Attualità
Calcio

Marco Rigoni è il nuovo Direttore tecnico dello Sparta Novara

Ex bandiera del Novara.

Marco Rigoni è il nuovo Direttore tecnico dello Sparta Novara
Attualità Novara, 23 Settembre 2021 ore 06:33

La società più storica della città dà il benvenuto all'ex dirigente sportivo e giocatore del Novara Calcio.

Marco Rigoni allo Sparta

L'entrata nel vivo del campionato di Promozione della prima squadra dell'A.S.D. Sparta Novara ha conciso  con l'ingresso ufficiale all'interno dell'asset societario di Marco Rigoni, ex Serie A e bandiera di una città per aver scritto la storia insieme ai suoi compagni.

Adesso per Marco Rigoni è tempo di una nuova sfida in virtù del suo amore per il territorio: dare il suo prezioso contributo tecnico alla società più storica della città, l'A.S.D. Sparta Novara, a favore dei ragazzi che mirano a intraprendere la carriera da professionisti.

Infatti, il dirigente sportivo ha accettato l'incarico di Direttore Tecnico Generale che la società bianco-nera - legata a Juventus Youth - le ha proposto nell'ambito di un progetto mirato legato ai talenti emergenti del calcio novarese. Il fulcro è lo stadio "Enrico Patti", in via Alcarotti, casa di Sparta Novara, già cuore pulsante, insieme alla struttura dell'Academy Novara, in via Gerosa, del calcio giovanile cittadino, con i più importanti numeri di iscritti (oltre 500).

Con il piede sull'acceleratore, Sparta Novara sta quindi muovendo, pedina dopo pedina, le sue mosse con il fine ultimo di dare l'opportunità ai ragazzi novaresi di intraprendere un percorso che può portarli a giocare da professionisti.

Le parole di Rigoni

"Una scelta ponderata e difficile perché dopo tanti anni di amore incondizionato per la maglia del Novara, per i risultati ottenuti grazie a ogni tifoso novarese che ha contribuito insieme a me e ai miei compagni a scrivere le pagine di Wikipedia e soprattutto ad appendere fuori da ogni casa della città la bandiera novarese. Adesso, dopo 25 anni di calcio professionistico, finalmente posso aiutare i giovani a provare a diventare calciatori. Per raggiungere questo obiettivo sono sicuro di aver scelto la società migliore per strutture e gestione dei ragazzi e delle loro famiglie. Di ciò il territorio avrà un grande riscontro. Ringrazio la dirigenza della Società: credo nella qualità di un progetto lungimirante e nei numeri di Sparta e Academy, che parlano molto chiaro. Metterò anima e corpo per le centinaia di famiglie che gravitano attorno alle due società. Il mio traguardo più grande è portare un ragazzino e una famiglia a calpestare il campo dei professionisti e vedere tutta la città orgogliosa di avere uno stadio storico che produce ragazzi importanti.

Voglio ringraziare tutta la curva del Novara Calcio che sicuramente capirà la mia scelta. Voglio aiutare le famiglie del territorio ad avere un'opportunità calcistica per emergere, che è difficilissimo.

Io e la mia Società prenderemo solamente ragazzi del territorio e se qualcuno arriverà in alto sarà merito dell'aggregazione, dello spirito e della professionalità di questo club.

Tiferò sempre Novara e voglio rivederlo in alto, con a fianco una società che sono sicura raggiungerà grandi traguardi".