Attualità
Tradizione

Castelletto si prepara alla festa patronale: si comincia mercoledì

Nonostante il Covid si festeggerà comunque il Santo in modo sicuro

Castelletto si prepara alla festa patronale: si comincia mercoledì
Attualità Arona, 09 Gennaio 2022 ore 07:00

Castelletto si prepara a festeggiare il suo Santo Patrono: ecco il programma della settimana di festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate.

Castelletto festeggia Sant'Antonio

E' quasi tutto pronto per i tradizionali festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate. Una tradizione particolarmente sentita a Castelletto Ticino, che al suo patrono ha dedicato la chiesa parrocchiale di piazza Matteotti.

Si comincia mercoledì 12

I festeggiamenti e gli eventi religiosi organizzati dalla parrocchia inizieranno quindi ufficialmente mercoledì 12 gennaio, alle 20.45, con ’Vieni e seguimi e avrai un tesoro nei Cieli’: l'adorazione eucaristica presieduta da don Stefano Rocchetti, rettore del Seminario e animata dai seminaristi castellettesi. Venerdì 14 gennaio, alle 20,45 ci sarà spazio per ’Dalle tenebre alla luce’: testimonianze di vite trasformate con i ragazzi della Comunità Cenacolo di suor Elvira. Sabato 15 gennaio, alle 10,30 spazio alla celebrazione per i ragazzi del catechismo con l’offerta del fiore e la benedizione. Nel pomeriggio Sant'Antonio passerà simbolicamente dai rioni castellettesi con la sua statua per portare la sua benedizione. Alle 14,30 è prevista la partenza della processione dalla chiesa, alle 14,45 arriverà a Dorbiè (piazzale cortile Guglielmina), alle 15 a Brabbia-Buzzurri (parcheggio palestra Lanzi), alle 15,15 a Beati Pozzola (ex scuola), alle 15,30 a Glisente (parcheggio dietro alla chiesa), alle 15,45 a Verbanella (davanti alla chiesa), alle 16 a Cicognola (chiesa di Sant'Anna), alle 16,15 all'ingresso del cimitero, alle 16,30 davanti al Comune. Alle 18 infine messa solenne con i gruppi e le associazioni. Alle 20,30 spazio alla scampanata e benedizione dal campanile con la reliquia del Santo con l’invito ad accendere una luce sui balconi del paese (diretta sulle pagine Facebook e Youtube).

Il clou dei festeggiamenti è atteso per domenica 16

Il momento più atteso dei festeggiamenti è atteso però per domenica 16 gennaio, quando si terrà la solenne celebrazione eucaristica presieduta da Fra Alfio, custode del Monte Mesma. Dalle 14,30 alle 17,30 ci sarà spazio alla benedizione degli animali in Chiesa, alle 15,30 ci saranno i vespri solenni e la benedizione eucaristica, mentre alle 18 ci sarà spazio per la messa.
Per l'occasione sarà organizzato anche il tradizionale pranzo solidale per Sant'Antonio (polenta, bruscit, gorgonzola e dolce). Ci si può prenotare nelle sacrestie al costo di 15 euro (entro martedì 11) e si potrà ritirare domenica 16 gennaio il cibo all’Oratorio dalle 12 alle 13. Il ricavato sarà devoluto alla casa per ragazzi in difficoltà che aprirà la prossima primavera.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter