Il progetto

Borgo Ticino: riconoscimenti e borse di studio in ricordo di Pagnoncelli

Il giovane del paese scomparso in circostanze drammatiche in un incidente in moto nel 2013

Borgo Ticino: riconoscimenti e borse di studio in ricordo di Pagnoncelli
Pubblicato:

Il Comune ha pubblicato proprio in questi giorni il bando per le tradizionali borse di studio dedicate alla memoria di Matteo Pagnoncelli, il giovane del paese scomparso in circostanze drammatiche in un incidente in moto nel 2013. Il bando è aperto alla partecipazione di tutti gli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado Falcone e Borsellino. Le domande di partecipazione devono essere presentate obbligatoriamente entro le 12 di giovedì 9 maggio.

Le borse di studio

Le borse di studio sono legate alla realizzazione del progetto scolastico della “2NOVE9 associazione vittime incidenti stradali”, con il quale si vuole avvicinare i giovani alle tematiche di educazione stradale e di educazione civica, stimolando partecipazione, curiosità e capacità di riflessione, il tutto a contrasto dell’incidentalità stradale.
E proprio mercoledì 10 aprile, il sindaco Alessandro Marchese e l’assessora Antonella Vescio hanno incontrato gli studenti insieme al presidente dell’associazione 2NOVE9 Roberto Cancedda, e alle vittime della strada Erika Novarria, campionessa di pugilato amputata e allenatrice di boxe, oltre ad Alex Oriani, stuntman / performer divenuto pilota motociclistico dopo essere stato aiutato gratuitamente dai professionisti di 2NOVE9. Oriani in particolare ha voluto sensibilizzare i ragazzi in merito alle differenze tra le azioni commesse in strada nella realtà, attraverso il prototipo della sua moto da corsa, con la quale ha vinto il titolo italiano lo scorso anno. La moto era posizionata di fronte agli studenti accanto allo scooter di competizione di Matteo Pagnoncelli, che ogni anno viene esposto ai ragazzi. «Tutti gli attori hanno portato il loro contributo attraverso un’intensa interazione con gli studenti, fatta di momenti emozionali e di riflessione che hanno spronato i ragazzi a porsi domande, e ad esprimere le proprie curiosità.

Gli studenti sono arrivati quindi a comprendere in maniera autonoma che la semplicità di alcuni gesti quotidiani può effettivamente fare la differenza per la propria incolumità e per quella degli altri».
La cerimonia di premiazione delle borse di studio si svolgerà la mattina di domenica 2 giugno in piazza Cerruti, dove tutti i ragazzi che hanno partecipato agli incontri riceveranno un piccolo omaggio, un simbolo da parte dell’associazione.
«Si ringrazia - dicono dal Comune - la dirigenza dell’Istituto comprensivo “Andrea Camilleri” e tutto il corpo docenti per la collaborazione e per la riuscita dell’intera iniziativa».

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali