Menu
Cerca
Occhi al cielo

Oggi eclissi di sole: in Italia si vedrà solo il 4 per cento

Alle 11.35 oscuramento totale del disco all'estremo Nord.

Oggi eclissi di sole: in Italia si vedrà solo il 4 per cento
Attualità 10 Giugno 2021 ore 10:57

Oggi eclissi di sole. Ma in Italia si vede solo il 4 per cento. Alle 11.35 oscuramento  totale del disco all’estremo Nord.

Oggi eclissi di sole. Ma in Italia si vede solo il 4 per cento

Sarà un bacio fugace quello tra il sole e la luna per chi nella mattinata di oggi, giovedì 10 giugno, dalle 11.35 alzerà lo sguardo al cielo e con strumenti adatti guarderò la nostra stella: una “mini eclissi” che durerà fino alle 13.04.

Occhi al cielo per la “mini eclissi”

Dall’Italia non vedremo l’anello perfetto che riempie di magia il cielo quando la Luna si sovrappone perfettamente al sole. L’eclissi anulare di sole infatti sarà visibile solamente dal polo Nord, dal Canada e dalla parte nord-orientale della Russia. Qui, in Nord Italia, dovremo “accontentarci” di un bacio fugace tra i due corpi celesti, con la luna che coprirà appena il 4 per cento del disco solare. Un fenomeno impercettibile, visibile solo con strumenti adatti.

Le passate eclissi in Italia

Guardando al passato, l’ultima eclissi totale visibile dal Belpaese risale al 15 febbraio 1961 quando il cono d’ombra dell’eclissi sorvolò su parte di Piemonte, Liguria, Toscana, Lazio, Marche. Da allora ci si “accontenta” di quelle parziali, più comuni. L’ultima fu nel 2005, quando la luna arrivò ad oscurare in alcune zone il 63 per cento del sole.

Come guardare l’eclissi

Per scorgere in maniera sicura l’eclissi (e vedere al meglio il passaggio della luna) ci si vede attrezzare. Si possono utilizzare binocoli coperti con un apposito filtro solare (Mylar o Astrosolar, ad esempio) o, se proprio non si trova di meglio, può andar bene anche il vetro di una maschera da saldatura anche se non permette una visione perfetta. Niente occhiali da sole, anche se con lenti polarizzate.

Gli stessi accorgimenti vanno presi se si vuole tentare di fotografare l’eclissi: la luce del sole potrebbe infatti danneggiare i sensori della macchina fotografica o dello smartphone.