Attualità
Premio

“Benemeriti della Solidarietà 2021”: la premiazione giovedì 20

Fondazione comunità novarese.

“Benemeriti della Solidarietà 2021”: la premiazione giovedì 20
Attualità Novara, 15 Gennaio 2022 ore 07:34

Giovedì 20 gennaio nel Salone dell’Arengo del Broletto i “Benemeriti della Solidarietà 2021” di Fondazione Comunità Novarese onlus. Quattro i riconoscimenti che saranno assegnati a soggetti che, in questi due anni di pandemia, si sono particolarmente distinti.

La premiazione

La Fondazione Comunità Novarese onlus assegnerà, nel 2022, il tradizionale riconoscimento pubblico di “Benemeriti della Solidarietà” a soggetti che si sono particolarmente distinti, in questi due anni di pandemia, nel sostegno della comunità e, in particolar modo, delle fasce più fragili e nel suscitare sentimenti di condivisione e partecipazione nella collettività.
Quattro le parole chiave di questa edizione: vicinanza, certezza, resilienza e passione che ben si sposano con le scelte effettuate dall’ente e che saranno svelate il giorno della cerimonia.
Ai “Benemeriti” sarà donata, come tradizione, un’opera d’arte. Si tratta, da quest’anno, di “Cuore campestre” dell’artista novarese Veronica Carratello; lavoro risultato vincitore, a seguito del giudizio della giuria di esperti, della prima edizione di FCN Art Contest.

“La premiazione dei Benemeriti – commenta il Presidente della Fondazione Comunità Novarese
onlus, Prof. Davide Maggi – è sempre un momento importante per la Fondazione; è un’opportunità che ci consente di fare il punto sulle attività dell’anno trascorso e per ringraziare, in un’occasione pubblica, gli enti e le persone che, a nostro avviso, si sono particolarmente contraddistinti per generosità e supporto alla comunità. La proposta di quest’anno, a causa del periodo inedito che stiamo vivendo, non è stata semplice: la pandemia, nella sua drammaticità, ha reso evidenti comportamenti volti all’altruismo, a gesti di umanità e di gentilezza di molte persone.
Premiare alcuni tra questi stimabili esponenti della Cultura del Dono è, per la Fondazione, una vera gioia”.