Attualità
Curiosità

Borgo Verde approda al mercato settimanale di Borgomanero

Al mercato del venerdì i prodotti sono in vendita su una bancarella.

Borgo Verde approda al mercato settimanale di Borgomanero
Attualità Borgomanero, 14 Giugno 2022 ore 09:40

I frutti dell'esperienza di Borgo Verde approdano al mercato settimanale del venerdì.

Approdano al mercato settimanale del venerdì i frutti di Borgo Verde

In occasione del mercato settimanale di venerdì 3 giugno, è stata inaugurata la prima bancarella dei prodotti agricoli a km zero del “Borgo Verde”, il progetto di agroecologia sociale ideato e guidato da Legambiente, in collaborazione con il Comune di Borgomanero, il Centro Servizi Sociali e altri soggetti che operano nel terzo settore. Su un terreno di circa due ettari, messo a disposizione dall’amministrazione comunale, nei mesi scorsi è iniziata la coltivazione di diversi ortaggi e frutti, seguendo processi e metodi di coltivazione agricola che si ispirano all’agricoltura organica e alla produzione biologica, senza l’impiego di agrofarmaci e con l’utilizzo di energia e risorse naturali in modo sostenibile.
Questo progetto di inclusione sociale, nella stagione delle coltivazioni, occupa sei persone, supportate da alcuni volontari di associazioni e i prodotti a km zero verranno venduti regolarmente in alcuni mercati del territorio, oppure direttamente in campo. In questa fase le associazioni e le cooperative sociali che partecipano al progetto stanno mettendo a punto nei dettagli un processo di vendita e di distribuzione per riuscire a soddisfare la domanda in modo efficace, salvaguardando la freschezza dei prodotti e ottimizzando la raccolta dei prodotti al completamento del loro ciclo di maturazione.
Grande è la soddisfazione di Massimiliano Caligara, presidente del circolo locale di Legambiente: «Questo progetto, che ha richiesto un notevole impegno dei numerosi partner che partecipano all’iniziativa sta iniziando a prendere forma. I primi prodotti coltivati in modo sostenibile facendo riferimento alle pratiche dell’agricoltura biologica, per la quale abbiamo attivato il processo per ottenere la certificazione ufficiale, iniziano ad uscire dal campo e ora stiamo perfezionando il canale di distribuzione per portali in breve tempo sulle tavole. Oltre alla sostenibilità ambientale e sociale iniziamo anche a ragionare di sostenibilità economica, per poter assicurare la continuità del progetto negli anni e quindi ulteriori opportunità di occupazione e di lavoro a un numero sempre maggiore di persone».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter