Un successo per la ‘prima’ del Memorial Lello Antoniotti

Un successo per la ‘prima’ del Memorial Lello Antoniotti
Altro 08 Giugno 2015 ore 21:09

NOVARA – Grande successo per la prima edizione del Memorial Lello Antoniotti: un debutto che non poteva essere migliore.

Domenica 7 giugno sui campi in terra rossa del Tennis Club Piazzano di Novara è andato in scena il primo master football players, master tennistico per ex giocatori di calcio con la passione per la racchetta.

Del resto l’amore dei calciatori per il tennis non è storia di questi giorni e da tempo le cronache ci rimandano immagini di campioni del calcio di oggi e di ieri, in attività e non, che danno ottima prova di sé anche sulla terra rossa.

Così, nel ricordo di un grande uomo del calcio in particolare e dello sport in generale, il Tennis Club Piazzano ha voluto invitare campioni del mondo del calcio ieri e tennisti oggi per un torneo con formula round robin che in un’unica giornata garantisse spettacolo, agonismo e divertimento.

Cinque le squadre in campo formate da due calciatori e da un team leader: la squadra dello “Studio Notarile Alfani”, quella “Alessandro Martinini Studio Tecnico”, la squadra “Orto Mio”, la squadra “Itof” e quella “Mino Coiffeur”.

In campo Ibrahim Ba (ex nazionale francese ed ex Milan), Valerio Bertotto (ex capitano dell’Udinese), Paolo Beruatto (Ex Torino), Paolo Maldini (ex capitano del Milan), Alberto Marchetti (ex Novara e Cagliari), Francesco Marianini (Ex Novara), Stefano Melchiori (Ex Lazio e Lecce), Carlo Perrone (Ex Atalanta) e Marco Rigoni (ex Novara).

Presenti, ma impossibilitati all’ultimo istante a prendere parte alla gara Alessandro Mannini (ex portiere della Fiorentina) e Mario Ielpo (ex portiere di Cagliari e Milan).

Una breve riunione per illustrare la formula di gioco, e via subito in campo. Solo le 10 del mattino e l’anticipo di estate ha scelto per quest’evento una delle sue giornate più belle.

Poco dopo le 13 la prima pausa. All’ombra ristoratrice delle piante del circolo è pronto un piccolo buffet, ma c’è chi approfitta dello stop tennistico per improvvisare una partita di calcio-tennis. Di più! In mattinata sono arrivati anche i ragazzi dell’Associazione Heartbeat Moving Children con il loro coach, Vinicius Trevisan, ex tennista professionista, oggi vicepresidente di un’associazione che si dedica ai ragazzi con disabilità cognitive. E tutti i big del calcio non esitano a incrociare le racchette con loro.

Del resto la giornata organizzata dal Piazzano è sì un appuntamento agonistico, ma è anche la loro festa. Il ricavato dell’iniziativa è stato infatti devoluto ad Heartbeat Moving Children: un prezioso contributo al proseguo della loro attività.

Mancano ancora due scontri diretti e la classifica inizia a delinearsi, anche se il nome della squadra vincitrice uscirà solo all’ultimissimo scontro.

Quella che ne risulta è una classifica molto corta: una sola squadra vincitrice, alle altre quattro un secondo piazzamento che concede in eguale misura l’onore delle armi. E al termine di questa splendida giornata il team vincitore è Ortomio, composto dal team leader Bojeri e con Francesco Marianini e Paolo Beruatto.

Per tutti un premio “costruito” grazie ai partner dell’evento con alcune eccellenze del territorio e altri omaggi.

Un ringraziamento dagli organizzatori va a Riso Almo, Invernizzi Gorgonzola, Rovellotti vinicoltori in Ghemme, Geo Energy, Allianz Bank, 44U, Eydà ed STN. Un altro sentito ringraziamento va anche alle istituzioni che supportano puntuli l’attività del circolo: Provincia e Comune di Novara, ATL di Novara e naturalmente l’Associazione Novara Calcio, con la quale l’iniziativa è stata pensata e costruita. Grazie, infine, ai soci, allo staff del Piazzano ai maestri dell’ITS e ai loro allievi, improvvisatisi raccattapalle, al pubblico e a tutti quanti hanno reso possibile quest’evento. “Ma soprattutto – spiegano - grazie ai giocatori che hanno accolto l’invito del Club Piazzano e l’hanno fatto affrontando anche trasferte importanti per essere con noi”.
L’appuntamento ora è per la prossima edizione.

mo.c.


NOVARA – Grande successo per la prima edizione del Memorial Lello Antoniotti: un debutto che non poteva essere migliore.

Domenica 7 giugno sui campi in terra rossa del Tennis Club Piazzano di Novara è andato in scena il primo master football players, master tennistico per ex giocatori di calcio con la passione per la racchetta.

Del resto l’amore dei calciatori per il tennis non è storia di questi giorni e da tempo le cronache ci rimandano immagini di campioni del calcio di oggi e di ieri, in attività e non, che danno ottima prova di sé anche sulla terra rossa.

Così, nel ricordo di un grande uomo del calcio in particolare e dello sport in generale, il Tennis Club Piazzano ha voluto invitare campioni del mondo del calcio ieri e tennisti oggi per un torneo con formula round robin che in un’unica giornata garantisse spettacolo, agonismo e divertimento.

Cinque le squadre in campo formate da due calciatori e da un team leader: la squadra dello “Studio Notarile Alfani”, quella “Alessandro Martinini Studio Tecnico”, la squadra “Orto Mio”, la squadra “Itof” e quella “Mino Coiffeur”.

In campo Ibrahim Ba (ex nazionale francese ed ex Milan), Valerio Bertotto (ex capitano dell’Udinese), Paolo Beruatto (Ex Torino), Paolo Maldini (ex capitano del Milan), Alberto Marchetti (ex Novara e Cagliari), Francesco Marianini (Ex Novara), Stefano Melchiori (Ex Lazio e Lecce), Carlo Perrone (Ex Atalanta) e Marco Rigoni (ex Novara).

Presenti, ma impossibilitati all’ultimo istante a prendere parte alla gara Alessandro Mannini (ex portiere della Fiorentina) e Mario Ielpo (ex portiere di Cagliari e Milan).

Una breve riunione per illustrare la formula di gioco, e via subito in campo. Solo le 10 del mattino e l’anticipo di estate ha scelto per quest’evento una delle sue giornate più belle.

Poco dopo le 13 la prima pausa. All’ombra ristoratrice delle piante del circolo è pronto un piccolo buffet, ma c’è chi approfitta dello stop tennistico per improvvisare una partita di calcio-tennis. Di più! In mattinata sono arrivati anche i ragazzi dell’Associazione Heartbeat Moving Children con il loro coach, Vinicius Trevisan, ex tennista professionista, oggi vicepresidente di un’associazione che si dedica ai ragazzi con disabilità cognitive. E tutti i big del calcio non esitano a incrociare le racchette con loro.

Del resto la giornata organizzata dal Piazzano è sì un appuntamento agonistico, ma è anche la loro festa. Il ricavato dell’iniziativa è stato infatti devoluto ad Heartbeat Moving Children: un prezioso contributo al proseguo della loro attività.

Mancano ancora due scontri diretti e la classifica inizia a delinearsi, anche se il nome della squadra vincitrice uscirà solo all’ultimissimo scontro.

Quella che ne risulta è una classifica molto corta: una sola squadra vincitrice, alle altre quattro un secondo piazzamento che concede in eguale misura l’onore delle armi. E al termine di questa splendida giornata il team vincitore è Ortomio, composto dal team leader Bojeri e con Francesco Marianini e Paolo Beruatto.

Per tutti un premio “costruito” grazie ai partner dell’evento con alcune eccellenze del territorio e altri omaggi.

Un ringraziamento dagli organizzatori va a Riso Almo, Invernizzi Gorgonzola, Rovellotti vinicoltori in Ghemme, Geo Energy, Allianz Bank, 44U, Eydà ed STN. Un altro sentito ringraziamento va anche alle istituzioni che supportano puntuli l’attività del circolo: Provincia e Comune di Novara, ATL di Novara e naturalmente l’Associazione Novara Calcio, con la quale l’iniziativa è stata pensata e costruita. Grazie, infine, ai soci, allo staff del Piazzano ai maestri dell’ITS e ai loro allievi, improvvisatisi raccattapalle, al pubblico e a tutti quanti hanno reso possibile quest’evento. “Ma soprattutto – spiegano - grazie ai giocatori che hanno accolto l’invito del Club Piazzano e l’hanno fatto affrontando anche trasferte importanti per essere con noi”.
L’appuntamento ora è per la prossima edizione.

mo.c.