Attualità
Cavalcavia XXV Aprile

Azione: "Con il crollo del cavalcavia code interminabili e città inaccessibile"

“Entrare ed uscire dalla città è un’ impresa da qualsiasi direzione ci si provi".

Azione: "Con il crollo del cavalcavia code interminabili e città inaccessibile"
Attualità Novara, 11 Ottobre 2022 ore 06:31

"Poteva andare molto peggio. Per fortuna parliamo ancora “solo” di viabilità e pessima amministrazione della città con buona pace della logistica tanto cara alla giunta Canelli". Così Azione commenta il crollo di parte della rampa di accesso del cavalcavia XXV Aprile avvenuto domenica 9.

La posizione di Azione

"Code interminabili e città quasi inaccessibile. Viabilità del tutto incompatibile con le esigenze di
studenti, lavoratori e famiglie novaresi. La frana di una spalletta del cavalcavia XXV aprile è la pietra tombale su una situazione estremamente precaria che ci porta ancora una volta alla ribalta della cronaca nazionale per episodi negativi.

“Entrare ed uscire dalla città è un’ impresa da qualsiasi direzione ci si provi: Cavalcavia XXV aprile franato, ponte del Terdoppio a senso alternato. La tangenziale, che l’amministrazione consiglia di utilizzare, è in fase di asfaltatura con traffico ristretto ad una sola carreggiata nel tratto tra le uscite di Corso Milano e Corso XXIII Marzo. A Nord, unica zona percorribile, le code arrivano fino al diramatore Q. Sella. Come se non bastasse per la prossima settimana è prevista l’ennesima chiusura dell’ormai famigerato cavalcavia di Sant’Agabio che l'amministrazione cerca invano di ristrutturare da anni senza successo. E la responsabilità secondo Sindaco e Giunta di chi è? Come sempre di qualcun altro.” Ha dichiarato Gabriele Cerfeda, segretario cittadino di Azione che conclude ironicamente: “questa amministrazione, ormai lo sappiamo, investe più sulle apparenze e meno sulla sostanza” e conclude “a Novara abbiamo le giornate della gentilezza ma chi ha le responsabilità non ha nemmeno quella di chiedere scusa”.

Seguici sui nostri canali