Attualità
Fondazione Comunità Novarese onlus

"Bene Insieme": il progetto per sostenere mamme vittime di violenza

Nelle sedi di Novara e Gozzano.

"Bene Insieme": il progetto per sostenere mamme vittime di violenza
Attualità Novara, 14 Gennaio 2022 ore 11:32

“Bene Insieme”: al via, grazie al sostegno di Fondazione Comunità Novarese onlus, il nuovo
progetto di Opera Don Guanella sulle due sedi di Novara e Gozzano per sostenere mamme
vittime di violenza o in situazione di fragilità.

Il progetto

Opera Don Guanella è un ente ecclesiastico che svolge attività a favore di anziani, minori, persone con disabilità e in situazione di fragilità sociale e che è presente sul territorio novarese (oggi con due sedi a Novara e Gozzano), dal 1916. Attualmente a Novara sono attivi, gestiti da “Opera Don Guanella” una comunità per minori stranieri non accompagnati; alloggi per neo-maggiorenni in uscita dai percorsi di crescita in comunità; laboratori educativi e formativi per minori; un centro diurno per minori con gravi problemi famigliari, un servizio di social housing (la cui fase di start up è stata realizzata grazie al contributo di FCN). A Gozzano, invece, sono operativi il servizio di social housing “Casa Angela” (realizzato grazie anche al sostegno di FCN) e due centri diurni per bambini e adolescenti. Presso entrambe le sedi vengono erogati anche servizi per l’infanzia (supporto scolastico, pre e post scuola, attività di intrattenimento) dove vengono accolti mediamente 60 minori al giorno.

Fondazione Comunità Novarese onlus sceglie di sostenere nuovamente Opera Don Guanella
sull’edizione 2021 del Bando “Per le Donne” attraverso il progetto “Bene Insieme” con un contributo di 19.000 euro (su un costo complessivo di progetto 31.800 euro).
Il progetto “Bene Insieme” si rivolge alle donne in situazione di fragilità e ai loro figli e nasce dalla volontà di offrire una risposta al bisogno emerso sul territorio di un’accoglienza protetta per giovani mamme in situazione di fragilità. Il progetto intende potenziare le proposte di social housing con particolare attenzione alle donne che hanno subito maltrattamenti e violenze o che devono affrontare gravi difficoltà di tipo socio-economico. Il target è rappresentato da donne in situazione di fragilità socio-economica e psicologica che necessitano di un’accoglienza temporanea per sé e per i propri figli
e di un periodo di accompagnamento per ritrovare l’autonomia. L’inserimento delle donne all’interno del progetto può avvenire su segnalazione dei diversi attori che operano sul territorio o direttamente su richiesta dell’interessata.

Così Davide Maggi

“Il progetto “Bene Insieme” – commenta il Presidente di Fondazione Comunità Novarese onlus, Prof. Davide Maggi, risponde a due bisogni che il territorio ha, in questi anni, manifestato chiaramente ossia la necessità di contrastare il fenomeno della violenza contro le donne fornendo soluzioni efficaci e concrete e quello di progettare nuove esperienze di abitare sociale capaci di rivolgersi in modo mirato alle categorie sociali più bisognose; incoraggiando la progettazione e la realizzazione di soluzioni abitative temporanee ed adattabili, capaci di seguire il percorso di evoluzione delle persone fragili.
A supporto delle donne coinvolte nel progetto verranno erogati servizi di: supporto psicologico e educativo; gestione dell’accoglienza temporanea in strutture di social housing (dalla stipula del “patto sociale” con le beneficiarie per l’assegnazione dell’alloggio, fino all’allontanamento spontaneo dalla struttura protetta e il ritorno all’autonomia); supporto alla genitorialità; attività di intrattenimento e iniziative per rafforzare i legami famigliari. Alle donne verranno anche offerte occasioni formative per l’acquisizione di competenze specifiche utili per un eventuale inserimento lavorativo e di socializzazione per creare o rafforzare reti sociali. Sono previsti anche laboratori e attività per i minori: supporto scolastico; supporto educativo e psicologico se necessario; attività ludiche e sportive; laboratori pratici.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter