Attualità
I fondi

Danni da gelate 2021: in arrivo 13,4 milioni di euro di ristori per le aziende

Per le produzioni vegetali il contributo complessivo è di 11.422.735 euro e per le produzioni apistiche è di 1.236.115.

Danni da gelate 2021: in arrivo 13,4 milioni di euro di ristori per le aziende
Attualità 26 Ottobre 2022 ore 06:17
Sono 710 le aziende agricole piemontesi che beneficeranno dei ristori per i danni causati dalle gelate del 7 e 8 aprile 2021, evento riconosciuto come calamità naturale, nelle province di AlessandriaAsti, Biella, CuneoNovaraVerbano Cusio OssolaVercelli e nella Città Metropolitana di Torino.

13,4 milioni di euro a disposizione

La risorsa finanziaria complessiva, derivante dal Fondo di solidarietà nazionale in Agricoltura e assegnata al Piemonte, è di 13,4 milioni di euro.

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Agricoltura e Cibo della Regione Piemonte Marco Protopapa, in seguito alla fase istruttoria, ha stabilito di erogare la percentuale massima di contributo alle aziende agricole danneggiate. Sulla base di tale decisione, nei prossimi giorni si provvederà alla liquidazione dei contributi ai beneficiari ammessi a finanziamento:

- 552 beneficiari per produzioni vegetali (38 in provincia di Alessandria74 in provincia di Asti, 9 in provincia di Biella323 in provincia di Cuneo21 in provincia di Novara59 in provincia di Torino28 in provincia di Vercelli).

- 128 beneficiari per produzioni apistiche (12 in provincia di Alessandria10 in provincia di Asti, 5 in provincia di Biella35 in provincia di Cuneo17 in provincia di Novara, 40 in provincia di Torinoin provincia di Vercelli).

- 30 beneficiari per produzioni apistiche più vegetali (5 in provincia di Alessandria, 8 in provincia di Asti,, 1in provincia di Biella, 12 in provincia di Cuneo, 1 in provincia di Novara, 3 in provincia di Torino).

In provincia di TORINO in totale sono 102 le aziende che riceveranno 1.774.000 euro di ristori:

  • 59 beneficiari per produzioni vegetali
  • 40 beneficiari per produzioni apistiche
  • 3 beneficiari per produzioni apistiche più vegetali

“Questi fondi rappresentano una boccata di ossigeno importante per i nostri agricoltori, che dopo le gelate dello scorso anno questa estate hanno dovuto fare invece i conti con l’emergenza della siccità e adesso con i rincari di energia e carburanti. La Regione è già al lavoro per predisporre ulteriori misure che possano aiutare il settore ad affrontare questo momento difficile per le nostre famiglie e le nostre aziende”, dichiara il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio.

Seguici sui nostri canali