Altro

Vola la Cupola, anche grazie a Expo

Vola la Cupola, anche grazie a Expo
Altro 25 Ottobre 2015 ore 17:19

NOVARA – Vola la Cupola, anche grazie a Expo. È raggiante Paola Turchelli, assessore alla Cultura del Comune di Novara. «I numeri parlano da soli. Nel 2013 le visite sono state 8.000 ma per metà dell’anno i biglietti erano gratuiti. Nel 2014 siamo arrivati a quota 5.000 e quest’anno, a ottobre, abbiamo raggiunto lo stesso traguardo che quindi verrà superato. I dati sono molto positivi: il successo è la conseguenza del processo di valorizzazione dei beni culturali e della Cupola in particolare, ormai diventata il simbolo dell’identità dei novaresi.

NOVARA – Vola la Cupola, anche grazie a Expo. È raggiante Paola Turchelli, assessore alla Cultura del Comune di Novara. «I numeri parlano da soli. Nel 2013 le visite sono state 8.000 ma per metà dell’anno i biglietti erano gratuiti. Nel 2014 siamo arrivati a quota 5.000 e quest’anno, a ottobre, abbiamo raggiunto lo stesso traguardo che quindi verrà superato. I dati sono molto positivi: il successo è la conseguenza del processo di valorizzazione dei beni culturali e della Cupola in particolare, ormai diventata il simbolo dell’identità dei novaresi.
La Cupola è stata oggetto di intervento e di ristrutturazione non solo in un’ottica di recupero ma anche a livello di restituzione di un bene alla città, un bene in cui la comunità deve e vuole sempre più riconoscersi in quel percorso lungo i monumenti antonelliani di cui i novaresi si stanno riappropriando per affermare un senso di appartenenza e identità. Cupola visitata non solo dai novaresi, anche da turisti che vengono da fuori città e dall’estero. Nei giorni scorsi ho accompagnato studenti francesi e polacchi. Le visite hanno registrato un innalzamento deciso nei flussi turistici portando Novara al secondo posto dopo Torino in Piemonte.
È quello che diciamo da tempo, turismo e cultura possono portare Novara in alto. La Cupola simbolo di Novara durante Expo e simbolo di una nuova forma di economia, che deve fare i conti con il turismo e i suoi beni più importanti. È il futuro del nostro Paese».
Anche l’Atl della Provincia di Novara è in campo: telefoni bollenti negli uffici per le prenotazioni delle visite alla Cupola.
«Non possiamo che essere soddisfatti dei numeri – commenta la presidente Maria Rosa Fagnoni -. Ci sono visitatori locali, turismo di prossimità, gruppi organizzati, turisti stranieri e scolaresche. Questi i fruitori. In questo periodo siamo invasi dai Francesi, sono veramente numerosi e tutti interessati a visitare la città, Cupola compresa. Il successo è da legare anche a Expo: ci sono stati convegni importanti a Milano e se nel capoluogo lombardo l’offerta viene a mancare i turisti scelgono Novara. L’importante è saper offrire qualcosa in più a livello di strutture ricettive come biciclette, spa o piscina, quello che i turisti cercano. Molto successo hanno avuto anche le visite alla Cupola in notturna, specie il venerdì. Una novità apprezzata e richiesta. I telefoni bollenti lo hanno dimostrato. E ogni tanto non abbiamo potuto accontentare tutti. I posti disponibili erano esauriti». Le salite continuano, la Cupola è sempre aperta.

Eleonora Groppetti