Menu
Cerca
L'ipotesi prende campo

Addio coprifuoco tra fine maggio e inizio giugno?

“Se si decide di accogliere i turisti, vuol dire che si è in sicurezza".

Addio coprifuoco tra fine maggio e inizio giugno?
Attualità 05 Maggio 2021 ore 11:49

“Se i dati lo permetteranno, e il calo dei contagi continuerà, sarà possibile togliere un’ora o anche più di coprifuoco: non è una misura scritta sulla pietra, a decidere devono essere i numeri” ha detto oggi Roberto Cauda, direttore di Malattie infettive del “Gemelli” di Roma, ad Agorà sui Rai3. Il monitoraggio di venerdì 7 maggio potrebbe dare le prime indicazioni importanti, come riportano i colleghi de laprovinciadibiella.it

Quando sarà tolto il coprifuoco

“Se si decide di accogliere i turisti, vuol dire che si è in sicurezza – ragiona il sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè – Credo che tra fine maggio e inizio giugno il coprifuoco andrà tolto”. E’ scontato però che prima dell’eliminazione ci sarà uno spostamento. “Per ora ci sarà un ‘tagliando’ – ha ricordato Mulè – per vedere di farlo slittare di un’ora o anche di due, a mezzanotte, superando la ‘sindrome di Cenerentola’”.

Il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, invita però a guardare al quadro generale, non al dettaglio del coprifuoco: “Penso che dobbiamo guardare il settore delle riaperture ad ampio ventaglio. Ci sono attività ancora chiuse come le palestre e il settore del wedding che non ha prospettive”. Se “ci fossilizziamo” solo sul coprifuoco “ho paura che sbagliamo obiettivo: dobbiamo guardare a tutto tondo il problema. Mi auguro che il coprifuoco possa avere gradualità, per arrivare a toglierlo. Ma se ci fosse la necessità ancora di qualche settimana nessuno si straccerà le vesti”.

Così i leader politici

“Il coprifuoco alle 22 lo toglierei perché nessuno ha presentato dati a sostegno del fatto che serva. Se non ci sono dati, allora non può essere messo” sostiene  il leader di Azione e candidato sindaco di Roma, Carlo Calenda. Più cauto Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio: “La curva sta scendendo non solo per i vaccini, ma anche perché c’è il coprifuoco. I risultati vanno di pari passo con le riaperture. Il Lazio è la regione italiana che è stata più tempo in zona gialla. Ma serve responsabilità”.  Riaperture “entro metà maggio e via il coprifuoco” dice oggi Matteo Salvini, leader della Lega. “Siamo tutti d’accordo che il coprifuoco debba essere superato e stiamo lavorando per superarlo il prima possibile, grazie anche a una campagna di vaccini che finalmente ha segnato 500mila dosi al giorno” spiega il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a margine del G7 di Londra.