Altro

Via i ponteggi dalla facciata di Casa Bossi

Via i ponteggi dalla facciata di Casa Bossi
Altro 08 Gennaio 2016 ore 19:35

NOVARA - Si sono conclusi nei tempi stabiliti i lavori di conservazione della facciata di Casa Bossi e sono stati quindi tolti i ponteggi. L'intervento era tra quelli proposti dal Comune, all’interno del progetto “Cultura e Aree Urbane – Sistema Culturale e Casa Bossi”, sostenuto da Fondazione Cariplo.

I lavori, durati circa un paio di mesi e del valore di circa 120 mila euro, hanno previsto il consolidamento di alcuni elementi della facciata; consolidamento necessario per bloccare il degrado delle superfici di questa sezione dell’immobile e per la messa in sicurezza di quest’ultimo. Ancora per qualche giorno, gli occhi più attenti noteranno il cantiere aperto, impegnato nella messa in sicurezza di alcuni elementi del cortile e degli spazi esterni.

«Non si tratta di un vero e proprio restauro – commenta l’assessore alla Cultura del Comune Paola Turchelli – perché il restauro andrebbe effettuato sull’intero immobile e, a oggi, non è ancora concretamente possibile ma di un passo importante e fondamentale per impedire un ulteriore degrado della villa. Casa Bossi è uno dei simboli della nostra città e siamo molto felici di aver portato a termine questi lavori poco prima delle celebrazioni del Santo Patrono, giorno in cui cittadini e turisti potranno visitare la Casa».

In occasione della ricorrenza di S. Gaudenzio Casa Bossi prevede aperture straordinarie: venerdì 22 gennaio dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19, domenica 24 gennaio dalle 15 alle 18. Previste anche visite guidate gratuite al piano terra venerdì 22 alle 10 e alle 15 e domenica 24 alle 15.

NOVARA - Si sono conclusi nei tempi stabiliti i lavori di conservazione della facciata di Casa Bossi e sono stati quindi tolti i ponteggi. L'intervento era tra quelli proposti dal Comune, all’interno del progetto “Cultura e Aree Urbane – Sistema Culturale e Casa Bossi”, sostenuto da Fondazione Cariplo.

I lavori, durati circa un paio di mesi e del valore di circa 120 mila euro, hanno previsto il consolidamento di alcuni elementi della facciata; consolidamento necessario per bloccare il degrado delle superfici di questa sezione dell’immobile e per la messa in sicurezza di quest’ultimo. Ancora per qualche giorno, gli occhi più attenti noteranno il cantiere aperto, impegnato nella messa in sicurezza di alcuni elementi del cortile e degli spazi esterni.

«Non si tratta di un vero e proprio restauro – commenta l’assessore alla Cultura del Comune Paola Turchelli – perché il restauro andrebbe effettuato sull’intero immobile e, a oggi, non è ancora concretamente possibile ma di un passo importante e fondamentale per impedire un ulteriore degrado della villa. Casa Bossi è uno dei simboli della nostra città e siamo molto felici di aver portato a termine questi lavori poco prima delle celebrazioni del Santo Patrono, giorno in cui cittadini e turisti potranno visitare la Casa».

In occasione della ricorrenza di S. Gaudenzio Casa Bossi prevede aperture straordinarie: venerdì 22 gennaio dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19, domenica 24 gennaio dalle 15 alle 18. Previste anche visite guidate gratuite al piano terra venerdì 22 alle 10 e alle 15 e domenica 24 alle 15.