Attualità
Turismo

Piemonte ottava regione più colpita dal Covid a livello turistico

Il decremento negli incassi del settore turistico tra il 2019 e il 2020 è stato del -50,33%

Piemonte ottava regione più colpita dal Covid a livello turistico
Attualità 21 Ottobre 2021 ore 11:25

Il Piemonte è la ottava regione più colpita dal Covid a livello turistico

Piemonte ottava regione più colpita dal Covid a livello turistico

Il Covid-19 ha messo in ginocchio l’intero settore turistico internazionale andando a ridurre gli incassi di tutti gli operatori del settore. L’Italia è stata una delle nazioni europee più colpite e il sistema a colori non è riuscito a dare i risultati sperati. Non tutte le regioni però hanno subito le stesse perdite di incassi.

Quali sono state le regioni Turistiche più penalizzate dal Covid?

Le regioni del centro-sud sembrerebbero essere state quelle più penalizzate dalla pandemia con 5 regioni nelle prime 6 posizioni. Le regioni del centro infatti fanno registrare un -71% degli incassi rispetto al 2019.

Prima regione nella classifica dei decrementi di incassi derivanti dal settore turistico è il Lazio che sfiora un -75% nella spesa per visite culturali, spettacoli e attrazioni. A seguire troviamo Toscana (-69,2%), Campania (-69,2%), Sicilia (-68,8), Veneto (- 63,3%) e la Basilicata che si stabilizza su un meno 62%.

La Lombardia si trova settima in classifica mostrando, al contrario del Lazio, una certa propensione alla clientela Business, che nonostante le restrizioni ha continuato in minima parte a viaggiare. La regione che ha visto la minore diminuzione degli incassi è il Molise che nel 2020 ha mostrato una situazione stabile registrando solamente un -5,7%, simbolo di un turismo prettamente locale che è riuscito a ripartire nei mesi successivi alle riaperture.

Tutti i numeri

Nella tabella qui sotto sono riportate le variazioni % degli incassi derivanti dal turismo tra il 2019 e il 2021.

Regione Var. % 2020/2019
NORDOVEST -56,1
Piemonte -53,0
Valle d'Aosta -47,6
Lombardia -61,2
Liguria -46,6
NORD-EST -54,5
Trentino Alto Adige -45,8
<p">Veneto -63,3
Friuli Venezia Giulia -47,9
Emilia Romagna -42,3
CENTRO <>-71,6
Toscana

-69,2

Umbria -38,6

Marche

-38,6

Lazio

-74,9
SUD E ISOLE

-60,0

Abruzzo -37,8
Molise -5,7
Campania -69,1
Puglia -34,8
Basilicata -61,9
Calabria -44,1
Sicilia -68,8
Sardegna -46,7
TOTALE -69,0

Qual è la situazione della regione Piemonte?

Partendo dal grafico qui sopra abbiamo stilato la classifica delle regioni che più hanno subito l'impatto del covid-19 sul turismo. Questa è la situazione della regione Piemonte.

La regione Piemonte si è classificata in ottava posizione in questa speciale classifica. Il decremento negli incassi del settore turistico tra il 2019 e il 2020 è stato del -50,33%, inferiore alla media italiana che è di quasi il 61%. Considerando il nord-ovest che ha fatto registrare un decremento medio del -56,06% la regione Piemonte è stata una delle migliori. I turisti stranieri sono stati il -56% portando ad una variazione della spesa derivante dal turismo estero del -52%.

Quali gli scenari di ripresa per il futuro?

La fine di quest’anno sarà l’ago della bilancia per capire quale potrà essere la crescita del settore e la velocità della ripartenza nel 2022. Secondo un approfondimento dello scorso maggio, Il Sole 24 Ore prospetta una ripresa del 67% per il 2021, che porterebbe una magra consolazione a tutti gli operatori del settore.

Le mete preferite dai turisti, italiani e stranieri, saranno ancora una volta le grandi città d’arte come Roma, Milano, Firenze, Napoli e Venezia, senza dimenticare però i piccoli borghi e le città costiere.

Secondo gli analisti della banca Intesa San Paolo non dovremo aspettare troppo tempo prima di rivedere i turisti in Italia. Infatti con tutta probabilità, grazie al miglioramento della situazione contagi e della campagna vaccinale, nel 2022 le città italiane potrebbero vedere un afflusso di turisti pari a quello del 2019, trainato da una nuova concezione di turismo basato sullo sport e sul risparmio energeticoCicloturismoescursionismo e turismo sportivo, potrebbero essere l’arma vincente per la ripartenza soprattutto dopo i recenti successi sportivi che hanno acceso un potente faro sulla nostra nazione.

Fonte: https://www.prontobolletta.it/turismo-post-covid/