Attualità
Milan Napoli

Vicesindaco Cerano: “Sul goal annullato al Milan la mano della Camorra” È bufera

Il tweet ha fatto il giro del web scatenando le ire dei tifosi napoletani.

Vicesindaco Cerano: “Sul goal annullato al Milan la mano della Camorra” È bufera
Attualità 20 Dicembre 2021 ore 22:10

Un tweet del vicesindaco di Cerano Alessandro Albanese ha scatenato un putiferio social e non: “Altro che La Mano De Dios, partita chiaramente condizionata dalla mano della camorra”. Questa la frase messa, modificata più volte e poi rimossa. Ovviamente l’uscita di Albanese ha fatto il giro del web arrivando fino ai tifosi napoletani che si sono scagliati contro il vicesindaco.

La difesa di Albanese

“Ho scritto d’istinto da tifoso deluso, sbagliando, e chiedo scusa a tutti coloro che si sono sentiti offesi”. Alessandro Albanese, vicesindaco di Cerano, risponde così alle polemiche scaturite da un suo messaggio su Twitter pubblicato ieri sera al termine dell’incontro di calcio Milan – Napoli, che commentava alcune scelte arbitrali. “Appena finita la partita – prosegue Albanese – ho parafrasato, pensando di essere ironico, il titolo del, tra l’altro bellissimo, film di Sorrentino “È stata la mano di Dio”, scrivendo “È stata la mano della camorra”. Un commento a caldo che avrei potuto evitare, conoscendo l’eco dei Socials e visto anche il mio ruolo istituzionale”. Albanese esponente di Forza Italia, è vicesindaco in una Giunta di Centrodestra aggiunge “Ho rimosso il post, a mente fredda, ho capito di essermi lasciato trasportare. Il tifo calcistico purtroppo a volte ci condiziona negativamente. Ripeto, mi spiace se qualcuno vuole strumentalizzare politicamente quello che era solo un fatto di tifo. È stata solo una frase infelice a caldo”.

La posizione del comune

In merito alle dichiarazioni pubblicate su Twitter dal vicesindaco Albanese, relative alla partita Milan-Napoli di ieri, comunichiamo che l’Amministrazione comunale si dissocia totalmente da una posizione espressa a titolo personale e non in rappresentanza della carica ricoperta. Il sindaco si scusa, in ogni caso, a nome dell'Amministrazione con tutte le persone che si sono sentite ingiustamente colpite e messe a disagio dal tweet di Albanese. Stiamo affrontando la questione e, nelle prossime ore, prenderemo i dovuti provvedimenti in merito a questo spiacevole episodio, che colpisce negativamente anche l'Amministrazione.