Attualità
Curiosità

Spingitori di botti per un giorno a Maggiora con il Magistrato del Palio

A Maggiora sabato 14 maggio adulti e bambini si sono misurati con le botti.

Spingitori di botti per un giorno a Maggiora con il Magistrato del Palio
Attualità Borgomanero, 31 Maggio 2022 ore 09:46

Spingitori di botti per un giorno a Maggiora con l'associazione del Magistrato del Palio.

La giornata per provare a fare gli spingitori di botti con il Magistrato del Palio di Maggiora

E’ stata una giornata di avvicinamento al mondo delle botti, quella organizzata dall'associazione ricreativa Magistrato del Palio, i cui volontari hanno incontrato interessati e curiosi nel pomeriggio di sabato 14 maggio nel parcheggio adiacente al cimitero. Hanno condiviso, con tanto di dimostrazione pratica, il lavoro della squadra di spingitori maggioresi, che al momento è campione in carica nel Palio nazionale delle botti. Alla proposta hanno partecipato anche alcuni minori: «Da anni organizziamo anche il Palio dei bambini - commenta il presidente del Magistrato Diego Carrara - veniva seguito da un gruppo formato dai responsabili di ogni rione. I due anni di pandemia hanno tagliato le gambe a noi, come a chiunque lavori nel volontariato. In quest'occasione abbiamo ritenuto interessante dare vita a una giornata unitaria di prova per "catturare" l'interesse dei bambini verso il nostro settore. Il 15-16-17 luglio si svolgerà il Palio vero e proprio in tre giorni festa: il 16 si terrà a Maggiora una tappa di quello nazionale e il 17 quello del nostro paese. Gli atleti della squadra si impegnano sempre molto, ma lo spingere le botti rappresenta un'attività davvero faticosa. Speriamo dunque che i bambini di oggi siano gli adulti spingitori di domani, sarebbe un peccato interrompere un orgoglio del paese. Quanto al Palio nazionale sono già andate in scena una prima tappa a Furore in Campania, una seconda a Vittorio Veneto e una terza a Suvereto in Toscana. Dal 1986 i maggioresi spingono le botti, chiediamo alla cittadinanza di continuare a credere in questa storia».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter