Attualità
Tradizione

"Proverbi popolari: i significati e i modi di dire"

Presentata ad Arona la pubblicazione curata da Alessandra Marchesi

"Proverbi popolari: i significati e i modi di dire"
Attualità Arona, 31 Dicembre 2022 ore 08:00

«Chi non risica, non rosica», «tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino», «batti il ferro quando è caldo», «del senno di poi sono piene le fosse». Sono solo alcuni dei tanti, tantissimi, detti popolari che fanno parte della cultura e della saggezza italiana e che spiegano, in modo semplice, alcune situazione della vita. Ad Arona c’è chi quel sapere tramandato di parola in parola l’ha voluto mettere per iscritto. È stata presentata di recente, nella gremita aula magna del municipio, la raccolta “Proverbi popolari: i significati e i modi di dire”. La pubblicazione è stata curata da Alessandra Marchesi e realizzata grazie al prezioso lavoro di ricerca di Graziano Gandolfi che ha individuato un centinaio di proverbi dei quali si è voluto spiegare il significato.

Associazione aronese 2Ke20

Un’idea promossa dall’associazione aronese 2Ke20 che per il secondo anno consecutivo sposa un’iniziativa volta alla salvaguardia della preziosa eredità della storia del territorio, lo stesso per il quale da tempo si adopera per tutelarne e valorizzarne le tradizioni. «Dopo i proverbi dialettali dello scorso anno, siamo tornati con la piccola raccolta che ha incontrato l’entusiasmo e il sostegno di diverse realtà commerciali e associazioni cittadine, oltre che il patrocinio del Comune – ha illustrato il presidente di 2Ke20 Fabrizio Sinigaglia - in fondo il proverbio piace, sempre, anche oggi perché è un microracconto, una fiaba sintetica, in pratica un modo semplice per ricostruire il mondo, per rassicurare l’instabile animo umano sul fatto che nonostante tutto il caso, il caos e le assurdità, il mondo c’è ed esiste un ordine, un’armonia, un senso nelle cose, in quello che ci capita e che facciamo capitare». La presentazione della raccolta è stata arricchita dalla partecipazione della compagnia aronese dei “GGGiovani Attori” del Centro Incontro Anziani don Giuseppe Valli, coordinata dalla presidente Palma Bertolotti, che ha offerto al pubblico una rappresentazione dei detti più divertenti e significativi dando prova della loro simpatica bravura. La pubblicazione, donata a tutti gli ospiti della Casa di riposo e distribuita gratuitamente presso le attività commerciali, in biblioteca, al Centro Incontro, all’Unitre e in municipio.

Seguici sui nostri canali