50enne di Serravalle Sesia in manette per ricettazione, violenza e resistenza

50enne di Serravalle Sesia in manette per ricettazione, violenza e resistenza
Cronaca 29 Aprile 2015 ore 22:19

GOZZANO – Un 50enne nativo di Borgosesia e residente a Serravalle, Z.M. le sue iniziali, è stato arrestato dai carabinieri della Tenenza di Borgomanero, nel Novarese, per ricettazione, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’uomo, a quanto pare con altri, dopo aver rubato due automezzi Iveco 35 della ditta ecologica Cooperativa Ederambiente in frazione Roccapietra di Varallo, hanno effettuato un altro furto, particolarmente ingente, ai danni dell’azienda Perincioli, sempre a Varallo, impossessandosi di un grande quantitativo di pregevoli manufatti artistici in bronzo e ottone per un valore stimato in 60mila euro. Successivamente si sono recati a Gozzano, dove hanno stoccato la merce all’interno di una ditta di commercio metalli, unitamente ad uno dei due mezzi utilizzati per il furto.
Poco dopo le 8 di oggi, mercoledì 29 aprile, però, i movimenti sospetti di Z.M., alla guida di uno degli Iveco rubati, non sono sfuggiti ad una pattuglia della Stazione di Gozzano che gli ha così intimato l’alt. Per tutta risposta l’uomo è sceso dal mezzo, fuggendo a piedi in direzione delle vicina zono boschiva, tentativo di fuga vano poiché una pattuglia di militari della Tenenza di Borgomanero, che è giunta nella zona insieme ad altri 3 equipaggi, è riuscita a bloccarlo, vincendo, come riferiscono i carabinieri, la sua resistenza violenta, con la quale ha procurato lievi lesioni agli operanti.
Z.M. è stato tratto in arresto e trattenuto nella camera di sicurezza della Tenenza Carabinieri di Borgomanero in attesa di comparire davanti al giudice per la direttissima.
Al vaglio dei carabinieri la posizione del titolare della ditta gozzanese, che ha ricevuto il materiale rubato all’interno della sua azienda, senza accertarne la provenienza lecita. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita all’avente diritto.

mo.c.

GOZZANO – Un 50enne nativo di Borgosesia e residente a Serravalle, Z.M. le sue iniziali, è stato arrestato dai carabinieri della Tenenza di Borgomanero, nel Novarese, per ricettazione, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L’uomo, a quanto pare con altri, dopo aver rubato due automezzi Iveco 35 della ditta ecologica Cooperativa Ederambiente in frazione Roccapietra di Varallo, hanno effettuato un altro furto, particolarmente ingente, ai danni dell’azienda Perincioli, sempre a Varallo, impossessandosi di un grande quantitativo di pregevoli manufatti artistici in bronzo e ottone per un valore stimato in 60mila euro. Successivamente si sono recati a Gozzano, dove hanno stoccato la merce all’interno di una ditta di commercio metalli, unitamente ad uno dei due mezzi utilizzati per il furto.
Poco dopo le 8 di oggi, mercoledì 29 aprile, però, i movimenti sospetti di Z.M., alla guida di uno degli Iveco rubati, non sono sfuggiti ad una pattuglia della Stazione di Gozzano che gli ha così intimato l’alt. Per tutta risposta l’uomo è sceso dal mezzo, fuggendo a piedi in direzione delle vicina zono boschiva, tentativo di fuga vano poiché una pattuglia di militari della Tenenza di Borgomanero, che è giunta nella zona insieme ad altri 3 equipaggi, è riuscita a bloccarlo, vincendo, come riferiscono i carabinieri, la sua resistenza violenta, con la quale ha procurato lievi lesioni agli operanti.
Z.M. è stato tratto in arresto e trattenuto nella camera di sicurezza della Tenenza Carabinieri di Borgomanero in attesa di comparire davanti al giudice per la direttissima.
Al vaglio dei carabinieri la posizione del titolare della ditta gozzanese, che ha ricevuto il materiale rubato all’interno della sua azienda, senza accertarne la provenienza lecita. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita all’avente diritto.

mo.c.