Visite guidate a Casa Bossi

Visite guidate a Casa Bossi
Altro 08 Luglio 2015 ore 16:04

NOVARA – Per “Cos’altro sono le città se non persone?”, il grande contenitore d’arte e di iniziative che fa “vivere” Casa Bossi in questa estate 2015 e nella prima parte dell’autunno, sono previste anche visite guidate per gruppi e scolaresche.
L’insieme d’installazioni, video, immagini, progetti e opere d’arte che vogliono restituire lo stato delle cose, delle volontà, delle passioni di “persone” che hanno deciso di reinventare un luogo speciale come Casa Bossi, attende anche i visitatori che manifestano un interesse ancora più profondo.
Le prime visite si terranno nei giorni 12 luglio, 23 luglio e 30 luglio, a partire dalle 10 e avranno la durata di circa 1 ora e mezza. E’ prevista una presentazione storica ed artistica di Casa Bossi, un approfondimento sugli abitanti illustri della Casa, la visita alla mostra degli artisti al piano terra e la visita alla mostra di Costantino Peroni al primo piano. I locali del primo piano sono eccezionalmente aperti, proprio in occasione della mostra.
«Visitare Casa Bossi – commenta Emanuela Fortuna, responsabile per le visite guidate di gruppi e scolaresche – è rivivere una parte di storia molto importante di Novara. Significa ripercorrere quei fatidici anni in cui la città ha visto ergersi la cupola di San Gaudenzio, ha vissuto il dibattito cittadino per l’abbattimento del Duomo romanico, ha conosciuto, ad inizio Novecento, i tempi dei grandi mecenati e di grandi artisti e studiosi. Significa, insomma, scoprire come un architetto della seconda metà dell’Ottocento, Alessandro Antonelli, abbia precorso i tempi; significa emozionarsi di fronte alla bellezza di un’arte fatta di piccoli infiniti particolari».
La visita è ad offerta libera; ciascun euro donato al “Fondo Casa Bossi – Patrimonio” farà “tris” con i 2 euro aggiunti da Fondazione della Comunità del Novarese Onlus. Infatti, ciascun euro donato farà crescere il patrimonio del Fondo Casa Bossi, poiché la Fondazione ne destinerà altri due per uno spazio di co-working destinato a designer, giovani creativi, artisti e start up della cultura e del turismo.
E’ gradita la prenotazione via email all’indirizzo casabossinovara@gmail.com indicando nome e numero persone partecipanti. La visita è adatta a tutte le età; si organizzano visite guidate su prenotazione in altri orari previo accordo.

v.s.

NOVARA – Per “Cos’altro sono le città se non persone?”, il grande contenitore d’arte e di iniziative che fa “vivere” Casa Bossi in questa estate 2015 e nella prima parte dell’autunno, sono previste anche visite guidate per gruppi e scolaresche.
L’insieme d’installazioni, video, immagini, progetti e opere d’arte che vogliono restituire lo stato delle cose, delle volontà, delle passioni di “persone” che hanno deciso di reinventare un luogo speciale come Casa Bossi, attende anche i visitatori che manifestano un interesse ancora più profondo.
Le prime visite si terranno nei giorni 12 luglio, 23 luglio e 30 luglio, a partire dalle 10 e avranno la durata di circa 1 ora e mezza. E’ prevista una presentazione storica ed artistica di Casa Bossi, un approfondimento sugli abitanti illustri della Casa, la visita alla mostra degli artisti al piano terra e la visita alla mostra di Costantino Peroni al primo piano. I locali del primo piano sono eccezionalmente aperti, proprio in occasione della mostra.
«Visitare Casa Bossi – commenta Emanuela Fortuna, responsabile per le visite guidate di gruppi e scolaresche – è rivivere una parte di storia molto importante di Novara. Significa ripercorrere quei fatidici anni in cui la città ha visto ergersi la cupola di San Gaudenzio, ha vissuto il dibattito cittadino per l’abbattimento del Duomo romanico, ha conosciuto, ad inizio Novecento, i tempi dei grandi mecenati e di grandi artisti e studiosi. Significa, insomma, scoprire come un architetto della seconda metà dell’Ottocento, Alessandro Antonelli, abbia precorso i tempi; significa emozionarsi di fronte alla bellezza di un’arte fatta di piccoli infiniti particolari».
La visita è ad offerta libera; ciascun euro donato al “Fondo Casa Bossi – Patrimonio” farà “tris” con i 2 euro aggiunti da Fondazione della Comunità del Novarese Onlus. Infatti, ciascun euro donato farà crescere il patrimonio del Fondo Casa Bossi, poiché la Fondazione ne destinerà altri due per uno spazio di co-working destinato a designer, giovani creativi, artisti e start up della cultura e del turismo.
E’ gradita la prenotazione via email all’indirizzo casabossinovara@gmail.com indicando nome e numero persone partecipanti. La visita è adatta a tutte le età; si organizzano visite guidate su prenotazione in altri orari previo accordo.

v.s.