Solidarietà

Grazie al Lions day a Novara donato un cane guida a una persona ipovedente

In 60 anni di attività, il Centro Lions di Limbiate ne ha assegnati oltre 2.000

Grazie al Lions day a Novara donato un cane guida a una persona ipovedente
Pubblicato:

Il Lions Day che si è svolto a Novara recentemente, ha visto coinvolti i quattro club novaresi, LC Novara Broletto, LC Novara Host, LC Novara Ovest Ticino e LC Novara Ticino, a cui nella giornata del 14 aprile si è aggiunto il LC Vercelli nella tradizionale sfida “Paniscia contro Panissa”.

bfb68831-69a7-4ce0-97e3-c6349eccdf4b
Foto 1 di 3
ed71377e-f653-4e39-b50e-7dfb621f6610
Foto 2 di 3
9e38bb5b-5608-4e02-ac01-5f54b9bf8499
Foto 3 di 3

Lions day a Novara, tempo di bilanci

Nella prima giornata c’è stata la novità del Campus Veterinario, evento dedicato alla cura degli animali da affezione con lo scopo più ampio di diffondere la cultura di una salute globale, interconnessa e non centrata solo sull’essere umano, perché la salute di quest’ultimo non può prescindere dalla salute degli animali e dell’ambiente in cui viviamo. A questo proposito, oltre a consigli dei medici veterinari sulle abitudini più salutari ai nostri amici a 4 zampe, è stata diffusa un’ampia informativa sull’ambiente in genere, fauna e flora. La risposta della cittadinanza ha permesso una prima importante raccolta di offerte.

La giornata è poi proseguita con la sfida “Paniscia contro Panissa”, che oltre a donare agli oltre 220 partecipanti un momento di divertente convivialità, ha permesso la promozione dei prodotti del territorio delle due province, coinvolgendo tanti produttori locali e le Pro Loco. L’eccezionale partecipazione ha permesso una notevole raccolta di offerte, che dedotte le spese ha portato, insieme al Campus Veterinario, a 6.500 € di donazioni nette.

Donazione importante

L’intero ricavato della giornata ha permesso di portare a termine un progetto biennale iniziato dai due club promotori, il Novara Broletto ed il Novara Ticino, a cui si sono affiancati dapprima gli altri due club cittadini, Novara Host e Novara Ovest Ticino, ed infine il LC Vercelli, con una sostanziosa partecipazione volta alla donazione di un cane guida ad una persona ipovedente.

La donazione di 12.000 €, già effettuata al Centro Cani Guida Lions di Limbiate, eccellenza nazionale ed Europea, rientra nella più antica area di intervento dei Lions, la cecità, e incarna alla perfezione lo spirito di servizio disinteressato dell’associazione, in quanto si dona il cane senza sapere a chi andrà. Il destinatario viene infatti scelto dal Centro Cani Guida sulla base di una graduatoria che tiene conto della più urgente necessita di supporto delle persone iscritte.

“Ci si rende conto di cosa vuol dire un angelo a 4 zampe quando lo doniamo a queste persone” - dice il Presidente del Centro, Giovanni Fossati – “Ogni volta che un singolo cane guida viene affidato ad un non vedente, si compie un vero e proprio miracolo”

In 60 anni di attività, il Centro ha già assegnato oltre 2.000 cani guida.

Le visite specialistiche

La seconda giornata del Lions Day ha visto i Lions Novaresi impegnati nel Campus Medico, tradizionale appuntamento in cui i medici Lions e non Lions che intervengono offrono visite specialistiche in moltissime specialità, tra le quali oculistica infantile, senologia, cardiologia, ortopedia, osteoporosi, diabete, otorino laringoiatria. Anche quest’anno sono state somministrate in una sola giornata quasi 400 prestazioni, oltre a raccogliere un significativo importo in offerte che sono state donate alla Croce Rossa Italiana.

I Lions novaresi, che tengono moltissimo a questa forma di collaborazione ed identificazione solamente nel nome di Lions International, senza più distinzione fra i singoli club operativi, tengono a ringraziare il Comune di Novara, L’Azienda Ospedaliera Maggiore della Carità, L’ASL di Novara, la Fondazione Castello, l’Ordine dei Medici Veterinari, gli sponsor che hanno generosamente contribuito all’evento e tutti coloro che con il loro impegno hanno reso possibile questi incredibili risultati, ma anche e soprattutto la cittadinanza novarese che ha compreso lo spirito delle iniziative e le ha rese un autentico successo con la sua vasta partecipazione.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali