La protesta del sindacato

La Polizia di Stato ammaina la bandiera a Borgomanero: si chiude

5 agenti andranno ad Arona.

La Polizia di Stato ammaina la bandiera a Borgomanero: si chiude
Attualità 30 Giugno 2021 ore 11:14

Il segretario generale del Siulp di Novara Tommaso Di Gaudio informa attraverso un duro comunicato stampa "che la Polizia di Stato rinuncia alla sua presenza in questo territorio, chiudendo dalle ore 24 di ieri, in maniera definitiva, il locale Distaccamento di Polizia Stradale demandando le sue competenze a quello di Arona".

La posizione del sindacato

"Questo nonostante le migliaia di firme delle/dei cittadine/i raccolte nel febbraio 2020 nella centralissima Piazza Martiri di Borgomanero e gli impegni assunti nel marzo 2020 dal Ministro dell’Interno per salvaguardarne la presenza della Polizia di Stato nello stabile demaniale di Via Cureggio 13, attraverso una sua trasformazione da Distaccamento Polizia Stradale in Ufficio avanzato della Questura di Novara. Questo per fornire alla collettività gli esclusivi servizi di Polizia Amministrativa, che per competenza legislativa vengono erogati dalla sola Polizia di Stato.

Resta il rammarico di veder chiudere l’unico ufficio inserito in una struttura di proprietà demaniale, per fini di risparmi di spesa pubblica, a fronte di altre strutture, di altre forze di polizia presenti in città per le quali, la Prefettura novarese, continui ad erogare canoni di affitto ad altri enti pubblici e privati. Il tutto, sta avvenendo all’indomani dell’elevazione delle due più importanti arterie stradali della Provincia, la S.P. 229 del lago d’Orta e la S.P. 142 del Biellese, ora divenute Strade Statali (S.S.), che si intersecano in un solo punto, Borgomanero, a dimostrazione che il volume e la qualità del traffico di queste due arterie non erano più gestibili dall’Ente Provincia di Novara, ritornando in capo all’A.N.A.S.. Alla luce di quanto appena esposto, appare ancora più incomprensibile l’accorpamento con il Distaccamento della PolStrada aronese che, di fatto si vede triplicare la propria competenza territoriale, ricevendo in eredità solo 5 poliziotte/i ricevuti, in quanto altri hanno scelto di essere assegnati ad altri reparti, anche al di fuori della Specialità".

La richiesta

"Auspichiamo, nell’interesse della collettività di tutto il Medio Alto novarese, che gli impegni assunti a suo tempo dal Questore di Novara e dal Sindaco di Borgomanero di aprire uno sportello di Polizia amministrativa all’interno di locali del Comune di Borgomanero, per offrire inizialmente il servizio di Polizia Amministrativa per il rilascio dei passaporti vengano mantenuti. Ciò, al fine di ridurre i disagi di tutto il medio alto novarese in termini di tempo e chilometri percorsi, al fine di poter ottenere questo importante documento, specialmente per chi ne ha l’estrema necessità per svolgere le proprie attività lavorative ed imprenditoriali. Il Siulp novarese, continuerà la sua battaglia affinché ciò possa avvenire in tempi brevi e garantire nuovamente la presenza della Polizia di Stato in questo importantissimo territorio".