I dettagli

Maxi richiamo di gelati e muffin contaminati da ossido di etilene

Il ministero della Salute ha annunciato il richiamo alimentare di vari lotti di gelati e preparati per muffin.

Maxi richiamo di gelati e muffin contaminati da ossido di etilene
Attualità 30 Agosto 2021 ore 13:15

Maxi richiamo di gelati e muffin contaminati da ossido di etilene. Il ministero della Salute ha annunciato il richiamo alimentare di vari lotti di gelati e preparati per muffin.

Il richiamo

Esattamente a distanza di un mese dalla segnalazione dello “Sportello dei Diritti”, solo in data 27 agosto il ministero della Salute ha segnalato in una specifica area del proprio portale, un nuovo maxi richiamo di gelati di un noto marchio e preparato per muffin gluten free. Il motivo è la presenza di ossido di etilene al loro interno. Ancora una volta, i gelati sono coinvolti nel ritiro alimentare per la presenza di ossido di etilene. I marchi noti sono Nuii e Milka prodotti da Froneri Polska e Froneri Schoeller, mentre il preparato per muffin gluten free è a marchio Molini Merano. Da un esame a campione effettuato sui prodotti è emerso come la farina di carrube utilizzata fosse contaminata da una quantità di ossido di etilene superiore alla norma. I lotti dei gelati ritirati sono:

Gelato Nuii mini stecchi, gusti misti, lotti MI1081 con scadenza 03/2023;, lotti MI115, MI116; MI117) con scadenza 04/2023, lotti MI1155, MI1156 con scadenza 06/2023;

Nuii cocco e mango, lotti MI1127 e MI1128 con scadenza 05/2023;

Stesso prodotto gusto cioccolato bianco e mirtilli rossi scandinavi, lotti MI0098 e MI0099 con scadenza – 04/2023; 04/2023;

Gusto nocciole salate e caffè della Tanzania, lotti MI0046, MI0049, MI0050, MI0051 con scadenza 02/2022. Lotti MI9332 MI9333 con scadenza 11/2021. Lotti MI0126, MI0128, MI0152, MI0153, MI0160, MI0161 con scadenza 06/2022, lotti MI1101, MI1102, MI1103, MI1104 con scadenza 04/2023 e lotti MI9339, MI9340 con scadenza 12/2021;

Gelato Milka vaniglia e cioccolato, confezioni da 319 grammi, lotti OS1035, OS1036, OS1039 con scadenza 08/2022, lotti OS1084, OS1085 con scadenza 09/2022, lotti OS1106, OS1107 con scadenza 10/2022 e lotti OS1131, OS1132, OS1147, OS1148 con scadenza 11/2022;

Mini coni Milka, confezioni da 140 grammi lotti OS1042 con scadenza 05/2022, lotti OS1073, OS1074, OS1075, OS1076, OS1077) con scadenza 06/2022, lotti OS1110, OS1111, OS1112, OS1113, OS1114 con scadenza 07/2022, lotti OS1152, OS1153, OS1154, OS1165, OS1166, OS1167 con scadenza 09/2022.

“Altri marchi e prodotti Froneri, codici batch o date di scadenza non sono interessati", ha affermato la società. I consumatori che sono in possesso di uno dei prodotti interessati sono pregati di non restituire il prodotto ai rivenditori o di rispedirlo a Froneri. L'azienda, informa che il prezzo di acquisto verrà rimborsato anche senza prova di acquisto. Dunque, ossido di etilene ancora sotto i riflettori in Europa. Questa volta però non è il sesamo al centro dell’attenzione, bensì la farina di semi di carrube e la gomma di guar, molto utilizzati nell’industria del gelato, contaminati da questa sostanza classificata come mutagena, cancerogena e tossica. che ha già provocato decine e decine di richiami di gelati confezionati in Francia. E ora c’è la possibilità che i provvedimenti si diffondano in tutta Europa, dopo che la Commissione ha stabilito il richiamo di tutti i prodotti che contengono l’additivo alimentare contaminato, perché non è possibile stabilire un livello di esposizione sicuro per i consumatori. La farina di semi di carrube è un additivo alimentare, identificato dal codice E410, utilizzato come addensante e stabilizzante in molti prodotti, tra cui i già citati gelati. Ma può essere trovato negli alimenti più disparati, dalle creme alle confetture, dalle carni trasformate ai dolcificanti da tavola. Lo scorso 8 giugno 2021, sul Sistema di allerta rapida Rasff è stato notificato per la prima volta il ritrovamento di farina di semi di carrube contaminata da ossido di etilene sostanza il cui uso alimentare è vietato da anni in Europa perché è considerata cancerogena e mutagena, ma che è ancora ampiamente utilizzata in molti Paesi extra-UE. In particolare in India e Turchia, dove è stato impiegato illecitamente per trattare i semi di sesamo e altri alimenti destinati al mercato europeo allo scopo di prevenire contaminazioni microbiologiche In Italia per ora sono stati segnalati ai consumatori circa 240 prodotti tra semi, prodotti da forno, piatti pronti, snack, dolci, olio e molto altro, contenenti sesamo, zenzero, psyllium e peperoncino contaminati. Ora, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, dopo quasi un anno dall’inizio della vicenda, dobbiamo aspettarci una nuova ondata di richiami. Froneri Ltd presente in più di 20 nazioni, possiede tra i suoi brand gli storici marchi Gelati Motta e Antica Gelateria del Corso in Italia.