Posizione

Varallo Pombia, Comitati su Malpensa: "La Sperimentazione umilia i cittadini"

"Una “cappa acustica” rilevante e insopportabile per i cittadini"

Varallo Pombia, Comitati su Malpensa: "La Sperimentazione umilia i cittadini"
Pubblicato:

Riguarda la sperimentazione delle nuove rotte che sorvolano anche il Piemonte l’ultimo comunicato diffuso dall’Unione dei Comitati dell’Alta Valle del Ticino, di cui fa parte anche il Comitato dei cittadini di Varallo Pombia per l’aeroporto di Malpensa.

La posizione

«Questi Comitati lo hanno anticipato da subito - recita il comunicato - l’analisi della tipologia e modalità operative della “sperimentazione” è stato il presupposto tecnico per evidenziare le inevitabili ricadute sul territorio sorvolato: una “cappa acustica” rilevante e insopportabile per i cittadini. La Commissione, nella riunione dell’11 giugno, ha rinviato la decisione: quale scenario dim “sperimentazione” dovrà essere operativo? L’Arpa – rivela il Sindaco Bellaria in una intervista - non ha ancora fornito un responso. Possibile, invece, che l’operazione sia del tutto impraticabile? Come si potrebbe, infatti, analizzare e discriminare le due versioni? Perché? Le rotte ravvicinate, 278/303/308, la distribuzione prevalente dei voli verso ovest (anche dalla 35R-Destra), l’incremento non noto dei voli (cargo e non), la dispersione dei tracciati volati, la bassa quota dell’inizio virata, confermano l’allarme lanciato dai cittadini sorvolati. Le contraddittorie evidenze “aeronautiche ed acustiche” proposte dalla “sperimentazione” offendono le aspettative dei cittadini, troppe volte rassicurate dal Cuv, dalla Sea e da Arpa. Ma sono rilievi che erano emersi nelle riunioni della Commissione Aeroportuale (...)

Dagli impegni e rassicurazioni pubbliche alla realtà di una vicenda ancora in atto con la cosiddetta “sperimentazione”. Con un obiettivo preciso: come aumentare i movimenti aerei e ridurre l’impatto dei kmq e dei cittadini residenti nelle LVA Zone A, B e C. Nel verbale della Commissione Aeroportuale ex D.M. 31/10/1997 del 28 febbraio 2023 e allegati, preludio analitico della "sperimentazione", si deduce come sia stato pianificato un intreccio controverso, vale a dire incrementare i voli e ridurre i cittadini interessati dalle emissioni acustiche degli aeromobili. (...)
Cittadini e Comitati pongono, in relazione alle prospettive Masterplan2035, elementari interrogativi:
Quale incremento di traffico progressivo è stato stimato?
Quanti saranno i movimenti notturni nell’arco 23.30/06.30 e nel periodo 01.00/06.00?;
Quali evidenze stimate dal modello AEDT, in termini di kmq e cittadini impattati nelle Zone A, B e C per ogni singolo Comune dell’intorno aeroportuale?».

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali