Attualità
Prevenzione

Autovelox Arona-Meina in funzione dal 15

Nell’ambito del piano di Sicurezza Stradale Europeo.

Autovelox Arona-Meina in funzione dal 15
Attualità Arona, 11 Dicembre 2021 ore 08:05

Nell’ambito del piano di Sicurezza Stradale Europeo, l’Amministrazione Comunale di Arona ha previsto una serie di azioni al fine di garantire la sicurezza stradale, il rispetto della legalità e la riduzione della velocità eccessiva in più zone della città.

L'autovelox

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nel Rapporto 2020 sullo stato globale della sicurezza stradale, evidenzia che l’incidentalità stradale rappresenta la 9° causa di morte nel mondo e la 1° per i bambini e i giovani adulti di età compresa tra i 5 e i 29 anni, sottolineando anche il ruolo cruciale che le infrastrutture stradali possono giocare nel ridurre l’incidentalità. Il prossimo obiettivo è quello di ridurre il numero dei morti
del 50% tra il 2020 e il 2030 per tutti i gruppi di utenti della strada, in particolare per i più vulnerabili, come pedoni, ciclisti, motociclisti e utenti dei trasporti pubblici.

"In risposta anche alle svariate richieste dei cittadini di Arona che hanno segnalato situazioni altamente pericolose legate all’alta velocità – ricordiamo che in Italia la velocità è la 3° causa di incidente sulle strade – l’Amministrazione ha provveduto a munirsi di un sistema fisso di rilevamento della velocità puntuale e di un autovelox mobile. La velocità caratterizza la gravità degli incidenti, le alte velocità allungano gli spazi di arresto ed è quindi molto importante rispettare i limiti imposti dal Codice della Strada.
In particolare, a partire a partire dal 15 dicembre 2021 sarà attivo sulla S.S. 33 del Sempione al km 66+057 un sistema di rilevamento automatico di velocità istantanea in direzione Arona, dove il limite massimo di velocità è di 50 km/h.
“Questi strumenti rappresentano un primo passo per raggiungere l’obiettivo primario di aumentare la sicurezza della strada e perseguire comportamenti più responsabili e sicuri nei confronti di tutti gli utilizzatori delle strade, inclusi gli utenti più deboli” fanno sapere dal comune.