La posizione

Conguagli gas e luce oltre i 2 anni, il Codacons: "Diritto alla prescrizione"

"Bisogna sempre far valere i propri diritti".

Conguagli gas e luce oltre i 2 anni, il Codacons: "Diritto alla prescrizione"
Attualità 05 Giugno 2021 ore 06:23

Le bollette di conguaglio, chi di noi non le ha ricevute almeno una volta nella vita per le proprie forniture di luce e gas? Purtroppo è un'evenienza tutt'altro che rara dovuta a molteplici fattori.

Le bollette ritardate

I casi più eclatanti riguardano situazioni in cui il contatore non è stato letto per più di 2 anni, e il fornitore ha finito con l'emettere bollette di importi stratosferici, obbligando il consumatore a pagare tutti gli importi.

Per fortuna non è più così; infatti, ora è possibile, per il consumatore, chiedere la prescrizione per tutti gli importi richiesti oltre i 2 anni di fornitura.

La posizione del Codacons

"Purtroppo, alcune società, avevano respinto le richieste di prescrizione avanzate da alcuni consumatori, sostenendo la tesi che il distributore competente avesse provato a leggere il contatore, senza riuscirci, e ciò sarebbe avvenuto per colpa del malcapitato utente, che quindi avrebbe dovuto pagare l'intero importo.

L'Antitrust però non si è fatto attendere, e sollecitato dal Codacons ha sanzionato con multe che arrivano fino a 12,5 milioni di euro Eni, Enel e SEN per pratica commerciale scorretta, avendo respinto, senza giustificato motivo, le eccezioni di prescrizione avanzate dai consumatori - afferma il Presidente Nazionale del Codacons, Marco Donzelli.

Bisogna sempre far valere i propri diritti, se abbiamo un dubbio per una bolletta ricevuta, perché troppo elevata o riguardante un periodo molto lungo, chiediamo assistenza legale per tutelarci! La nostra Associazione è a disposizione di tutti i nostri iscritti, chiamateci al numero 02/29419096 o scriveteci all'e-mail consulenze@codaconslombardia.it."