61 cuccioli di razza sequestrati: stipati su un furgone proveniente dalla Slovacchia

61 cuccioli di razza sequestrati: stipati su un furgone proveniente dalla Slovacchia
Cronaca 26 Gennaio 2015 ore 02:00

NOVARA – Sessantuno cuccioli, cinquantasette cani e quattro gatti, tutti di razza e tutti di pochissimi giorni, qualche mese o poco più.

Si trovavano a bordo di un furgone, sballottati nelle gabbie, scombussolati dal viaggio, in contenitori che erano stati accatastati l’uno sull’altro senza alcun rispetto per la salute di quei piccolissimi animali e delle norme. Una collocazione poco idonea per dei cuccioli.

 

NOVARA – Sessantuno cuccioli, cinquantasette cani e quattro gatti, tutti di razza e tutti di pochissimi giorni, qualche mese o poco più.

Si trovavano a bordo di un furgone, sballottati nelle gabbie, scombussolati dal viaggio, in contenitori che erano stati accatastati l’uno sull’altro senza alcun rispetto per la salute di quei piccolissimi animali e delle norme. Una collocazione poco idonea per dei cuccioli.

Un viaggio che, fortunatamente, grazie a una segnalazione giunta alla Polizia stradale di Alessandria dall’Eital, l’Ente italiano tutela animali, fondato da Antonio Colonna, e alla collaborazione stretta con i colleghi di Novara Est, è durato poco tempo, consentendo ai poliziotti di liberare tutti i cuccioli. Un’operazione che si è conclusa venerdì e i cui dettagli saranno forniti nella loro completezza, con foto e video, martedì in una conferenza stampa alla sede della Polizia stradale di Novara Est. Un’occasione dove la comandante provinciale della Polizia stradale, vice questore aggiunto Luciana Giorgi, il comandante della sottosezione Novara Est, ispettore superiore Sups Gianpaolo Pusello, spiegheranno anche come e dove rivolgersi per avere in affido i cuccioli. Cani e gattini, dopo essere stati tratti in salvo, sono custoditi in due strutture, una ad Alessandria e una a Bologna. Quello che è certo è che, come già accaduto nell’estate 2013, quando la Stradale fece un sequestro di cuccioli provenienti dall’Ungheria, per le procedure di affido ci si appoggerà all’Enpa (Ente nazionale protezione animali).

Stando alle prime informazioni, i cuccioli provenivano dalla Slovacchia ed erano diretti nel Torinese e nel Sud Italia.

Il furgone che li trasportava è stato intercettato lungo l’A4, all’altezza di Novara Est. La segnalazione è giunta alla Stradale di Alessandria, che si è attivata con i propri uomini, allertando anche i colleghi di Novara. Insieme hanno raggiunto e individuato il veicolo a Milano, mezzo che è stato poi condotto alla caserma di Novara Est. Aprendo il portellone del furgone, la ‘sorpresa’. Sono apparsi tantissimi cuccioli, esemplari di akita, husky, cocker, bulldog e altre razze. I quattro gattini sono di razza persiana e british. Animali davvero di pochi mesi. Alcuni di loro, come verificato dai veterinari, non hanno più di 45 giorni. Troppo piccoli per essere venduti legalmente. Della vicenda si occupa la Procura di Novara, con il sostituto procuratore Ciro Caramore.

Sul furgone un italiano e uno slovacco.

Monica Curino

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli