Attualità
Abitava a Dagnente

Ettore Mo: "Per me Arona era la capitale del mondo"

Nel 2011 aveva vinto il premio "Aronese dell'Anno"

Ettore Mo: "Per me Arona era la capitale del mondo"
Arona Pubblicazione:

Se n'è andato all'età di 91 anni uno dei più importanti giornalisti italiani, Ettore Mo. L'uomo aveva le sue radici proprio nel nostro territorio: nato a Borgomanero il 1 aprile del 1932, ha passato la sua infanzia a Castelletto Ticino.

Le parole di Mo sul nostro territorio

"Per me, allora, Arona era la capitale del mondo: venivo sempre nei giorni di mercato. In seguito, mia moglie a Milano non voleva stare e allora abbiamo preso casa a Dagnente con una vista meravigliosa sul lago: lei dice sempre che è un posto meraviglioso, ed io sono d'accordo". Queste le parole con cui aveva espresso, nel 2011, tutto il suo amore per il Lago Maggiore. In quell'occasione era stato insignito del premio <Aronese dell'anno> mentre nel 2003 aveva vinto il premio <città di Arona - Gian Vincenzo Omodei Zorini>, per citare solo i riconoscimenti a livello locale.

"Era una persona straordinaria che ha narrato tutti i maggiori scenari di guerra - ricorda l'allora sindaco Alberto Gusmeroli - Ha segnato la storia del giornalismo italiano e mondiale, lasciando un'impronta indelebile in scritti e libri. Abitava a Dagnente, bellissima frazione di Arona: persona davvero speciale, un Signore, gentleman d’altri tempi con una scrittura che, per chi ha letto i suoi libri e resoconti, ti coinvolgeva in modo unico. Avevamo deciso di nominarlo "aronese dell'anno" con questa motivazione: “Una vita esemplare a servizio dell'informazione ha intervistato i maggiori protagonisti della nostra epoca, conosciuto in tutto il mondo ove ha rappresentato la nostra Arona". Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana, mancherà a tutti, ai dagnentesi, agli aronesi, al mondo".

Leggi anche
Seguici sui nostri canali