Attualità
Volontariato

Comunità di Sant'Egidio a Borgomanero: Casa Margherita si sposta a Santo Stefano

Non si ferma mai l'impegno dei volontari della Comunità di Sant'Egidio.

Comunità di Sant'Egidio a Borgomanero: Casa Margherita si sposta a Santo Stefano
Attualità Borgomanero, 03 Novembre 2021 ore 09:47

Casa Margherita, il luogo che ospita il progetto della Comunità di Sant'Egidio di supporto per le donne anziane sole, trasloca a Santo Stefano.

Casa Margherita trasloca a Santo Stefano

Cambia luogo casa Margherita, ma non cala l'impegno dei volontari a beneficio di chi soffre. La Comunità di Sant'Egidio, che anche in città porta avanti vari servizi solidali, ha fatto traslocare il progetto di supporto a donne anziane da viale Marazza in frazione Santo Stefano. Si è passati da due a tre ospiti, che ora dispongono di un giardino e sono aiutate nella quotidianità da una persona convivente. Altre volontarie intervengono durante i momenti di riposo dell'operatrice, sbrigando faccende domestiche e facendo compagnia. «La casa sta diventando sempre più un punto di riferimento - sottolinea Patrizia Ferro, che gioca un ruolo chiave per le attività di Sant'Egidio a Borgomanero - diverse persone hanno piacere di andare a trovare le nostre care donne, siamo sempre attenti al rispetto delle regole per garantire la loro salute. Hanno parenti, che per varie motivazioni sono impossibilitati a occuparsene, dunque l'alternativa sarebbe l'istituto, ma ci piace l'idea che stiano in un contesto famigliare. Così mettono insieme le forze per dividere le spese e stanno in compagnia: per Sant'Egidio l'aiuto materiale è importante, ma non da meno il vincere la solitudine. La nostra presenza nelle case di riposo è più limitata ora, ma non è mai fermata: all'Opera Pia Curti siamo tornati in presenza tramite prenotazione. Siamo andati a Roma mercoledì 6 e giovedì 7 ottobre per il 35° anniversario della Preghiera della pace di Assisi e l'evento "Popoli fratelli, terra futura". Si tratta di una serie di incontri allargati anche a gente del mondo laico sulla cultura per la pace con rappresentanti di 40 Paesi. Nella cerimonia conclusiva sono intervenuti Papa Francesco e personalità importanti di politica e religione. Occorre lavorare per una pace che deve esistere solo in un noi globale e non in un io, riappropriamoci del futuro insieme. Ad agosto lanciammo lo slogan "Aperti per ferie", sapendo che in estate qualcuno soffre molto la solitudine per la diminuzione dei servizi pubblici. Abbiamo organizzato vacanze a Pettenasco in una casa che prendiamo in affitto da anni con turni da 8 giorni per anziani, che potevano ricevere visite».