Aveva 84 anni

Addio a Carla Fracci: nel 2019 a Novara per il premio alla carriera

Ha perso la battaglia contro un brutto male.

Addio a Carla Fracci: nel 2019 a Novara per il premio alla carriera
Attualità Novara, 27 Maggio 2021 ore 11:47

La regina della danza italiana, nata nel 1936 a Milano, è mancata questa mattina, giovedì 27 maggio 2021, dopo una lunga battaglia contro un tumore.

Addio a Carla Fracci

Aveva 84 anni la regina indiscussa della danza italiana e mondiale. Carla Fracci deve la sua notorietà alle interpretazioni di ruoli romantici e drammatici, quali Giselle, La Sylphide, Giulietta, Swanilda, Francesca da Rimini, Medea. Ha danzato con vari ballerini, tra i quali Rudolf Nureyev, Vladimir Vasiliev, Henning Kronstam, Mikhail Baryshnikov, Marinel Stefanescu, Alexander Godunov, Erik Bruhn, Gheorghe Iancu, Roberto Bolle. Da Giselle danzata con Bruhn viene tratto un film nel 1969. Ha interpretato Medea, Concerto barocco, Les demoiselles de la nuit, Il gabbiano, Pelléas et Mélisande, Il fiore di pietra.

Il marito e regista Beppe Menegatti (con il quale ebbe un figlio, Francesco) si è occupato della regia di quasi tutte le creazioni da lei interpretate.

Fracci a Novara

L'ultima volta era stata a Novara nel 2019. Erano infatti lei, Lorella Cuccarini e Anna Maria Prina le tre signore della danza che hanno ricevuto il premio alla carriera, al teatro Coccia, in occasione del Galà di “Novara dance Experience” edizione 2019.

Già nel 2017 aveva aperto la manifestazione: Carla Fracci, infatti, protagonista indiscussa della danza degli ultimi sessant’anni, il 14 gennaio del 2017 era stata ospite della città di Novara nelle splendida cornice dell’Arengo del Broletto.

Carla Fracci era stata invitata anche a partecipare all'edizione 2021 della manifestazione: viste le sue precarie condizioni di salute non era ancora stata data conferma.