Attualità
Danza

I Willaz in cerca della vittoria

In campo per aggiudicarsi il titolo della miglior crew junior italiana

I Willaz in cerca della vittoria
Attualità Ovest Ticino, 13 Dicembre 2022 ore 08:00

C'è voglia di portare sul palco racconti ed emozioni, voglia di trasmettere al pubblico attraverso la loro danza. I Willaz sono pronti, dopo i successi raccolti in questi anni, a scendere in gara a Bologna il 30 dicembre 2022, per la finale che consegnerà il titolo alla migliore crew junior italiana.

Ballerini di Oleggio a Bellinzago

A legare il gruppo di ballerini hip hop alla città di Oleggio c'è Fabio Agwazia, il coreografo, che ha iniziato a muovere i primi passi come insegnante nella scuola oleggese Academy, «questa, insieme ad altre due scuole, sono state il mio 'banco di prova' – spiega – Ho iniziato a coltivare il gruppo dei Willaz dal 2015, quando ho scelto di creare la mia associazione, e nelle scuole in cui lavoravo ho selezionato i migliori ballerini del mio stile»; oggi il gruppo si trova a Bellinzago, ma avendo ragazzi che vengono da fuori e dalla provincia di Milano, il sogno è quello di trovare uno spazio a Novara, più comodo per questioni di logistica. Tra gli 11 ballerini dei Willaz c'è anche Arianna Cotroneo, oleggese classe 2006: ha mosso i suoi primi passi di hip hop con Fabio e lo ha sempre seguito in questo periodo, condividendo con i Willaz i momenti di gioia e quelli più difficili, come quello della pandemia.

Voglia di rivincita

«La forza di risalita, a me e alla mia scuola – spiega Fabio – l'hanno data proprio loro, dimostrando che quando ci sono impegno, passione e volontà si supera ogni cosa», e per questo motivo la scuola UrbanLab sta cambiando il suo nome cercando proprio di mettere al centro il “suo” gruppo, i Willaz. Quando Fabio ha incontrato i ballerini, che oggi hanno dai 13 ai 17 anni, erano piccolissimi, «non avevano grandi ambizioni – spiega Fabio – ma è il gruppo che ha da sempre messo in danza al meglio le mie idee. Come nessun altro loro riescono, attraverso le mie coreografie, a passare il mio messaggio. Ed è questo quello che mi piace di questo mestiere, potere fare arrivare a tutti, non solo a un pubblico di esperti, il messaggio della mia coreografia. Questo era uno dei miei obiettivi quando ho scelto di dedicare più tempo come coreografo e meno come ballerino: condividere le miei emozioni e la sensibilità attraverso la danza».

I Willaz a “Ballando on the road”

I Willaz sono da poco reduci della loro prima esperienza televisiva in Rai, ospiti del programma “Ballando on the road”, ma a maggio a Eindhoven, nei Paesi Bassi, la crew novarese si è aggiudicata il secondo posto della classifica sfidando altri gruppi da tutta Europa e aggiudicandosi il pass per la finale mondiale, a cui purtroppo non sono riusciti a partecipare per mancanza di sponsorizzazioni. «Quella in tv è una gara diversa da quelle a cui siamo abituati a partecipare – spiega Fabio – hanno sfidato altri ballerini diversi per stile, età e composizione dei gruppi; ma poter passare il messaggio dei Willaz è il nostro obiettivo e per questo ci siamo 'lanciati' in esperienze nuove e diverse». Non si precludono altre esperienze televisive, «voglio portare il messaggio Willaz il più possibile in giro a livello mediatico, sfruttando ogni canale – conclude Fabio – questo è il mio obiettivo. Il sogno invece è quello di dare la possibilità ai miei ragazzi di scegliere cosa fare della danza: una scelta dettata dalla volontà e non dalla necessità».

Seguici sui nostri canali