Attualità
Curiosità

Alunni decorano l'albero di Natale dei carabinieri

Gli scolari della Tadini di Cameri hanno scritto pensierini e fatto disegni

Alunni decorano l'albero di Natale dei carabinieri
Attualità Ovest Ticino, 20 Dicembre 2022 ore 08:00

La scuola va sempre più a braccetto con l’Arma dei carabinieri. Se da un lato i militari vanno in classe per parlare di sicurezza, dall’altro gli scolari “ricambiano la visita”. Proprio nella mattinata di lunedì 12 dicembre 2022 una delegazione di 25 bambini della Tadini di Cameri è andata nella Stazione dei carabinieri di Cameri per addobbare l’albero che si trova all’ingresso dell’edificio. I “padroni di casa” hanno messo fili colorati e lucine, i graditissimi ospiti, invece, hanno appeso palline davvero particolari: dei cartoncini sui quali da un lato vi era un disegno e dall’altro un pensiero. Il comunque denominatore era la vicinanza ai carabinieri oltre che alla grande stima nei loro confronti per tutto quello che fanno per la collettività. Una divisa sempre pronta a spendersi contro le truffe, a stare dalla parte della legge e consegnare alla giustizia i “cattivi”.

Collaborazione fra carabinieri e scuola

«Siamo davvero molto contenti di questa collaborazione con l’Arma e il maresciallo Filippo Furno - spiega il dirigente scolastico, Stefania Ariszio - Si tratta di un rapporto interistituzionale importante volto alla formazione dei più piccoli. Per parlare di sicurezza e prevenzione è importante lavorare subito con i più piccoli e, in base all’età, creare un rapporto ad hoc». Ecco allora che dopo i bambini delle elementari - oltre alle basilari nozioni offerte dai carabinieri - si fa un salto in avanti anche con i ragazzini delle medie grazie a incontri mirati alla conoscenza dei reati e il focus viene fatto su temi come bullismo, aggressione, conoscenza del pericolo e le sostanze stupefacenti. «Si lavora su un percorso mirato in base all’età dei nostri ragazzi - riassume il dirigente scolastico - Siamo grati ai nostri carabinieri per la  preziosa collaborazione anche con i nostri ragazzi». Una collaborazione che proseguirà anche in futuro in modo che sin dalla più giovane età si possa imparare il senso della legalità e si possa diventare cittadini di domani con grande senso civico.

Seguici sui nostri canali