Attualità
Demografia

Borgomanero: la popolazione è diminuita ancora nel corso del 2021

Se nel 2020 infatti il saldo totale della popolazione era stato di meno 56 abitanti, nel 2021 lo stesso dato è pressoché uguale, attestandosi a meno 55.

Borgomanero: la popolazione è diminuita ancora nel corso del 2021
Attualità Borgomanero, 02 Febbraio 2022 ore 10:02

La popolazione di Borgomanero nel corso del 2021 è diminuita ancora, ma la città continua a rimanere la seconda della provincia di Novara.

A Borgomanero la popolazione diminuisce ancora: tutti i numeri del 2021

Come ogni anno, nel mese di gennaio, vengono pubblicati i dati relativi alla popolazione residente della città. Anche nel 2021, secondo anno della pandemia che ha sconvolto gli equilibri della società, costringendola a ricalibrarsi, si registra un calo degli abitanti in quella che è, però, ancora la seconda città della provincia di Novara per poco meno di 1000 abitanti: Trecate infatti nel 2021 ha registrato 20.395 persone, mentre Borgomanero 21.328. Entrando un po’ più nel dettaglio dei numeri e delle statistiche, si nota però come il calo sia contenuto, e come si attesti sugli stessi livelli dell’anno precedente: se nel 2020 infatti il saldo totale della popolazione era stato di meno 56 abitanti, nel 2021 lo stesso dato è pressoché uguale, attestandosi a meno 55, perdendo solo un abitante in meno di quanti ne erano stati persi nel corso dell’anno precedente. Anche il saldo migratorio, ovvero la differenza tra chi è andato ad abitare altrove e chi invece si è trasferito in città, è molto simile con quello del 2020. Era stato allora infatti di + 75 unità, mentre nel 2021 perde solo qualche unità e si attesta a + 69. Stesso discorso vale anche per il saldo naturale, ossia la differenza tra nati e morti durante l’anno: nel 2020 era stato di meno 131, mentre nel 2021 è stato di meno 124. I due saldi, quello naturale e quello migratorio, da diversi anni si compensano a vicenda: se quello naturale è consolidato in negativo (seguendo un trend molto comune in Italia) fin dagli anni ‘80 del secolo scorso, quello migratorio dai primi anni 2000 è aumentato considerevolmente (e lo si è notato soprattutto nel decennio tra i due censimenti Istat del 2001 e del 2011, quando in media ogni anno gli immigrati hanno superato gli emigrati di 270 unità). La media del saldo migratorio dopo il 2011 è scesa a + 83, fino al calo del 2017 e del 2018, quando è arrivato a + 20 e + 24. Nelle tabelle sottostanti è riportato il dettaglio dell’andamento della popolazione residente in città dal 2002 al 2021, con due particolari focus sui movimenti demografici (nati e morti) del 2021 e del 2020 e sul numero dei cittadini stranieri presenti in città.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter