Attualità
Novità

Oggi ad Arona una giornata per fare il punto sul progetto dell'Idrovia

L'evento, organizzato dalla Provincia, vedrà la partecipazione di numerosi e illustri ospiti

Oggi ad Arona una giornata per fare il punto sul progetto dell'Idrovia
Attualità Arona, 05 Ottobre 2022 ore 07:00

Oggi ad Arona è in programma una giornata speciale per fare il punto sullo stato di avanzamento del progetto di navigazione sul lago Maggiore, denominato "Slowmove".

Un appuntamento ad Arona per parlare di idrovia

Si svolgerà oggi, 5 ottobre, all’hotel “Concorde” di Arona (via Verbano, 1) l’evento “Idrovia&Mobilità”, iniziativa che vuole simbolicamente rappresentare il raggiungimento della gran parte degli obiettivi del progetto “Slowmove - Ponti d’acqua verso il futuro. Lo sviluppo del trasporto lungo il Lago Maggiore, il Ticino ed il sistema dei canali secondo una prospettiva di rispetto ambientale e di incremento del turismo green”, finanziato dal programma “Interreg Italia-Svizzera”. “Slowmove”, al quale partecipano diverse realtà italiane e svizzere e che ha come capofila la Provincia di Novara, ha posto al centro del suo interesse il primo tratto dell’idrovia Locarno-Milano-Venezia, ovvero il lago Maggiore, il fiume Ticino e il sistema dei canali, con un focus sui temi della mobilità integrata e sostenibile.

Si affronteranno anche i temi del cambiamento climatico

La giornata del 5 ottobre sarà dedicata a fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori anche nel quadro dell’emergenza climatica, che caratterizza il dibattito odierno, mettendo in luce minacce e opportunità per la mobilità sostenibile su acqua. "La Provincia di Novara – ha osservato il presidente Federico Binatti - per il ruolo e la responsabilità che ricopre nell’ambito del progetto “Slowmove”, non può che esprimere grande soddisfazione per la capacità con la quale l’intero partenariato ha lavorato per la valorizzazione dell’idrovia e delle aree circostanti. La mobilità sulla e attorno all’idrovia costituisce un elemento di ricchezza per il nostro territorio: come tale va curata e sviluppata, accompagnandone crescita e miglioramento con il rispetto di un ambiente unico per omogeneità naturalistica e geografica".

All'evento saranno ospitati alcuni illustri relatori

Nella mattinata dunque, si parlerà delle prospettive economiche che ruotano attorno allo sviluppo dell’Idrovia, della diffusione della mobilità elettrica come modalità alternativa di spostamento di uomini e cose, delle nuove frontiere in campo energetico applicate ai trasporti ed anche delle condizioni ingenerate dal cambiamento climatico. Parteciperanno come relatori il professor Alessandro Pezzoli del Politecnico di Torino e dell’Università degli studi di Torino, docente per i corsi che affrontano le tematiche del rischio meteo-idrologico, il professor Gianluca Valenti, del Politecnico di Milano, docente esperto di conversione energetica. L’ingegner Davide Tessarollo, che si occupa per “Trasporti e Territorio” (Trt) di Milano di modellistica e pianificazione dei trasporti, illustrerà lo studio commissionato dalla Provincia di Novara a “Trt” e “Ambiente Italia” con oggetto lo sviluppo della mobilità elettrica nel territorio nel quale si è sviluppato il progetto “Slowmove”.

Seguici sui nostri canali