Altro

“Viva la cupola” di San Gaudenzio

“Viva la cupola”  di San Gaudenzio
Altro Novara, 30 Marzo 2016 ore 18:54

NOVARA -“Viva la cupola” è il nuovo modo proposto dal Comune di Novara e dalla Fondazione Amici della Cattedrale per andare alla scoperta del monumento simbolo della città. Si tratta di progetto realizzato in collaborazione con la Fabbrica Lapidea della Basilica di San Gaudenzio, Frida e Muse che ha vede la realizzazione di un nuovo allestimento multimediale e interattivo per la visita, finanziato grazie a Compagnia di San Paolo nell'ambito del progetto 800 Novarese.

“Viva la cupola” arricchisce la visita dell'opera progettata da Alessandro Antonelli, architetto che dà il nome alla celebre Mole di Torino, con l'installazione di grandi monitor dotati di schermo digitale, su cui è possibile consultare brevi video esplicativi realizzati ad hoc per rendere immediata e interessante la storia dentro l'edificio.

L'uso di un allestimento ad alto contenuto tecnologico si estende alla presenza di campane sonore che contengono l'audio della spiegazione in un'area circoscritta, senza disturbare gli altri visitatori. Nella sala del compasso grazie ad un gioco di luci e di stampe è possibile comprendere meglio l'uso del compasso utilizzato nel cantiere per disegnare ogni parte della cupola. Il visitatore entra nel fascio di luce e modifica con la sua presenza la proiezione, rendendo appunto la cupola viva.

La vera sorpresa del percorso è nei cubi di vetro del transetto, che diventano parte fondamentale della visita. Nel primo sarà possibile volare sopra alla cupola grazie a dei visori con cui effettuare una visita virtuale che fa fluttuare il visitatore dal centro della cupola al suo esterno, planando sui tetti di Novara, vivendo una prospettiva del tutto nuova dell'edificio e della città.

Il secondo cubo è dedicato alla visione del documentario intitolato “Antonelli e la sua cupola”, in cui grazie ai progetti originali e alle immagini di archivio, unite alla spiegazione dei fabbricieri e alla fiction sull'Antonelli girata per la Città di Novara si può avere una visione moderna, dinamica ed esaustiva della storia della cupola.

Il tutto a partire dal weekend del 2 e 3 aprile: sabato dalle 14.30 alle 17.30, domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30. La prenotazione obbligatoria si può effettuare all'Atl - Agenzia Turistica Locale di Novara (Baluardo Q. Sella 40), telefono 0321394059, da lunedì a venerdì 9 - 13; 14 - 18, e-mail info@turismonovara.it. L'ingresso è gratuito. L'accesso avviene dalla biglietteria in via Gaudenzio Ferrari. Dopo il weekend di apertura, da lunedì 4 aprile i biglietti saranno a pagamento secondo il tariffario vigente e con modalità di visita come quelle attuali. 

v.s.

NOVARA -“Viva la cupola” è il nuovo modo proposto dal Comune di Novara e dalla Fondazione Amici della Cattedrale per andare alla scoperta del monumento simbolo della città. Si tratta di progetto realizzato in collaborazione con la Fabbrica Lapidea della Basilica di San Gaudenzio, Frida e Muse che ha vede la realizzazione di un nuovo allestimento multimediale e interattivo per la visita, finanziato grazie a Compagnia di San Paolo nell'ambito del progetto 800 Novarese.

“Viva la cupola” arricchisce la visita dell'opera progettata da Alessandro Antonelli, architetto che dà il nome alla celebre Mole di Torino, con l'installazione di grandi monitor dotati di schermo digitale, su cui è possibile consultare brevi video esplicativi realizzati ad hoc per rendere immediata e interessante la storia dentro l'edificio.

L'uso di un allestimento ad alto contenuto tecnologico si estende alla presenza di campane sonore che contengono l'audio della spiegazione in un'area circoscritta, senza disturbare gli altri visitatori. Nella sala del compasso grazie ad un gioco di luci e di stampe è possibile comprendere meglio l'uso del compasso utilizzato nel cantiere per disegnare ogni parte della cupola. Il visitatore entra nel fascio di luce e modifica con la sua presenza la proiezione, rendendo appunto la cupola viva.

La vera sorpresa del percorso è nei cubi di vetro del transetto, che diventano parte fondamentale della visita. Nel primo sarà possibile volare sopra alla cupola grazie a dei visori con cui effettuare una visita virtuale che fa fluttuare il visitatore dal centro della cupola al suo esterno, planando sui tetti di Novara, vivendo una prospettiva del tutto nuova dell'edificio e della città.

Il secondo cubo è dedicato alla visione del documentario intitolato “Antonelli e la sua cupola”, in cui grazie ai progetti originali e alle immagini di archivio, unite alla spiegazione dei fabbricieri e alla fiction sull'Antonelli girata per la Città di Novara si può avere una visione moderna, dinamica ed esaustiva della storia della cupola.

Il tutto a partire dal weekend del 2 e 3 aprile: sabato dalle 14.30 alle 17.30, domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30. La prenotazione obbligatoria si può effettuare all'Atl - Agenzia Turistica Locale di Novara (Baluardo Q. Sella 40), telefono 0321394059, da lunedì a venerdì 9 - 13; 14 - 18, e-mail info@turismonovara.it. L'ingresso è gratuito. L'accesso avviene dalla biglietteria in via Gaudenzio Ferrari. Dopo il weekend di apertura, da lunedì 4 aprile i biglietti saranno a pagamento secondo il tariffario vigente e con modalità di visita come quelle attuali. 

v.s.

Seguici sui nostri canali