One week for Angsa”, sette giorni completi che saranno dedicati alla sensibilizzazione e alla riflessione sull’autismo. Una settimana, dal 2 al 10 aprile, per aumentare la consapevolezza su tutto quello che riguarda la patologia. Anche perché parlare di autismo non è facile, anzi è decisamente complesso. Tutti i paesi del mondo, dal 2007, il 2 aprile di ogni anno si fermano e, illuminando i principali monumenti delle città di blu, si impegnano a promuovere la consapevolezza nei confronti dell’autismo.

Per non far durare questo impegno solo un giorno, l’Angsa, l’Associazione nazionale genitori soggetti autistici Novara-Vercelli onlus, realtà presieduta da Benedetta Demartis, già Novarese dell’Anno a gennaio 2014, ha pensato al progetto “One week for Angsa”. «Si tratta – spiega - di un innovativo progetto di elevato profilo scientifico per promuovere ancora di più la conoscenza di questa patologia attraverso iniziative culturali, ludiche, sportive e didattiche rivolte non solo ai bambini, ai ragazzi e alle loro famiglie, ma anche a tutti i cittadini che potranno avvicinarsi a questa realtà». L’iniziativa ha il patrocinio e la collaborazione della Provincia di Novara e del Comune di Novara ed è stata resa possibile grazie al sostegno di Fondazione Banca Popolare di Novara, Associazione Industriali di Novara, Igor Gorgonzola Novara, Croce Rossa Italiana–Comitato di Novara, Impresa Funebre Itof, Interact Club di Novara, Caffe Corsini 1950, Caffè Rossanigo di Novara, Gma srl di Novara, Cantine Guidetti di Boca, Farmacia Nigri di Novara, Il Circolo dei Lettori di Torino–sede di Novara, Il Broletto food and drink di Novara. Fondamentale, inoltre, l'apporto dei ragazzi che frequentano il Centro per l'Autismo “Enrico Micheli” di Novara, e degli studenti dell'IIS Pascal di Romentino, del Liceo Casorati di Novara e dell'ISSM “Guido Cantelli” di Novara. 

Gli eventi prendono il via sabato 2 aprile alle 15,30 nel cortile del Broletto, con attività ludiche per bambini e famiglie insieme alla DimiDimitri, iniziative che termineranno alle 17 con il lancio verso il cielo di tantissimi palloncini blu colorati. Alle 17,30 seguirà, sotto al porticato del Broletto, l'inaugurazione della mostra fotografica “Novara da un'altra prospettiva”, con esposizione di immagini dei ragazzi con autismo ad alto funzionamento del Centro di Novara. La mostra sarà visitabile tutti i giorni, negli orari di apertura dei cancelli del Broletto,  fino al 10 aprile. Nelle settimane successive, sarà allestita nelle scuole secondarie di II grado della provincia di Novara che ne faranno richiesta. Alle 18,30, al Circolo dei Lettori, presentazione del libro “Dentro l'Autismo. L'esperienza di un clinico, la testimonianza di un Asperger”. Segue aperitivo offerto da Angsa Novara-Vercelli onlus. Alle 20,30, l'intrattenimento musicale a cura dell'ISSM Cantelli farà da colonna sonora all'accensione della Cupola di San Gaudenzio in blu.

Domenica 3 aprile ritrovo alle 8.30 in piazza Duomo per una corsa benefica non competitiva con percorsi di 3 e 10 km. Le offerte raccolte saranno devolute ad Angsa Novara-Vercelli.

E poi ancora nella mattinata di mercoledì 6 aprile l'Auditorium della BpN ospiterà gli studenti degli istituti superiori di II grado che parteciperanno dalle 10 a un incontro di approfondimento curato dalla neuropsichiatra Chiara Pezzana del Centro per l'Autismo di Novara, cui seguirà la proiezione del film “The Black Baloon”. Alle 21, replica del film al Cinema Araldo di via Maestra, 6 (prevendita biglietti anche al Caffè Rossanigo).

Giovedì 7 aprile, infine, ancora protagonisti i giovani: i ragazzi del Centro per l'Autismo, insieme agli studenti di alcuni Istituti novaresi, dipingeranno di blu le pareti del sottopassaggio di viale Curtatone.

Monica Curino 


Seguici sui nostri canali