Attualità
Iniziativa

Per due giorni a scuola in bici: la proposta degli studenti di Borgomanero

"La nostra iniziativa nasce da una semplice domanda: cosa possiamo fare noi nell'attesa?".

Per due giorni a scuola in bici: la proposta degli studenti di Borgomanero
Attualità Borgomanero, 19 Marzo 2022 ore 07:00

Per due giorni a scuola in bicicletta lasciando l'auto a casa: è la proposta lanciata dagli studenti delle superiori di Borgomanero.

La proposta degli studenti borgomaneresi: per due giorni a scuola in bici

Due giorni per andare a scuola in bicicletta, in modo da riscoprire le bellezze della città da un punto di vista diverso e, nei limiti del possibile, per riassaporare un ritmo di vita più lento. E’ la proposta lanciata dagli studenti delle scuole superiori cittadine, che nel pomeriggio di mercoledì 9 marzo hanno spiegato l’iniziativa nella sala consiliare di Palazzo Tornielli. L’idea è partita dagli studenti di terza del liceo scientifico Galileo Galilei, supportati dalla professoressa Michela Zanetta, ed è stata raccolta dai loro coeatanei del liceo classico ed economico sociale del Don Bosco. «La proposta (che riguarda le giornate del 21 e 22 marzo, ndr) dell’insegnante Michela Zanetta - ha spiegato la dirigente Gabriella Cominazzini - rientra in pieno nella nostra progettualità, e vuole essere anche in linea con i 17 obiettivi sostenibili dell’Agenda 2030. Per i ragazzi si tratta di una rinascita dopo il periodo del Covid, speriamo che possano riappropriarsi della loro vita: c’è un mondo nuovo da costruire sulla base di questo rapporto dialettico». «E’ un progetto - è poi intervenuta Giulia, studentessa dello scientifico - per fare nel nostro piccolo qualcosa di concreto per l’ambiente. Questa giornata serve a dimostrare che è possibile scardinare le attività e le abitudini quotidiane di ognuno di noi».

"E' uno spunto per una mobilità diversa, ma serve lavorare nel tempo e su più canali"

E di spunto per una «mobilità diversa» ha parlato la prof. Zanetta: «E’ uno spunto per una mobilità diversa - ha detto - ma serve lavorare nel tempo e su più canali: da un lato su quello dell’educazione, e dall’altro su quello delle infrastrutture. Spero di poter continuare a lavorare in questo senso, e vorrei che il Comune si impegnasse seriamente in un tavolo di confronto con i ragazzi per la mobilità sostenibile. Sono convinta che sia un argomento sul quale la discussione e il confronto sono necessari». «Borgomanero ha una struttura urbanistica particolare - ha risposto all’appello l’assessore Francesco Valsesia, che all’incontro in aula consiliare ha fatto gli onori di casa rappresentando il Comune - ora stanno nascendo diverse piste ciclabili, noi ci siamo». Alla presentazione ha partecipato anche l’insegnante Silvia Sacco, del Don Bosco: «Questa sinergia tra le scuole - ha detto - andrebbe rafforzata anche per lavorare su tematiche diverse, come ad esempio lo sport. Sarebbe bello arrivare a programmare momenti di sport e di festa insieme, credo che sarà una conseguenza naturale di questo stare insieme».

Nella due-giorni per l'ambiente sono previsti anche premi e riconoscimenti

Il 21 e il 22 marzo quindi i ragazzi delle scuole (così come i professori) andranno a scuola in bicicletta, e al loro arrivo saranno previste delle sorte di premiazioni, per le classi con la percentuale più alta di ragazzi arrivati pedalando, per quello che arriverà con il vestito più bizzarro, per chi farà la strada più lunga e, infine, sarà organizzata anche una gara di lentezza. Tutte le foto e le informazioni necessarie sull’iniziativa, resa possibile grazie al supporto di Lions Club Borgomanero, del raviolificio Fontaneto e dal Club 61 Frecce tricolori, oltre che del patrocinio dei Comuni di Borgomanero e Gozzano, saranno e sono caricate sul sito del liceo Galilei, nella sezione di quello di Borgomanero, sul quale sono già stati caricati alcuni videomessaggi e del materiale informativo. «Tutti sanno - recita il messaggio di presentazione della proposta - che ci troviamo in un'epoca di profonda crisi e cambiamenti, la crisi energetica è sulle bocche di tutti e la decarbonizzazione, si spera, imminente (almeno se vorremo rispettare il Green Deal europeo e il suo ambizioso obiettivo di arrivare a zero emissioni entro il 2050) La nostra iniziativa nasce da una semplice domanda: cosa possiamo fare noi nell'attesa?».

L'iniziativa anche al liceo di Gozzano

Tutti in bicicletta, anzi in Bike, appassionatamente. Succederà a Gozzano, martedì 22 marzo in occasione di un “Bike Day”, un vero e proprio incentivo alla mobilità sostenibile e permanente. Per valorizzare questo momento, i ragazzi della 4E del liceo Galilei, hanno progettato una giornata “tutti a Scuola in bicicletta” con premi “a sorpresa”. In pratica l’accoglienza è stata organizzata e, soprattutto premiata, per le 7.30. Una particolare attenzione è riservata all’abbigliamento particolare, alla distanza (il maggior chilometraggio percorso per arrivare a scuola), la percentuale più alta di biciappassionati scolastici e poi la colazione offerta, dal Comune, a tutti i partecipanti. “Una mattinata – dice la professoressa Rachele Ugazio organizzatrice con la ‘sua’ 4 E – che prelude a una volontà di cambiamento del modo di vivere per fermare il processo climatico di surriscaldamento del pianeta; la giornata però non sarà limitata solo a quello, ma anche ad altre iniziative future”. “Non posso che plaudire a questa iniziativa – ha detto l’Assessore all’Istruzione, Sport e Ambiente Francesca Tucciariello, da sempre molto vicina alle iniziative scolastiche del liceo – certamente parteciperò alla manifestazione coinvolgendo il numero più possibile di persone”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter